Rijeka, oggi Fiume, e i fatti del 3 Maggio

Annamaria Crasti, esule istriana, riporta in poche righe il dolore ed il sentimento che ancora oggi, è vivo in molti fiumani e dalmati, oggi  in Italia.  In poche parole trasmette  lo smarrimento  che colpì il popolo fiumano e dalmato all’alba del 3 Maggio 1945.  In questo breve resoconta  ricorda solo alcune delle tante vittime del regime di Tito. di Annamaria Crasti «”Niente’altro che furore di popolo: di questo si è trattato” dichiarò la propaganda titina . Dopo che triestini ,polesani, istriani e fiumani , indifesi, a guerra finita avevano subito “la cattiveria…

Condividi:
Leggi

Il dramma delle popolazioni del Litorale Adriatico durante la Grande Guerra

Proseguono gli incontri settimanali all’associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (Anvgd) di Milano, causa contenimento virus di Wuhan, in diretta  facebook alla pagina dell’associazione (https://www.facebook.com/groups/2559430654128300). Tema dell’incontro di oggi, giovedì 8 Aprile, ore 17.30 “Il dramma sconosciuto delle popolazioni del Litorale Adriatico durante la Grande Guerra” relatore Claudio Giraldi. 

Condividi:
Leggi

Ruolo del partito Comunista Italiano e la questione Venezia Giulia

Mercoledì 9 Dicembre alle ore 17, in diretta facebook, si è svolto un nuovo incontro dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia sulle tormentate vicende del confine orientale italiano. Relatore Claudio Giraldi che ha affrontato il tema “Ruolo del partito Comunista Italiano e la questione Venezia Giulia”  di Claudio Giraldi Ancora disorientati dalle ripercussioni politiche del Patto Ribbentrop Molotov (tra la Germania nazista e l’Unione Sovietica) sia i comunisti slavi che quelli italiani mantennero un profilo basso sulle questioni militari relative all’occupazione della Jugoslavia. Tutto cambiò dopo la dichiarazione di guerra della…

Condividi:
Leggi

Olgiate Olona un monumento in ricordo dei caduti della Prima Guerra Mondiale

 C’è una pietra volta a commemorare un evento tragico. E c’è un numero, il 50, quello di chi in quella tragedia perì. Anche il comune di Olgiate Olona metterà il suo frammento nella realizzazione di un monumento ai caduti durante la Prima guerra mondiale che il comune di Biella intende realizzare. “L’amministrazione di Olgiate Olona – si legge in una nota diffusa dal comune- ha accettato l’invito del sindaco di Biella Claudio Corradino di partecipare alla realizzazione di un monumento a ricordo dei caduti della Prima guerra mondiale costituito da…

Condividi:
Leggi