30 marzo 2004, la Legge 92 istituisce il Giorno del Ricordo

Fonte: https://www.anvgd.it/30-marzo-2004-la-legge-92-istituisce-il-giorno-del-ricordo/ di Lorenzo Salimbeni Ci sono date che per il confine orientale italiano hanno rappresentato una cesura dal resto della storia nazionale, a partire dall’8 settembre 1943. Una giornata che oggi tende ad essere sempre più ricordata come l’inizio della Resistenza omettendo che, come acutamente notato da Ernesto Galli Della Loggia, si trattò della morte della Patria, una morte che si consumò soprattutto in Venezia Giulia, a Fiume ed in Dalmazia, ove il collasso politico, militare ed istituzionale dello Stato sabaudo significò dare il via libera ai partigiani comunisti…

Condividi:
Leggi

A La Spezia il cuore dei bersaglieri

Entusiasmo, commozione e tanta, tanta allegria: questo, in sintesi è stato il 70° Raduno nazionale bersaglieri tenuto a La Spezia dal 22 al 28 Maggio. La sfilata, domenica 28, che ha concluso la gioiosa manifestazione è stata animata da fanti piumati giunti da tutte le regioni d’Italia comprese le sezioni molto applaudite dal pubblico delle province emiliane colpite dall’alluvione. Divisi in otto scaglioni sono sfilati davanti al palco delle autorità, allestito sul lungo mare Viale Italia, tra gli altri, i sindaci dei Comuni limitrofi al capoluogo spezzino; i Gonfaloni Comune…

Condividi:
Leggi

Pola, Fiume e Zara hanno aperto la sfilata del 94° raduno degli Alpini

Fonte https://www.anvgd.it/pola-fiume-e-zara-hanno-aperto-la-sfilata-del-94-raduno-degli-alpini/ di Lorenzo Salimbeni Una grande manifestazione nonostante le condizioni meteo non sempre delle migliori. L’orgoglio di veder marciare unità operative che tengono alto il nome dell’Italia nelle missioni internazionali. Il senso di appartenenza che porta a ritrovarsi tra canti, bevute e momenti di riflessione migliaia di penne nere, le quali, dopo una carriera militare o solamente alcuni mesi di naja, conservano uno spirito di corpo che si manifesta in azioni di volontariato e di solidarietà nella Protezione Civile. Il pubblico che assiste con simpatia e riconoscenza al passaggio di reparti,…

Condividi:
Leggi

I Gruppi alpini di Fiume, Pola e Zara si preparano per il raduno di Udine

Domenica 12 marzo si è svolta l’assemblea dei delegati della Sezione di Venezia dell’Associazione Nazionale Alpini, alla quale afferiscono i Gruppi di Zara, Fiume e Pola, presenti all’evento con i loro gagliardetti, immortalati in queste fotografie scattate lo scorso 10 Febbraio presso il Monumento nazionale della Foiba di Basovizza. Come ogni anno, in occasione della novantaquattresima adunata nazionale degli Alpini che si terrà a Udine l’11, 12, 13 e 14 maggio, i Gruppi alpini di Zara, Pola e Fiume ricorderanno con una Santa Messa i loro alpini “andati avanti” ed…

Condividi:
Leggi

Il 4 novembre 1918 completò il Risorgimento per gli italiani dell’Adriatico orientale

Nella ricorrenza del 4 novembre, Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate, l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia intende ricordare che l’epilogo della Prima guerra mondiale segnò finalmente il ricongiungimento con il resto d’Italia per Trieste, Gorizia e l’Istria e, grazie a successivi accordi diplomatici, anche per Fiume e Zara. Si trattava di località abitate in prevalenza da italiani e la città di Fiume il 30 ottobre 1918 aveva addirittura proclamato l’annessione al Regno d’Italia appellandosi al principio di autodeterminazione dei popoli. Il 4 novembre 1918 segnò non solo la…

