La situazione della minoranza italiana in Slovenia al vaglio dell’Osce

Pubblichiamo articolo tratto dalla “Voce del Popolo” e pubblicato da Anvgd (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia) che ringraziamo per la gentile concessione sul tema dell’approvazione da parte di Lubiana delle Linee guida dell’OSCE sull’integrazione di società diverse. «Con un convegno a Brdo presso Kranj è stato ricordato il decimo anniversario dell’approvazione da parte di Lubiana delle Linee guida dell’OSCE sull’integrazione di società diverse. Nel suo discorso di apertura Marko Štucin, Segretario di Stato agli Esteri della Slovenia, ha ringraziato i presenti e ribadito l’importanza dell’incontro di diverse realtà. Per l’occasione…

Condividi:
Leggi

La Guerra in Ucraina e l’ultimo libro -reportage di Fausto Biloslavo

di Claudio Fragiacomo Con questo tema attualissimo sono riprese le conferenze del giovedì del Comitato di Milano,  come sono state soprannominate. Oltre a presentare la “complessa storia del Confine Orientale”, in tutti i suoi aspetti, le conferenze hanno l’ambizione di dibattere sui nodi storici attuali – e le occasioni certo non mancano-, applicando le metodologie che i nostri appassionati studiosi del Confine Orientale ci hanno insegnato ad applicare. Questo, in linea generale, può considerarsi necessario, ma quasi sempre non è sufficiente. Allora intervengono giornalisti come Matteo Carnieletto, appassionati di questioni…

Condividi:
Leggi

D’Annunzio rispose agli appelli di Fiume all’Italia dopo la Grande guerra

Pubblichiamo articolo sul tema “D’Annunzio rispose agli appelli di Fiume all’Italia” di Lorenzo Salimbeni, Anvgd Trieste (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia) che ringraziamo per la gentile concessione. Ronchi è il paese dove nel 1882 Guglielmo Oberdan fu catturato dalla polizia austro-ungarica, per essere poi processato ed impiccato a Trieste il 20 dicembre con l’accusa di aver pianificato un attentato all’Imperatore Francesco Giuseppe d’Asburgo. Ed è a Ronchi che un febbricitante Gabriele d’Annunzio attende la notte tra l’11 ed il 12 settembre 1919 di partire alla volta di Fiume, città…

Condividi:
Leggi

L’entrata di D’Annunzio a Fiume il 12 Settembre 1919

Pubblichiamo articolo di Mauro Runco,  Anvgd Trieste (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia), sull’entrata di D’Annunzio a Fiume, che ringraziamo per la gentile concessione Ronchi è il paese dove nel 1882 Guglielmo Oberdan fu catturato dalla polizia austro-ungarica, per essere poi processato ed impiccato a Trieste il 20 dicembre con l’accusa di aver pianificato un attentato all’Imperatore Francesco Giuseppe d’Asburgo. Ed è a Ronchi che un febbricitante Gabriele d’Annunzio attende la notte tra l’11 ed il 12 settembre 1919 di partire alla volta di Fiume, città contesa tra Italia e…

Condividi:
Leggi

Bilinguismo a Pola importanti novità

Pubblichiamo interessante novità divulgata da “Radio Capodistria e Angd Trieste” che ringraziamo per la gentile concessione, sul tema “Bilinguismo a Pola” Importante passo nell’ attuazione del bilinguismo a Pola. Il sindaco Filip Zoričić ha firmato recentemente la delibera sull’ uso della lingua italiana parlata e scritta negli enti e società commerciali fondati dalla municipalità. «Un passo importante nell’ attuazione dei diritti minoritari, una misura volta al mantenimento e alla valorizzazione della lingua italiana nell’ amministrazione pubblica ma anche nella sfera sociale”. Il vicesindaco italiano di Pola Bruno Cergnul illustra così…

Condividi:
Leggi

18 Agosto 1946 strage di Vergarolla

Pubblichiamo ricordo sulla strage di Vergarolla (18 Agosto 1946) a cura di Anna  Maria Crasti Vicepresidente dell’Associazione Italiani di Pola e dell’Istria – Libero Comune di Pola in Esilio, che ringraziamo per la gentile concessione. «“Innocenti, bambini nostri, speranze di tutta la nostra vita, teneri virgulti strappatici dalla bieca ferocia di certi e dalla tracotanza (pardon, flemma) di altri…” Questa frase fa parte dell’articolo per la commemorazione “dell’immane strage” apparso sull’Arena di Pola del 25 agosto 1948 e scritto dal dottor Geppino Micheletti. Iniziamo dal momento della strage. La maggior parte dei…

