Treno del Ricordo: da Trieste a Taranto per non dimenticare

“Il Treno del Ricordo 2024” rientra nell’ambito delle commemorazioni programmate dal Comitato di coordinamento per le celebrazioni del “Giorno del Ricordo”, istituito presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, e fa parte dei progetti connessi al ventesimo anniversario dell’approvazione della Legge 30 marzo 2004, n. 92. Il viaggio iniziato sabato 10 febbraio, Giorno del Ricordo, nella Stazione Centrale di Trieste, binario 1, dove il Treno sarà inaugurato e proseguirà nelle altre stazioni secondo il seguente calendario: 10 febbraio Trieste centrale, binario 1 (inaugurazione con successiva apertura al pubblico dalle ore 14:30 fino alle ore 18:00,…

Condividi:
Leggi

Rossi: «Il Partito Comunista sosteneva linee strategiche antitetiche agli interessi nazionali»

Davide Rossi – Università degli Studi di Trieste – fonte https://www.anvgd.it/rossi-il-partito-comunista-sosteneva-linee-strategiche-antitetiche-agli-interessi-nazionali/ Intervento di Davide Rossi (Professore di Storia e Tecnica delle costituzioni europee presso l’Università degli Studi di Trieste) in occasione della Celebrazione del “Giorno del Ricordo” – Palazzo del Quirinale, 09/02/2024 «Consummatum est» è il lapidario turbamento che Pietro Nenni annota nel diario personale dopo la firma del Trattato di Pace, avvenuta esattamente il 10 febbraio di 77 anni or sono. Il dibattito che si aprì in Costituente per la ratifica fu caratterizzato da una forte tensione, che mescolava…

Condividi:
Leggi

Italia sull’orlo della guerra per Trieste Novembre 1953

“L’Italia sull’orlo della guerra per Trieste: gli incidenti del Novembre 1953” è il tema che verrà affrontato, giovedì 2 Novembre, alle ore 18.15 dal Comitato di Milano dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. Ospite dell’incontro Michele Pigliucci Università di Roma. E’ possibile seguire l’evento alla pagina facebook dell’Associazione al seguente link ..https://www.facebook.com/groups/2559430654128300/

Condividi:
Leggi

26 ottobre 1954, il ritorno dell’Italia a Trieste e la perdita dell’Istria

Fonte: https://www.anvgd.it/26-ottobre-1954-il-ritorno-dellitalia-a-trieste-e-la-perdita-dellistria/ di Lorenzo Salimbeni Il 26 ottobre del 1954 la Seconda guerra mondiale finì veramente a Trieste: entrò in vigore il Memorandum di Londra e l’amministrazione civile italiana subentrò a quella militare anglo-americana che per 7 anni aveva esercitato il suo potere sulla Zona A del mai costituito Territorio Libero di Trieste. L’8 settembre 1943 tantissimi soldati e civili sentendo l’annuncio dell’Armistizio alla radio pensarono «La guerra è finita!» ma non era così, tanto meno a Trieste, ove presero rapidamente il controllo della situazione le truppe tedesche che instaurarono…

Condividi:
Leggi

Varese: centenario di monsignor Pasquale Macchi

Nel novembre del 1923 nasceva a Varese monsignor Pasquale Macchi: 100 anni dopo la sua figura viene ricordata con iniziative e celebrazioni. «In questo anniversario importante – spiega monsignor Luigi Panighetti, prevosto della Città – desideriamo fare memoria di monsignor Macchi come segretario di Paolo VI, arciprete del Sacro Monte di Varese e Arcivescovo di Loreto. Don Pasquale ha saputo vivere e operare con le caratteristiche del prete ambrosiano. Ha servito la Chiesa in momenti di grande cambiamento. La sua opera infaticabile come esecutore testamentario di papa Montini ha permesso…

Condividi:
Leggi

Anvgd Milano: “la questione di Trieste”

L’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, comitato di Milano, giovedì 26 Ottobre, alle ore 18.00 ha organizzato l’incontro sul tema “1953-1954: quando la questione di Trieste infiammava gli italiani”, per ricordare il ritorno di Trieste all’Italia. Presente l’avvocato Paolo Sardos Albertini presidente della Lega Nazionale. E’ possibile seguire l’incontro alla pagina facebook dell’associazione collegandosi al seguente link…. https://www.facebook.com/groups/2559430654128300/

