Come scegliere?

Come ce la immaginiamo la nomina di un vescovo? Ci dicono sempre che è lo Spirito Santo che sceglie. Gli Apostoli, i primi “vescovi” (allora non si chiamavano ancora così) li aveva scelti Gesù in persona, Giuda compreso. Ora Gesù non c’era e Giuda nemmeno. Si trattava di sostituirlo, poveretto. Ma povero anche chi sarebbe stato chiamato al suo posto: Giuseppe Barsabba il Giusto oppure Mattia? Quanto a nome parrebbe più adatto il primo, ma la sorte cadde su Mattia. Dunque, sorte o Spirito? Prima di tirare i dadi pregarono: Signore, mostraci quale hai scelto. ….https://lalocandadellaparola.com/2022/05/14/come-scegliere/

Condividi:
Leggi

Calma

Se pensiamo che questo fatto avvenne dopo la moltiplicazione dei pani,…c’è solo da immaginare il subbuglio di emozioni nei discepoli. Domani li ritroveremo sulle stesse acque, forse sulla stessa barca, con un cuore assai più pesante. Disorientati e depressi, dopo la morte di Gesù, ovunque poseranno gli occhi sarà una fitta al cuore….https://lalocandadellaparola.com/2022/04/30/calma-2/

Condividi:
Leggi

Il segno

Pace! È la prima parola del risorto. La seconda è perdono. Il primo gesto del risorto è comparire a porte chiuse. Il secondo è mostrare le mani e il fianco. Un corpo di nuovo vivo, un corpo vivo in modo nuovo. Non è infatti un’apparizione, è un corpo umano, eppure si smaterializza e materializza dove desidera. È risorto, ma porta il segno delle ferite. Perché non è tornato completamente sanato?..https://lalocandadellaparola.com/2022/04/24/il-segno-4/

Condividi:
Leggi

Presunzione

Quando ti senti perfetto ti assale la paura di cessare di esserlo. Allora cerchi appigli nei difetti altrui e ti consoli criticando gli altri. Hai bisogno di un nemico per sentirti forte, di un peccatore per sentirti santo e puro. Quel giorno due uomini salirono al tempio a pregare. Amavano lo stesso Dio e detestavano lo stesso uomo. Il fariseo,….https://lalocandadellaparola.com/2022/03/26/presunzione/

Condividi:
Leggi

Giusto

“Sei stata veramente buona”, scrivevo ad un’amica che aveva inviato un forte aiuto per Timor Est. “Giusta, non buona”, rispondeva. Il suo era dunque un gesto che voleva riportare un po’ di giustizia nella distribuzione squilibrata della ricchezza. Ma questo senso di giustizia così alto non è forse amore? Se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei… Io oggi partirò con un amico verso il confine..https://lalocandadellaparola.com/2022/03/11/giusto/

Condividi:
Leggi

Perchè?

Parola sconosciuta, digiuno, nel nostro mondo grasso e ingordo. Parola sconosciuta anche a Gesù? Parrebbe così, da questo vangelo. Eppure domenica lo vedremo, dopo quaranta giorni di digiuno, tentato di mangiare pure i sassi. Perché noi digiuniamo? gli chiedono. Una domanda che lo accompagnò tutta la vita……https://lalocandadellaparola.com/2022/03/04/perche-2/

Condividi:
Leggi

Beati voi

Lui non si rimangiò queste parole. Tutta la sua vita testimonia che davvero saziò gli affamati e ridonò il sorriso a chi piangeva. Beati noi – gridavano i disgraziati d’ogni tipo al suo passaggio – beati noi perché l’abbiamo incontrato! E noi che lo seguiamo, che diciamo di credere in lui, diamo modo ancora ad ogni …..https://lalocandadellaparola.com/2022/02/13/beati-voi-2/

Condividi:
Leggi

Eppure

È evidente a tutti che la nostra società non nega a nessuno la possibilità di parlare e ascoltare ciò che si vuole. Le censure politiche o religiose sono un ricordo ormai davvero lontano. Basta un breve viaggio sui social per leggere migliaia di opinioni disparate su qualsiasi tema. Non occorrono più né permessi né qualifiche per..https://lalocandadellaparola.com/2022/02/11/eppure-6/

Condividi:
Leggi

Di nuovo

“Sulla tua parola getterò le reti. Sulla tua parola noi tutti getteremo di nuovo le reti! Le getteremo nella consolazione e nel tempo della difficoltà, nel buio della notte, ai primi bagliori dell’alba, sotto l’ardore del sole al meriggio. Sulla tua parola getterò le reti: le getterò continuando a nutrirmi di ogni parola che esce dalla tua bocca e offrendola a coloro a cui mi hai inviato….https://lalocandadellaparola.com/2022/02/06/di-nuovo/

Condividi:
Leggi

Non puoi

Povero Erode, non gliel’avevano spiegato. O forse sì, ma sul più bello se l’era scordato. Quando si agisce d’impulso e si elimina chi, parlando, ci mette in crisi, non si risolve un bel niente anzi, la paura aumenta. La persona che abbiamo allontanato, anziché sparire, pare che acquisti forza. Le sue parole risuonano nella nostra mente, la sua immagine fluttua nei nostri sogni….https://lalocandadellaparola.com/2022/02/04/non-puoi-2/

Condividi:
Leggi