Condividi:
Leggi

Grado festeggia i 130 anni come Stazione di cura e soggiorno

0 Como, 26 luglio 2022   |   FRAMMENTI DI STORIA Grado festeggia i 130 anni come Stazione di cura e soggiorno Nel giro di qualche decennio, dopo il decreto del 25 giugno 1892, Grado divenne il luogo di villeggiatura marina più alla moda dell’Impero. Il 25 giugno 1892 l’Imperatore Francesco Giuseppe proclamò Grado, oggi in provincia di Gorizia, “Stazione di cura e soggiorno”, avviando così una storia di successo che dura ancora oggi. Nel giro di qualche decennio, dopo il decreto del 25 giugno 1892, Grado divenne il luogo di villeggiatura marina…

Condividi:
Leggi

Ottorino Luxardo, zaratino a Venezia per il Campanile di San Marco

Pubblichiamo articolo tratto dal sito  “https://elparondecasa.net” a firma Vittorio Baroni, che ringraziamo per la gentile concessione, sulla storia del campanile di San Marco. Tra l’800 e il ‘900 c’è un Dalmata illustre che si intreccia con la storia di Venezia. L’ingegno zaratino del professor Ottorino Luxardo a Venezia merita un approfondimento. Nel 1906 fu incaricato di stendere la Relazione sullo studio chimico dei materiali adoperati per la costruzione del Campanile di San Marco. Conosciamo bene i legami che uniscono la Dalmazia a Venezia. Ricordo e tradizione sono tuttora vivissimi. La Festa della…

Condividi:
Leggi

L’Anvgd in lutto per la scomparsa di Lino Vivoda, testimone dell’Esodo

Pubblichiamo ricordo del scomparso Lino Vivoda, a cura di Lorenzo Salimbeni Responsabile comunicazione Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, che ringraziamo per la gentile concessione. Quando il 18 agosto 1946 Pola fu sconvolta dalla strage di Vergarolla, l’attentato con più vittime civili nella storia dell’Italia repubblicana, lui era presente e quel giorno pianse la morte del fratello e dei suoi santoli. Abbandonò Pola in uno dei viaggi della motonave Toscana, nei primi gelidi mesi del 1947, attraccando ad Ancona per poi salire su un treno di carri bestiame assieme a centinaia…

Condividi:
Leggi

L’Anvgd presenta Fulvio Bracco e premia la Fondazione

di Annnamaria Crasti e Claudio Fragiacomo Quando, infine, circa 40 minuti prima dell’inizio dell’evento, ci siamo trovati all’interno del teatrino Visconti, in quella saletta raccolta che avvicinava idealmente palcoscenico e pubblico, ci siamo detti “Ormai è fatta”. L’idea di presentare Fulvio Bracco per “Milano è Memoria”, accanto al dalmato Ottavio Missoni, era stata una scelta quasi obbligata: considerata la statura dei personaggi e la notorietà assunta per le rispettive attività in ambito prima italiano e poi internazionale, l’iniziativa non poteva fallire e Milano avrebbe ricordato nell’ambito di questo progetto due personalità,…

Condividi:
Leggi

Cause del dramma dei popoli della Venezia Giulia

Pubblichiamo estratto del libro “Il vescovo Antonio Santin e la tutela dei diritti umani della Venezia Giulia” di Mons. Ettore Malnati, vicario episcopale per il laicato e la cultura della Diocesi di Trieste, che ringraziamo per la gentile concessione, sulle cause del dramma dei popoli del Confine Orientale. Gli italiani di Trieste tutti, dal 1° maggio al 12 giugno 1945, conobbero terrore, deportazione e morte. Una breve ma profonda descrizione per capire cosa succedeva in Istria e che aria si respirava e un importante ma significativa descrizione dell’operato della figura…

Condividi:
Leggi

Le alterne vicende di Luigi Rizzo, eroe della Marina Italiana

Pubblichiamo articolo a cura di Valentino Quintana che ringraziamo per la concessione sul Capitano di Corvetta Luigi Rizzo nell’ anniversario dell’azione di Premuda. (Fonte Anvgd – Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia) Per questa grandiosa impresa, l’audacissimo marinaio fu insignito della seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare, caso, per un soldato vivente, più unico che raro. Altresì, è proprio questo storico evento a sancire la Festa della Marina Militare Italiana, celebrata ogni 10 giugno. Luigi Rizzo, Marinaio, lavoratore infaticabile e Consigliere della Camera dei Fasci e delle Corporazioni, fu uomo irreprensibile anche durante…