Condividi:
Leggi

I 40 giorni di Trieste

Pubblichiamo articolo a firma di Annamaria Crasti, vice presidente dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, che ringraziamo per la gentile concessione. Lo scritto ripercorre i 40 giorni di Trieste. Quando la Venezia Giulia venne posta sotto il controllo jugoslavo. Nel corso del 1944 il CLNAI- Comitato Liberazione Nazionale Alta Italia -(Valiani) ed il CLN di Trieste (Don Marzari) non avevano avuto una mutua piena comprensione, tutt’altro……. Il CLNAI era fortemente ispirato dai comunisti, ed in più riprese aveva accondisceso nei colloqui con gli esponenti sloveni alle rivendicazioni territoriali slovene (Trieste,…

Condividi:
Leggi

12 giugno 1945: a Trieste il sole splendeva

di Annamaria Crasti Pubblichiamo articolo di Annamaria Crasti -vice presidente Anvgd (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia) comitato di Milano sui fatti del 12 Giugno 1945 sulla liberazione di Trieste. “Verso la fine di maggio 1945, a Trieste si incomincia a sussurrare che Tito si ritirerà da Trieste, Gorizia e Pola. Il 12 giugno a Trieste si festeggia con entusiasmo l’allontanamento delle truppe di Tito ed il subentro di quelle alleate. Tito aveva compreso che lo avrebbero  costretto ad abbandonare la città e aveva voluto lasciare, oltre ad uffici commerciali…

Condividi:
Leggi

Lega Nazionale e Anvgd hanno ricordato Bartoli, sindaco di Trieste nel dopoguerra

Fonte https://www.anvgd.it/lega-nazionale-e-anvgd-hanno-ricordato-bartoli-sindaco-di-trieste-nel-dopoguerra/ di Lorenzo Salimbeni A cinquant’anni dalla morte, Gianni Bartoli, il Sindaco di Trieste nell’immediato terribile dopoguerra, è stato ricordato da una conferenza organizzata dalla Lega Nazionale, dal Comitato provinciale dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e dall’associazione culturale Studium Fidei. Ha portato un saluto il Presidente dell’Anvgd Renzo Codarin, che è stato ringraziato dalle figlie del popolare “Gianni lagrima” per essere stato tra i primi ad adoperarsi per commemorare la ricorrenza. Sono intervenuti anche l’assessore comunale e Deputato Nicole Matteoni e l’assessore regionale Pierpaolo Roberti, i quali, ancora…

Condividi:
Leggi

I luoghi del ricordo: Trieste e il Magazzino 18

“I luoghi del ricordo: Trieste e il Magazzino 18” è il tema dell’incontro settimanale che avrà luogo, giovedì 4 Maggio, alle ore 18.00, organizzato dall’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (Anvgd) Comitato di Milano. Interverranno all’incontro: Greta Tolentino, iscritta al corso di laurea in Scienza Politiche presso l’Università degli Studi di Milano, Luca Rossi, studente universitario iscritto al corso di laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano ricorderanno il loro viaggio nei luoghi del ricordo. All’incontro saranno presenti le professoresse Raffaella Venturi e Raffaella…

Condividi:
Leggi

L’effimera liberazione di Trieste il 30 aprile 1945

Fonte: https://www.anvgd.it/leffimera-liberazione-di-trieste-il-30-aprile-1945/ di Lorenzo Salimbeni Quello che sull’onda dell’avanzata degli Alleati avvenne in gran parte dell’Italia settentrionale nelle giornate a ridosso del 25 aprile 1945, con l’insurrezione ovvero con l’entrata nei grandi centri urbani delle formazioni partigiane operative nel territorio, a Trieste si verificò il 30 aprile. Da poco fatto evadere dalle carceri cittadine, fu don Marzari a guidare il Comitato di Liberazione Nazionale di Trieste nel combattimento decisivo contro i tedeschi che nel capoluogo giuliano erano stati presenti per quasi due anni in maniera ancor più invasiva rispetto al…

