Napoleone e i suoi due Papi

Ei fu….., così canta Alessandro Manzoni nella ode “Il cinque Maggio” che annuncia la morte di Napoleone Bonaparte a Sant’Elena nel 1821. Così inizia, anche,  il libro di Luca Crippa, scrittore e saggista saronnese, autore di “Napoleone e i suoi due Papi” edito da San Paolo, (22,00 euro -236 pag), che racconta le gesta di Napoleone, nato nel 1769 in Corsica. Il libro esce nel bicentenario della morte del condottiero e imperatore francese ed accompagna il lettore nella vita di questo personaggio storico nel suo travagliato rapporto con la chiesa e…

Condividi:
Leggi

Contributo da 500 mila euro per terminare restauro Villa Durini

Quattro secoli fa era un’elegante villa patrizia  appartenuta alla famiglia dei Magni e poi acquistata da quella dei Terzaghi e, infine.  dei conti Durini. La villa del 1500 che di questi ultimi ha mantenuto il nome non ha perso, nei secoli, una virgola del suo splendore ma ha mutato radicalmente destinazione divenendo il quartier generale degli uffici comunali ma anche un elemento di indubbio impreziosimento dell’ampio polmone verde al suo intorno. Ora l’edificio, che dal 1956 è di proprietà del comune, sarà sottoposto a un massiccio intervento di efficientamento energetico.…

Condividi:
Leggi

I rapporti tra Occidente e Cina nel periodo di “inizio della fine” della pandemia

Il giorno dell’Epifania, Antony Blinken, Candidato al Segretario di Stato per l’amministrazione Biden ed Ex Vice Segretario di Stato ai tempi di Obama, ha dichiarato: ”Gli arresti, effettuati in modo radicale, dei manifestanti a favore della democrazia sono un attacco a chi coraggiosamente difende i diritti universali. L’amministrazione Biden-Harris starà con il popolo di Hong Kong e contro il giro di vite di Pechino sulla democrazia”. La situazione a Hong Kong è strettamente legata a quella di Taiwan, l’isola con governo democratico e ventitre milioni di abitanti che Pechino considera…

Condividi:
Leggi

Messaggio augurale ai militari italiani in Somalia

Pubblichiamo qui di seguito il messaggio del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Enzo Vecciarelli ai militari in serivizo in Somalia, impegnati nella missione Eutm-s (European Union Training Mission. «Grazie sentitamente dal profondo del cuore per quello che state facendo, un lavoro importante che serve a dare stabilità nel contesto internazionale, un lavoro che porta lustro all’Italia…”. Con queste sentite parole, rivolte ai Militari italiani attualmente impiegati nella missione EUTM-S (European Union Training Mission in Somalia), si è conclusa questa mattina la visita del Capo di Stato Maggiore della…

Condividi:
Leggi

Del Vecchio dona milioni di mascherine allo Stato

Ad Agordo, dove ha sede Luxottica, la più grande holding produttrice e venditrice mondiale di occhiali e lenti (150.000 dipendenti e 8.000 negozi nel mondo) fondata dal cavaliere del lavoro Leonardo Del Vecchio, è stato riadattato il palazzetto dello sport che sorge a pochi passi dallo stabilimento per renderlo idoneo ad ospitare una serie di macchine che sono in grado di produrre 3 milioni e mezzo di mascherine al giorno. Ottantacinque anni lo scorso 22 Maggio, l’imprenditore bellunese è uno dei capitani d’industria più stimati al mondo. Nell’arco di pochi…

Condividi:
Leggi

Lo Stato con una mano non dà e con l’altra toglie

Alcuni lettori ci informano che non hanno ancora ricevuto, ad oggi 7 Ottobre, i crediti d’imposta a loro spettanti, relativi alle dichiarazioni dei redditi del 2019, crediti che normalmente venivano onorati dallo Stato il primo giorno di Settembre. Poiché la segnalazione ci è pervenuta da più parti ci stiamo chiedendo che cosa stia accandendo all’Inps, sempre che quanto a noi riferito non sia stato causato da disguidi, ma da coordinate decisioni dell’Istituto di previdenza. Se risultasse vero che anche a Novembre l’Inps si mostrasse latitante nell’erogare quanto dovuto a migliaia…

Condividi:
Leggi

Foibe: io, figlia di un esule, non le ho mai ignorate

La legge 92 del 30 Marzo 2004 fissa il 10 Febbraio (firma dei trattati di pace di Parigi 10 Febbraio 1947) Giorno del Ricordo una ricorrenza nazionale. Da quel giorno venivano assegnati alla Jugoslavia l’Istria, il Quarnaro, la città di Zara considerati fino a quel momento territori italiani. Furono 350 mila i fiumani, gli istriani e i dalmati che dal 1945 in poi si riversarono in Italia ed ancora oggi non è ben definito il numero di chi finì nelle foibe, tombe senza nome. Migliaia di insegnanti, di sacerdoti, di…

Condividi:
Leggi