Condividi:
Leggi

Giuliani, fiumani e zaratini esclusi dal voto del 2 giugno 1946

Pubblichiamo l’incipit del contributo del Prof. Davide Rossi “La “Questione di Trieste” e il voto del 2 giugno 1946: un problema anche costituzionale” contenuto nella pubblicazione realizzata da Coordinamento Adriatico Aps Il territorio Adriatico. Orizzonte storico, geografia del paesaggio, aspetti economici, giuridici e artistici, Vol. II, ESI, Napoli 2019 (pp. 181-223). di Davide Rossi Non sono molti a sapere che le prime elezioni italiane a suffragio universale, con voto diretto, libero e segreto avvennero con una distorsione territoriale non priva di conseguenze: una parte del territorio nazionale fu letteralmente delegittimata…

Condividi:
Leggi

La lezione del Prof. Orecchia: le Foibe e l’Esodo fra cronaca e storia

Il professore Antonio Orecchia, docente dell’Università Insubria di Varese, giovedì 12 Maggio, alle ore 18.00, ha presentato all’incontro settimanale dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (Anvgd) Comitato di Milano il libro “Le foibe e l’esodo tra storia e cronaca”. Pubblichiamo una sintesi dell’incontro a cura di Claudio Fragiacomo , membro del Comitato di Milano dell’Anvgd (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia) che ringraziamo per la gentile concessione. di Claudio Fragiacomo «Il titolo scelto dal professore, che insegna all’Università dell’Insubria di Varese, propone il dualismo cronaca-storia con cui affrontare gli avvenimenti classici…

Condividi:
Leggi

La Quarta guerra d’indipendenza 24 Maggio 1915

di Lorenzo Salimbeni Già nell’estate 1914 irredentisti nazionalisti e democratici giuliani, fiumani e dalmati erano partiti volontariamente per l’Italia al fine di scampare alla chiamata alle armi asburgica e cominciare invece a fomentare l’interventismo nella penisola. In particolare la nutrita pattuglia di mazziniani (tra i più celebri Nazario Sauro, Giuseppe Vidali, Carlo e Giani Stuparich, Pio Riego Gambini, Gabriele Foschiatti, Ercole Miani, Diomede Benco, Giovanni Grion, Antonio Bergamas e Giuseppe Pagano-Pogatschnig) invocava la discesa in campo dell’Italia non solo per completare il percorso risorgimentale con l’annessione delle terre irredente da cui…

Condividi:
Leggi

Un inedito su Giani

Ai consueti incontri settimanali dell’Anvgd Comitato di Milano Il giornalista, ricercatore, scrittore Valentino Quintana ha raccontato la personalità del saggista di Giani Stuparich fornendo un ritratto inedito . Pubblichiamo una breve sintesi dell’incontro Claudio Fragiacomo che ringraziamo per la gentile collaborazione. di Claudio Fragiacomo «Il giornalista, ricercatore, scrittore Valentino Quintana, appassionato della storia del Confine Orientale, ha voluto dedicarci una conferenza, che ha definito di “assaggio”, parlando della personalità poliedrica di patriota, letterato e saggista di Giani Stuparich. Egli appartiene certamente, assieme a Svevo, Slataper, Quarantotti Gambini, Giotti, Saba, Bazlen alla…

Condividi:
Leggi

Dieci anni di guerra: dalla Siria all’Ucraina

Il giornalista Matteo Carnieletto, responsabile di Insideover e direttore de Il Dalmata, giovedì 5 Maggio, alle ore 18.00, all’Anvgd (Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia) comitato di Milano ha tenuto l’incontro “Dieci anni di guerra: dalla Siria all’Ucraina”. Ecco una breve sintesi dell’incontro a cura di Claudio Fragiacomo che ringraziamo per la gentile concessione. «Qualcuno si è chiesto: ma perchè parlare di Ucraina, delle vicende dell’Africa magrebina, della Libia e del Medio Oriente in un ciclo di conferenze il cui tema ispiratore è la storia del Confine Orientale e le…