Condividi:
Leggi

Il nuovo Vescovo di Trieste ricorda anche le vittime delle foibe

Fonte: https://www.anvgd.it/il-nuovo-vescovo-di-trieste-ricorda-anche-le-vittime-delle-foibe/ Una Chiesa “famiglia di famiglie”, capace di ascolto e corresponsabilità, e insieme complicità e pazienza. Una Chiesa capace di annunciare la novità del Vangelo. Una Chiesa che prega per la pace e le vittime di ogni violenza. Sono stati questi alcuni dei principali passaggi dell’omelia del vescovo Enrico Trevisi nella Messa di ingresso in Diocesi di Trieste, celebrata nel pomeriggio di domenica 23 aprile nella Cattedrale di San Giusto.  L’affidamento al Santuario di Monte Grisa Un insediamento iniziato al Santuario mariano “Maria Madre e Regina” di Monte Grisa che il…

Condividi:
Leggi

La nuova statua di Antonio Santin nel cuore di Trieste

Fonte https://www.anvgd.it/la-nuova-statua-di-antonio-santin-nel-cuore-di-trieste/ di Lorenzo Salimbeni È stata inaugurata questa mattina, sabato 18 Marzo, da Monsignor Giampaolo Crepaldi e dal Vicesindaco Serena Tonel la nuova statua bronzea di Antonio Santin, Vescovo di Trieste negli anni più difficili del Novecento per il capoluogo giuliano. Nato a Rovigno d’Istria nel 1895, Santin conosceva la natura complessa di questo territorio e cercò di essere il Vescovo di tutti, a Fiume prima e soprattutto a Trieste, la città in cui Benito Mussolini proclamò le leggi razziali. Come già in precedenza si era eretto dalla Cattedra di…

Condividi:
Leggi

Italianità e sofferenze nei ricordi di Luigi Perini

Oggi qui facciamo memoria della firma del Trattato di Pace di Parigi 1947 e dell’Esodo da Pola, che lasciarono in 28.000 su 30.000 persone, e del primo viaggio del piroscafo Toscana da Pola in Italia e sotto la neve. In 350.000 abbandonammo l’Istria, Fiume, Dalmazia e Isontino e fummo dispersi in 109 Campi Profughi lasciando alle nostre spalle oltre 15.000 morti (la cifra di 350.000 Esuli fu detta da Tito in un discorso a Pristina). Tutto abbiamo abbandonato: case, beni, lavoro, sicurezza, morti ed addirittura il futuro, ED UNICAMENTE PER…

Condividi:
Leggi

Vittime dimenticate della Shoah: il triestino Egone Brunner

Il nome di Egone Brunner risulterà sconosciuto alla maggioranza dei lettori. Eppure, parliamo di un raffinato scrittore di origine ebraica, triestino, appartenente alla famiglia Brunner, di cui la città giuliana ricorda, nella sua toponomastica, Guido, anch’egli in qualche modo imparentato con Egone. I duri anni della grande guerra, avevano visto la famiglia Brunner diversi in filo austriacanti e irredentisti italiani, mediante dure e sconvolgenti scelte di campo. Successivamente, nella prima metà degli anni ’20, i Brunner risultavano proprietari di cinque fabbriche, leader nell’industria tessile e della lavorazione del cotone. Una famiglia che…

Condividi:
Leggi

Le composizioni di Suppé dalla Dalmazia a Vienna passando per Trieste

Fonte: Comune di Trieste «Franz von Suppé: la sua permanenza a Trieste, le sue composizioni dalla Dalmazia a Vienna» è il titolo della conversazione di Rossana Poletti in calendario lunedì 16 gennaio alle ore 17.30, per il cartellone dei «Lunedì dello Schmidl», a cura di Stefano Bianchi, presso la Sala “Bobi Bazlen” al piano terra di Palazzo Gopcevich, nel segno della collaborazione tra il Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl” e la Sezione Friuli Venezia Giulia dell’Associazione Italia-Austria. Considerato il padre dell’operetta viennese, Suppé era in verità un italiano, anzi un dalmata di lingua veneta. Francesco Ezechiele Ermenegildo Suppé – Demelli nacque…

Condividi:
Leggi

Proiezione del film “Un anno di scuola” al cinema Ariston di Trieste

Venerdì 13 gennaio 2023 alle ore 15.30 al Cinema Ariston di Trieste verrà proiettato il film “Un anno di scuola” (1977) di Franco Giraldi con la partecipazione di Alessandro Marinuzzi, interprete del film e regista dello spettacolo “Quell’anno di scuola” in scena dal 10 al 15 gennaio alla sala Bartoli del Politeama Rossetti, dopo il grande successo ottenuto nelle rappresentazioni a novembre e dicembre. Due trasposizioni significative che hanno come radice comune il racconto di Giani Stuparich. Un’occasione importante per recuperare e riscoprire un film girato quasi interamente a Trieste…