Condividi:
Leggi

Mons. Milan Zgrablic è il nuovo arcivescovo di Zara

S.E. Mons. Zgrablić ha origini istriane, è nato a Pisino il 29 Agosto 1960 come quinto figlio nella famiglia di Josip e sua madre Josip Zgrablic. Ha terminato la scuola primaria a Pisino nel 1976 e le prime due classi della scuola secondaria nel Seminario episcopale di Pisino. Il suo vescovo, mons. Dragutin Nežić lo mandò al seminario Zmajević di Zara. Qui frequentò la terza e la quarta elementare e superò l’esame di immatricolazione nel 1980. Dal 1980 al 1986 studiò teologia al Collegio Teologico di Fiume dove ricevette la…

Condividi:
Leggi

Anvgd Milano presenta “La città della memoria”

“La città della memoria” storie di vita di esuli da Zara nel secondo dopoguerra, è il tema dell’incontro settimanale dell’Anvgd del Comitato di Milano che si è svolto giovedì 13 Gennaio, alle ore 18.00. L’incontro come di consueto è stato  seguito alla pagina facebook dell’associazione al seguente link https://www.facebook.com/groups/2559430654128300. Alla presentazione del libro ha partecipato  l’autrice dottoressa Francesca Gambaro ed interverranno Toni Concina presidente Adim-Libero Comune di Zara in esilio, Alessandro Cuk vicepresidente nazionale Anvgd ed Elisabetta Barich segretario generale Adim-Lcze. Qui di seguito pubblichiamo un breve riassunto dell’incontro a cura…

Condividi:
Leggi

Anvgd di Milano presenta “La città della memoria”

“La città della memoria” storie di vita di esuli da Zara nel secondo dopoguerra, è il tema dell’incontro settimanale dell’Anvgd del Comitato di Milano che si svolgerà giovedì 13 Gennaio, alle ore 18.00. L’incontro potrà essere seguito alla pagina facebook dell’associazione al seguente link https://www.facebook.com/groups/2559430654128300. Alla presentazione del libro parteciperà l’autrice dottoressa Francesca Gambaro ed interverranno Toni Concina presidente Adim-Libero Comune di Zara in esilio, Alessandro Cuk vicepresidente nazionale Anvgd ed Elisabetta Barich segretario generale Adim-Lcze.

Condividi:
Leggi

Zara una piccola città con una storia più grande di lei

“Zara una piccola città con una storia più grande di lei” è il tema dell’incontro che si terrà giovedì 29 Aprile, alle ore 17.30 in diretta facebook sulla pagina (https://www.facebook.com/groups/2559430654128300) dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (Anvgd) . Relatore dell’incontro è la professoressa Adriana Ivanov Danieli. L’evento vuole anche essere un omaggio alla figura di Lucio Toth  (nato 30 Dicembre 1934, a Zara e morto il 27 Aprile 2017 a Roma) senatore  ed esponente della Democrazia Cristiana a Napoli. Dal 1992 al 2013 fu anche  presidente dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. 

Condividi:
Leggi

Progetto “Dante Adriaticus” per riscoprire l’italianità adriatica

Dante aveva concepito un’Italia  come una regione in cui si parlava una medesima lingua, osservata nella varietà dei suoi dialetti nel De vulgari eloquentia, in cui si fa menzione anche dell’istrioto. Un’Italia concepita nella Divina Commedia “com’a Pola presso del Carnaro, ch’Italia chiude e suoi termini bagna”, con riferimento alla necropoli romana di Pola, che l’illustre poeta ebbe quasi sicuramente modo di vedere durante un soggiorno istriano. Nel periodo risorgimentale, in cui la lingua italiana rappresentava una componente fondamentale nella ricerca di un’identità ancora da perfezionare, Dante diventò icona nazionale…

Condividi:
Leggi

Zara, 2 Novembre 1943 l’inizio della distruzione

Elisabetta Barich Generale Associazione Dalmati Italiani nel Mondo-Libero Comune di Zara in esilio, è orgogliosa delle sue origine zaratine, terra di origine della sua famiglia. In questo articolo racconta la tragica sorte che toccò alla città di Zara dal 1943 al 1944, quando la città di Zara pur non essendo un obiettivo militare fu oggetto di ben 54 bombardamenti che rasero al suolo la città e uccisero migliaia di civili di Elisabetta Barich.   E’ il 2 Novembre 1943, in tutta Europa infuria la guerra, nel cielo sopra Zara gli abitanti…

Condividi:
Leggi