Condividi:
Leggi

Padova ricorda la nascita di San Leopoldo

di Annamaria Crasti – Vicepresidente Anvgd (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia) Comitato di Milano.  «Oggi, giovedì 12 Maggio, a Padova è festa, in quanto si celebra la nascita di San Leopoldo, ossia Bogdan Ivan Mandić, l’umile fraticello venuto da Castelnuovo di Carraro, in Dalmazia. Maestro della confessione, grande sostenitore del dialogo ecumenico con l’Oriente, San Leopoldo entrò presto nel cuore dei fedeli padovani per la sua semplicità e umiltà, spiegando sempre al prossimo che ‘Dio è medico e medicina ‘. A lui sono attribuiti diversi miracoli, e di recente è divenuto…

Condividi:
Leggi

La Lega Nazionale vista e presentata dal suo presidente

L’ Anvgd Comitato di Milano, giovedì 21 Aprile, alle ore 18.00, ha affrontato il tema “Lega nazionale”. presente all’incontro l’avvocato Paolo Sardos Albertini e Andrea Altin. Pubblichiamo un riassunto dell’incontro redatto da Claudio Fragiacomo che ringraziamo per la gentile concessione. «Quale onore venire a conoscenza della gloriosa storia della Lega Nazionale per bocca del suo presidente, l’Avv. Paolo Sardos Albertini: oltre a presiederla, egli fa parte di una grande numerosa famiglia di patrioti di matrice fortemente cattolica, che si sono impegnati, da sempre per l’italianità di Trieste e dell’Istria. Da…

Condividi:
Leggi

Roberto Spazzali presenta “Pola Città perduta”

L’ Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Comitato di Milano, giovedì 7 Aprile, ha presentato il libro “Pola città perduta. L’agonia e l’esodo”, del prof. Roberto Spazzali. Pubblichiamo una sintesi dell’incontro ad opera di Claudio Fragiacomo, membro dell’ Anvgd comitato di Milano, che ringraziamo per la gentile concessione. L’incontro è stato seguito  alla pagina facebook dell’associazione al seguente indirizzo collegandosi al link https://www.facebook.com/groups/2559430654128300. Inoltre, Il Gruppo di lavoro Ministero dell’Istruzione – Associazione degli Esuli Istriani, Fiumani e Dalmati organizza per il 6 maggio, il seminario L’agonia di Pola e l’Esodo. Il seminario è…

Condividi:
Leggi

4 maggio 1980: muore Tito, padre e padrone della Jugoslavia

Lorenzo Salimbeni –  Responsabile comunicazione Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. Il 4 maggio 1980 moriva il padre e padrone della Jugoslavia comunista, la quale gli sarebbe sopravvissuta una decina d’anni appena. Josip Broz “Tito” era stato l’unico collante della variegata repubblica federativa, che, dietro la patina della propaganda di regime, del culto della personalità dello statista croato e del mito della fratellanza dei popoli slavi del sud temprata dalla lotta resistenziale, in realtà manteneva profonde linee di frattura secondo le appartenenze nazionali. Le guerre degli anni Novanta successive all’implosione della Jugoslavia…

Condividi:
Leggi

Trieste primo Maggio 1945

Pubblichiamo articolo di Annamaria Crasti, vicepresidente dell’Anvgd Comitato di Milano sui fatti del primo Maggio 1945 a Trieste. «Era il primo di maggio 1945. I Triestini, disperati, avevano capito che era successo quello che non avrebbero mai immaginato e voluto, sicuri com’erano che stavano arrivando da Ovest i neozelandesi. Che, però, erano stati fermati da una proposta di incontro fatta dai titini per accordarsi sull’arrivo a Trieste. I titini non si erano presentati … La corsa per Trieste era stata vinta da loro. Per prima cosa avevano occupato il bellissimo Palazzo della Prefettura…

Condividi:
Leggi

Era il primo maggio 1945 l’inizio della fine della Venezia Giulia

Proponiamo e pubblichiamo articolo di Lorenzo Salimbeni, responsabile comunicazione Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, che ringraziamo per la gentile concessione, relativo al primo Maggio 1945 nelle terre del confine orientale, che segnò un periodo di sequestri, esecuzioni sommarie e uccisioni. La stima delle vittime, come riporta l’articolo, raggiunse la  cifra di 10.000 persone. Dopo il 25 aprile 1945 raggiunse il culmine quella che gli storici hanno poi chiamato la corsa per Trieste. Da una parte le truppe angloamericane inseguivano i tedeschi in ritirata e volevano il capoluogo giuliano per…