Condividi:
Leggi

La Brigata Sassari nella Trieste liberata

Il professore Gianraimondo Farina, Dipartimento di Scienze storiche e filologiche Università del Sacro Cuore – sede di Brescia e vicepresidente del Circolo Culturale Sardegna di Monza, sarà ospite all’incontro settimanale dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (Anvgd) Comitato di Milano ed interverrà sul tema “Qui attendo il più bel battaglione del mondo” la Brigata Sassari nella Trieste liberata (1919-1924). L’incontro è possibile seguirlo alla pagina facebook dell’associazione al seguente indirizzo https://www.facebook.com/groups/2559430654128300/ (immagine facebook Anvgd Comitato di Milano)

Condividi:
Leggi

Una corsa per ricordare la storia

“Corsa del Ricordo” presentata lunedì 17 Ottobre, nella sede dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (Anvgd) Milano, sala conferenze, alla presenza di Edoardo Segna, Marco Contardi Presidente ASI (Associazione Sportive Sportive Sociali Italiane), Luca Montebelli responsabile comunicazione “Corsa del Ricordo” e Claudio Giraldi segretario generale Anvgd Comitato di Milano. La manifestazione sportiva avrà luogo domenica 30 Ottobre, con partenza alle 9.30 in contemporanea in quattro città italiane Roma, Trieste, Milano e San Vito dei Normanni. Obiettivo dell’evento è commemorare le vittime delle foibe e la tragedia dell’esodo delle popolazioni Giuliano-Dalmate. La…

Condividi:
Leggi

Trieste 26 Ottobre 1954 in Piazza Unità

Pubblichiamo articolo di Anna Maria Crasti Consigliere nazionale Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, che ringraziamo per la gentile concessione, il ricordo del 26 Ottobre 1954, trascorsi più di 60 anni, ma ancora vivo per chi lo ha vissuto. «È la mattina del 26 ottobre 1954. Tanti, tantissimi si sono alzati all’alba; molti non sono riusciti a dormire. Sono arrivati con i treni della notte da Roma Milano Torino Fertilia, da ogni angolo d’Italia in cui oramai vivono. E non sono solo adulti, vi sono tanti giovani ragazzi e ragazzini, devono esserci…

Condividi:
Leggi

In via Cavana la “Madonna Addolorata” veglia sui triestini

Trieste città dalla lunga storia che ha vissuto la violenza prima nazista e poi comunista, racchiude in sé anche valori profondi di fede cristiana. Un simbolo che rappresenta il passaggio dalla sofferenza alla pacificazione è la cappella situata nella centrale via Cavana, conosciuta come la “cappella della riconciliazione”. Il vescovo di Trieste, Giampaolo Crepaldi, ha dato alle stampe con l’editore Palumbi, “La cappella Madre della riconciliazione”, un agile volumetto nel quale descrive i quadri che fanno da cornice ad un toccante dipinto della Madonna Addolorata. Il volume è un viaggio…

Condividi:
Leggi

Globalismo e globalizzazione: il mondo dopo la pandemia

Proponiamo l’intervento “Globalismo e globalizzazione: il mondo dopo la pandemia”  di S.E. Monsignor Giampaolo Crepaldi, pubblicato sul sito Osservatorio Internazionale Cardinale Van Thuan, che ringraziamo per la gentile concessione.  L’intervento è avvenuto, giovedì 19 Maggio,  alla conferenza online che verteva sul tema “Globalismo, sovranità e identità nazionale. Una riflessione dalla sfera politica, sociale ed economica” promosso dalla Facoltà di Diritto della Università Pontificia Argentina e diretto dal Prof. Daniel Passaniti. «In questa conversazione mi propongo di svolgere il mio intervento in due momenti. Dapprima cercherò di mettere a fuoco la corretta concezione della…