Condividi:
Leggi

Gorizia il 25 Aprile un giorno di terrore

In Italia, il 25 Aprile è la giornata che ricorda la Liberazione dal Nazifascismo. Purtroppo non fu così per tutti. Proponiamo un breve articolo del sindaco di Gorizia Rudolfo Rudi Ziberna, che ringraziamo per la gentile concessione, di origini istriane che ricorda come questo giorno, per molti goriziani fu l’inizio del terrore. di Rudolfo Rudi Ziberna  «Gorizia, o meglio, la Venezia Giulia, non festeggia il 25 Aprile per molti, ancora oggi, è motivo di critica e polemica. Ma solo perché c’è ancora chi, incredibilmente, si ostina a negare quei terribili 40…

Condividi:
Leggi

Orsera il 25 Aprile si festeggia San Marco

Pubblichiamo  il ricordo della festività di San Marco, che ricorre in Istria con il 25 Aprile. Poche righe che ricordano l’aria di gioia e felicità che si respirava in quelle terre segnate da un destino terribile.  Autore dell’articolo Annamaria Crasti, vicepresidente dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia Comitato di Milano, che ringraziamo per la gentile concessione. «Dalla collina di “ Brustolade” le violette stavano quasi sparendo. Ma il loro profumo ancora intenso si spargeva nell’aria. Ai bordi di quel larghissimo tappeto viola macchiato qua e là da punti bianchi di violette candide,…

Condividi:
Leggi

Ricordare Mons. Santin, baluardo di Trieste nella primavera 1945

A cura dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. E’ il 30 aprile 1945: a Trieste, il Corpo Volontari della Libertà, guidato da don Edoardo Marzari, è insorto contro le truppe tedesche e sta prendendo il controllo della città, le truppe di Tito sono però ai confini dell’area urbana, impegnate nella battaglia di Opicina contro i Tedeschi. Mons. Antonio Santin, Vescovo di Trieste e di Capodistria, nella Curia, davanti all’immagine della Vergine, è in preghiera e formula un voto: “Qui sull’altare della mia Cappella, davanti al S.S. Sacramento, oggi 30 aprile 1945,…

Condividi:
Leggi

Tartini e la lezione di violino per corrispondenza

Pubblicato dal Museo del mare di Pirano il facsimile della famosa lettera che Giuseppe Tartini scrisse all’allieva Maddalena Lombardini, una lezione di violino per corrispondenza  “Il di lei esercizio e studio principale dev’esser l’arco in genere, cosicché ella se ne faccia padrona assoluta a qualunque uso o cantabile o sonabile”. Inizia così la lettera, datata 5 marzo 1760, che Giuseppe Tartini, all’epoca massima autorità europea in ambito violinistico, invia da Padova alla sua allieva Maddalena Lombardini, impartendole precise istruzioni in tema di tecnica violinistica. Una lettera diventata famosa grazie alle…

Condividi:
Leggi

Capitano Alvise Viscovich e il Doge liberatore della Dalmazia

Vittorio Baroni Dalmatitaliani.org.  Il 20 Aprile 1797, all’entrata del porto del Lido marinai delle Bocche di Cattaro, comandati dal Capitano Alvise Viscovich, reagirono vittoriosamente alla provocazione navale francese testimoniando la fedeltà dei Dalmati a Venezia. Ultimo fatto d’arme a Venezia per saperne di più…… https://www.coordinamentoadriatico.it/alto-medioevo/ A Venezia ogni anno, proprio accanto alla Chiesa di San Nicolò del Lido dove nel 2005 sono stati costruiti i Piloni Dalmati da Franco Luxardo e il compianto Tullio Vallery, si celebra ogni anno la Festa della Sensa che ebbe origine a seguito della memorabile…

Condividi:
Leggi

Fulvio Bracco, imprenditore di successo con Neresine nel cuore

Anna Maria Crasti – Vicepresidente del Comitato provinciale di Milano dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia -Il 21 aprile di 15 anni fa, all’età di 98 anni, è mancato Fulvio Bracco, grande figura del mondo imprenditoriale, soprattutto di quello farmaceutico e medico. Difficile raccontare Fulvio Bracco in poche righe. È stata una persona dai mille interessi. La Fondazione Bracco ne incarna le sue innumerevoli sfaccettature, anche se nata nel 2010, dopo la sua morte. Oggi voglio soprattutto ricordare il Fulvio Bracco orgoglioso di essere nato a Neresine, nell’isola quarnerina di…

Condividi:
Leggi

Testimoni di un esodo presentato all’Anvgd di Milano

Alberto Comuzzi e Donatella Salambat hanno raccolto le umanissime testimonianze di numerosi istriani, giuliani e dalmati che furono costretti a lasciare la loro terra tra il 1945 e il 1954. L’Anvgd Comitato di Milano, venerdì 8 Aprile ha organizzato la presentazione online del volume “Testimoni di un esodo”, uscito nel Novembre 2021 a cura dell’editore Mimep Docete. Presenti all’incontro oltre agli autori Donatella Salambat e Alberto Comuzzi, suor Dolores della casa editrice Mimep, Luciano Patelli e Matteo Cassinerio nipote di Mario Vesnaver due dei protagonisti del volume che hanno reso…

Condividi:
Leggi

Novecento di confine

Il prof. Enrico Miletto dell’Unviersità di Torino, giovedì 24 Marzo, alle ore 18.00 è stato ospite dell’Anvgd del Comitato di Milano per la presentazione del suo libro “Novcento di confine”. Presenti la dottoressa Petra Di Laghi, l’incontro sarà possibile seguirlo online collegandosi al link della pagina facebook dell’associazione al seguente indirizzo https://www.facebook.com/groups/2559430654128300. Una breve sintesi dell’incontro a cura di Claudio Fragiacomo del Comitato di Milano Anvgd, che ringraziamo per la gentile concessione. di Claudio Fragiacomo «Le associazioni giuliano-dalmate conoscono il Prof. Miletto grazie al suo prezioso contributo per aver intervistato, con…

Condividi:
Leggi

Ottavio Missoni nella memoria di Milano e degli esuli

Milano ricorda Ottavio Missoni e Fulvio Bracco due grandi figure dell’imprenditoria milanese nel campo della moda e dell’industria farmaceutica, accomunati dall’essere italiani nati tra Dalmazia e Venezia Giulia e aver conosciuto fin da bambini il dramma di una terra di confine contesa e martoriata. Il Comune di Milano ha voluto che fossero ricordati contribuendo a realizzare due appuntamenti inseriti in MILANO È MEMORIA, il palinsesto di eventi nato nel 2017 per riflettere e non dimenticare momenti e persone che hanno segnato la storia della città e del nostro Paese. Il 29 di Marzo, presso…

Condividi:
Leggi

I dalmati per Venezia nel giorno della sua nascita

Oggi, alla Santa Messa celebrativa in Basilica di San Marco con il Patriarca e le massime autorità, ha partecipato la delegazione della Scuola Dalmata di Venezia dei Santi Giorgio e Trifone guidata dal Guardian Grande Piergiorgio Millich. Solennità dell’Annunciazione del Signore, nei 1600 anni dal tradizionale dies natalis della città di Venezia e in unione spirituale con il Papa per l’atto di consacrazione della Russia e dell’Ucraina al Cuore Immacolato di Maria. I dalmati hanno partecipato all’evento celebrativo nei 1600 anni dal tradizionale dies natalis della città di Venezia e…

Condividi:
Leggi

Nascita ed evoluzione dei Liberi Comuni nell’associazionismo giuliano

“Nascita ed evoluzione dell’associazionismo giuliano dalmata e la nascita dei liberi Comuni in esilio di Zara, Fiume e Pola” è il tema che l’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia comitato di Milano ha affrontato giovedì 17 Marzo alle ore 18.  L’incontro come di consueto è stato possibile seguirlo  sulla pagina Facebook dell’associazione al seguente link https://www.facebook.com/groups/2559430654128300. Pubblichiamo il resoconto dell’incontro a cura di Claudio Fragiacomo, membro dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia comitato di Milano, che ringraziamo per la gentile concessione. di Claudio Fragiacomo «Ci è sembrato del tutto naturale dedicare una…