Condividi:
Leggi

4 maggio 1980: muore Tito, padre e padrone della Jugoslavia

Lorenzo Salimbeni –  Responsabile comunicazione Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. Il 4 maggio 1980 moriva il padre e padrone della Jugoslavia comunista, la quale gli sarebbe sopravvissuta una decina d’anni appena. Josip Broz “Tito” era stato l’unico collante della variegata repubblica federativa, che, dietro la patina della propaganda di regime, del culto della personalità dello statista croato e del mito della fratellanza dei popoli slavi del sud temprata dalla lotta resistenziale, in realtà manteneva profonde linee di frattura secondo le appartenenze nazionali. Le guerre degli anni Novanta successive all’implosione della Jugoslavia…

Condividi:
Leggi

Pro Patria incontra Trieste il 4 Maggio

Il primo scoglio ovvero il Lecco è stato superato. Adesso la Pro Patria vuole proseguire la sua scalata verso la promozione in cadetteria recandosi sul terreno del “Nereo Rocco” di Trieste dove mercoledì 4 maggio alle 20.30 sarà ospite della Triestina. Gli alabardati, squadra dal passato glorioso fatto anche di presenze in massima serie proprio come i tigrotti, si sono classificati al quinto posto con 55 punti al termine della stagione regolare. Un bottino conseguito grazie a 15 vittorie, dieci pareggi e tredici sconfitte con quarantuno reti segnate e altrettante…

Condividi:
Leggi

Trieste primo Maggio 1945

Pubblichiamo articolo di Annamaria Crasti, vicepresidente dell’Anvgd Comitato di Milano sui fatti del primo Maggio 1945 a Trieste. «Era il primo di maggio 1945. I Triestini, disperati, avevano capito che era successo quello che non avrebbero mai immaginato e voluto, sicuri com’erano che stavano arrivando da Ovest i neozelandesi. Che, però, erano stati fermati da una proposta di incontro fatta dai titini per accordarsi sull’arrivo a Trieste. I titini non si erano presentati … La corsa per Trieste era stata vinta da loro. Per prima cosa avevano occupato il bellissimo Palazzo della Prefettura…

Condividi:
Leggi

Basket il Varese inciampa contro il Trieste

Domenica scorsa Treviso, ora Trieste. Varese inciampa per la seconda giornata consecutiva in campionato e seconda in casa contro i giuliani per 76-92. Gli ospiti si prendono a loro volta la seconda vittoria di fila. La partita ha avuto un epilogo concitato culminato con l’esonero del tecnico bosino Johan Roijakkers reo di avere tenuto una condotta non in linea con lo spirito della società. Sarebbe infatti stato udito pronunciare nei confronti di alcuni giocatori parole irriguardose pur se con lo scopo di incitarli.   Un Keene come di consueto in ottima vena realizzativa non…

Condividi:
Leggi

Guglielmo Oberdan, irredentista, 20 Dicembre anniversario della sua impiccagione

di Annamaria Crasti Ricorre oggi, lunedì 20 Dicembre,  l’anniversario dell’impiccagione di Guglielmo Oberdan. Irredentista, convinto che la causa dell’italianita’ di Trieste, in quel lontano 1882, avesse bisogno di un martire. Oberdan, richiamato dall’Austria alle armi a causa dell’occupazione della Bosnia, non vuol combattere per l’Impero. Diserta e fugge nel Regno d’Italia. A Trieste i circoli irredentistici sono in fermento : si dovrebbero celebrare i 500 anni della “ dedizione” della città agli Asburgo. Gli irredentisti vogliono provocare un fatto eclatante, clamoroso che attiri l’attenzione del mondo intero su Trieste. L’atto clamoroso sarà l’uccisione dell’imperatore…

Condividi:
Leggi

La questione di Trieste

Tema della conferenza di giovedì 18 Novembre all’Anvgd Comitato di Milano “La questione di Trieste” relatore il prof. Raoul Pupo professore di Storia contemporanea all’Università degli Studi di Trieste, tra i massimi conoscitori dell’Esodo giuliano-dalmata e dei massacri delle foibe. Pubblichiamo una breve sintesi dell’incontro ad opera di Claudio Fragiacomo che ringraziamo per la gentile concessione.  di Claudio Fragiacomo. «Invitare il Prof. Pupo a parlare di un argomento attinente alla storia del Confine Orientale significa rivolgersi ad uno dei massimi esperti della materia. Ma non sempre il “luminare” è in grado…