Condividi:
Leggi

Una voce da Toronto con Viviana Facchinetti

Viviana Facchinetti direttore de “L’Arena di Pola” , giovedì 10 Marzo alle ore 18.00 è stata ospite del consueto appuntamento settimanale all’Anvgd Comitato di Milano. Il tema dell’incontro “C’era una svolta” storie e memorie di emigrati giuliano-dalmati in Canada. Proponiamo qui di seguito un breve riassunto dell’incontro a cura di Claudio Fragiacomo, membro dell’Anvgd Comitato di Milano, che ringraziamo per la gentile concessione e assidua collaborazione. di Claudio Fragiacomo «C’era una sVolta è il suggestivo titolo di un libro che la giornalista e scrittrice Viviana Facchinetti ha realizzato nel 2004, a conclusione di…

Condividi:
Leggi

Rovigno e la sua fabbrica tabacchi

Rosanna Turcinovich direttrice de la “Voce di Fiume”, giovedì 3 Marzo alle ore 18, ha affrontato il tema “Rovigno e la fabbrica tabacchi”. L’incontro seguito anche  all’indirizzo della pagina facebook dell’associazione al seguente link https://www.facebook.com/groups/2559430654128300. All’incontro partecipa Claudio Giraldi esule da Fasana. Pubblichiamo un resoconto dell’incontro a cura di Rosanna Turcinovich, membro dell’Anvgd Comitato di Milano, che ringraziamo per la gentile concessione. di Rosanna Turcinovich «Propongo la consueta breve presentazione della conferenza di giovedì 3 Marzo,  tenuta da Rosanna Turcinovich . Per questo motivo, a chi legge queste righe, viene offerta…

Condividi:
Leggi

La cultura dalmata alle conferenze dell’Anvgd di Milano

Un’ampia disanima sulla cultura dalmata è stata quella presentata da Marino Micich giovedì 24 Febbraio alla consueta Conferenza del Giovedì del Comitato ANVGD di Milano. Presente oltre al  direttore dell’archivio Museo storico di Fiume, Marino Micich anche il presidente Aidm-Lcze (Associazione Dalmati Italiani nel Mondo – Libero Comune di Zara in Esilio) Toni Concina. Pubblichiamo qui di seguito il resoconto dell’incontro a cura di Claudio Fragiacomo membro del Comitato Anvgd di Milano, che ringraziamo per la gentile concessione. Claudio Fragiacomo «Un’ampia disanima sulla cultura dalmata è stata quella presentata da Marino Micich…

Condividi:
Leggi

Come si arrivò alla marcia su Roma?

Si è svolto  giovedì 3 Febbraio, alle ore 18.00, l’incontro settimanale dell’Anvgd del Comitato di Milano. Tema dell’incontro “Cent’anni fa Mussolini al potere. Come si arrivò alla Marcia su Roma” tenuta dal Prof. Giuseppe Parlato Universita’ Studi Internazionali di Roma. All’incontro sarà presente anche prof. Davide Rossi Università degli Studi di Trieste. L’incontro è stato  seguito alla pagina facebook dell’associazione Anvgd di Milano cliccando sul seguente link “https://www.facebook.com/groups/2559430654128300“. Pubblichiamo qui di seguito il riassunto dell’incontro a cura di Claudio Fragiacomo, membro dell’Anvgd Comitato di Milano, che ringraziamo per la gentile…

Condividi:
Leggi

Presentato il volume “Chiudere il cerchio”

Chiudere il cerchio” è il primo volume di Guido Rumici , docente e storico, presentato giovedì 17 Febbraio, alle ore 18.00 all’incontro settimanale dell’Anvgd Comitato di Milano. L’incontro è stato seguito  alla pagina facebook dell’associazione al seguente indirizzo https://www.facebook.com/groups/2559430654128300. Pubblichiamo qui di seguito una sintesi relativa alla storia poco conosciuta di Antonio Grabrar sintesi  tratta dal libro di Guido Rumici a firma Anna Maria Crasti del Comitato di Milano Anvgd che ringraziamo per la gentile concessione. di Anna Maria Crasti « È Antonio Grabar. Parenzo ricorda ai posteri che Antonio Grabar ribelle…

Condividi:
Leggi

In ricordo di Francesco Paolo Fulci il nostro indimenticabile Ambasciatore

Pubblichiamo articolo scritto da Claudio Antonelli, che ringraziamo per la gentile concessione, in ricordo dell’Ambasciatore Francesco Paolo Fulci scomparso il 21 Gennaio scorso di Claudio Antonelli La morte dell’Ambasciatore Francesco Paolo Fulci suscita in chi l’ha conosciuto un sentimento di profondo rimpianto, e anche di solitudine. Soprattutto a noi, italiani d’oltreoceano, mancherà la sua magnifica presenza che da lontano continuava idealmente a confortarci e ad ispirarci. Una delle prime volte che lo incontrai – Fulci fu ambasciatore d’Italia ad Ottawa dal 1980 al 1985 – mi disse: “Ho sempre cercato di inculcare…

Condividi:
Leggi

Cronaca delle baracche di Nelida Milani

“Cronache delle baracche” di Nelida Milani è il tema che l’Anvgd Comitato di Milano,  ha affrontato  giovedì 20 Gennaio alle ore 18.00. L’incontro è stato seguito anche tramite pagina facebook dell’associazione al seguente link https://www.facebook.com/groups/2559430654128300. All’incontro hanno preso parte il prof. Mauro Sambi professore ordinario di chimica dell’Università di Padova e curatore dell’opera di Nelida Milani e Beppe Cantele direttore della Ronzani Editore. Pubblichiamo un breve riassunto della conferenza a cura di Claudio Fragiacomo che ringraziamo per la gentile concessione. «Vi confesso, cari lettori, che il compito che mi prefiggo…

Condividi:
Leggi

Anvgd Milano presenta “La città della memoria”

“La città della memoria” storie di vita di esuli da Zara nel secondo dopoguerra, è il tema dell’incontro settimanale dell’Anvgd del Comitato di Milano che si è svolto giovedì 13 Gennaio, alle ore 18.00. L’incontro come di consueto è stato  seguito alla pagina facebook dell’associazione al seguente link https://www.facebook.com/groups/2559430654128300. Alla presentazione del libro ha partecipato  l’autrice dottoressa Francesca Gambaro ed interverranno Toni Concina presidente Adim-Libero Comune di Zara in esilio, Alessandro Cuk vicepresidente nazionale Anvgd ed Elisabetta Barich segretario generale Adim-Lcze. Qui di seguito pubblichiamo un breve riassunto dell’incontro a cura…

Condividi:
Leggi

Le casermette centro raccolta profughi a Torino

Pubblichiamo il ricordo di Vieri Cvetnich Margarit, esule di Fiume, arrivato in Italia ha provato l’esperienza del campo profughi. Al suo arrivo ha soggiornato al centro raccolta profughi di Torino, conosciuto con il nome di Casermette. «Sono Vieri, nato Fiume l’11 Gennaio 1946 e, come tanti altri Giuliani o Dalmati, ho vissuto l’esperienza del C. R. P. ovverosia i “Centri di Raccolta Profughi dal mio arrivo in Italia, nel mese di Ottobre 1948 e fino a fine 1955. Vieri è il mio nome, che ho scoperto essere italiano e molto antico (XIII sec.),…

Condividi:
Leggi

L’Epifania tutte le feste si porta via

Pubblichiamo articolo apparso su sito Anvgd a firma Denis Visentin che ringraziamo per la gentile concessione. Proponiamo il calendario degli usi e dei costumi osservati in alcune località della penisola istriana nel periodo che va da Sant’Andrea (30 novembre) all’Epifania (6 gennaio) Un Avvento 2020 indubbiamente diverso rispetto agli anni passati, fortemente condizionato dalla pandemia da Covid-19, che in certo qual modo ha tirato il freno allo spirito consumistico, particolarmente accentuato in questo periodo dell’anno, al punto da far perdere di vista le tradizioni, quelle più genuine. Ne rispolveriamo alcune…

Condividi:
Leggi

Conferenza sulla storia del confine orientale ed il mondo della scuola

“Storia del Confine Orientale e il mondo della scuola” è il nuovo tema affrontato dalla dottoressa Caterina Spezzano, dirigente tecnico Sistema Educativo, proposto  dall’Anvgd Comitato di Milano, giovedì 16 Dicembre, alle ore 18.00.  All’incontro hanno partecipato la Prof.ssa Maria Luisa Salagani – Dirigente dell’IC Sabatini, la Prof.ssa Maria D’Urzo, la Prof.ssa Tommasina Barilla, la Prof.ssa Cinzia Torcasio e Graziella Cazzaniga Palermo Presidente AIPI LCPE. L’incontro è stato  possibile seguirlo alla pagina Fb dell’associazione al seguente indirizzo ” https://www.facebook.com/groups/2559430654128300“ Pubblichiamo un resoconto dell’incontro a cura di Claudio Fragiacomo che ringraziamo per la gentile…

Condividi:
Leggi