Condividi:
Leggi

All’ Anvgd Milano si parla della questione di Trieste

Si svolgerà, giovedì 18 Novembre,  alle ore 18:00 , in diretta sulla pagina facebook Anvgd Milano “https://www.facebook.com/groups/2559430654128300”  che affronterà il tema “La questione di Trieste”.  Relatore dell’incontro  il prof. Raoul Pupo eminente storico triestino, professore di Storia contemporanea all’Università degli Studi di Trieste, tra i massimi conoscitori dell’Esodo giuliano-dalmata e dei massacri delle foibe (crediti Anvgd)

Condividi:
Leggi

Trieste, Dipiazza: «Massima attenzione alle vicende dell’Esodo»

Toni Concina, neo Presidente dell’Associazione Dalmati Italiani nel Mondo – Libero Comune di Zara in Esilio, ricevuto in Municipio dal Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza. Ribadita la massima attenzione sulle vicende dell’Esodo Cordiale e amichevole incontro questa mattina (venerdì 29 ottobre) nel salotto azzurro del Palazzo municipale, dove il sindaco Roberto Dipiazza ha ricevuto Antonio, “Toni”, Concina, il neo presidente dell’Associazione Dalmati Italiani nel Mondo e sindaco del Libero Comune di Zara in Esilio. Il sindaco Dipiazza si è congratulato con il presidente Concina per la significativa elezione al vertice…

Condividi:
Leggi

Comitato 15 Ottobre in attesa di una risposta governativa sfila in corteo

Pubblichiamo un comunicato emesso dal “Comitato 15 Ottobre” che mercoledì 27 Ottobre sfilerà pacificamente in corteo fino all’oleodotto europeo, in attesa che il Governo risponda alle loro richieste avanzate nell’incontro avvenuto sabato 23 Ottobre con il ministro Stefano Patuanelli. «Lunedì 25 ottobre il Coordinamento ha appreso del rinvio del Consiglio dei Ministri a giovedì prossimo e ribadisce che resta in attesa di una comunicazione formale da parte del Governo, a cui il ministro Stefano Patuanelli si è impegnato a riferire nella prossima seduta le richieste scaturite dall’incontro che ha avuto…

Condividi:
Leggi

Era il 26 Ottobre 1954 Trieste ritornava all’Italia

Pubblichiamo un breve articolo riguardante il giorno del 26 Ottobre 1954, quando Trieste ritorna all’Italia. Ringraziamo per la gentile concessione l’esule istriana Anna Maria Crasti, oggi residente  a Cernusco sul Naviglio,  per aver riportato in poche righe le sensazioni e il sentimento di quel giorno.  Era il 26 Ottobre 1954, sono trascorsi ben 67 anni ,  ma per Anna Maria Crasti, esule istriana, originaria di Orsera Comune italiano situato in Istria, così come per molti altri istriani, il ricordo di quel giorno è ben impresso nella memoria.  di Anna Maria…

Condividi:
Leggi

Trieste e green pass le osservazioni della Fondazioni dell’Osservatorio Card. Van Thuân

Proponiamo dichiarazione dell’Osservatorio Card. Van Thuân, sui fatti di Trieste e dell’entrata in vigore del “Green pass”  a firma del giornalista Stefano Fontana, che ringraziamo per la gentile concessione. «I fatti accaduti lunedì 12 ottobre a Trieste, unitamente a quelli capitati a Roma qualche giorno prima, vanno considerati come eventi apicali di un lungo periodo di pressione del potere politico sulla società e sui cittadini italiani. Il disagio e la sofferenza di molti è dovuta al nuovo autoritarismo sanitario, sociale e politico che interviene a bloccare la vita sociale e…

Condividi:
Leggi

Coordinamento 15 Ottobre annullate manifestazioni 22 e 23 Ottobre a Trieste

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del “Coordinamento 15 Ottobre” di Trieste. La protesta pacifica che viene proposta merita di essere segnalata «In nome del senso di responsabilità che ha contraddistinto ogni iniziativa contro il green pass e l’obbligo vaccinale attuata finora, il Coordinamento 15 ottobre ha deciso di annullare il corteo ed il raduno in programma rispettivamente per venerdì 22 e sabato 23 ottobre a Trieste. Dopo aver ottenuto l’autorizzazione da parte della Questura per entrambi gli eventi, il Coordinamento ha infatti ricevuto nel corso della giornata odierna ripetute, verificate…

Condividi:
Leggi

Trieste “Americana” tra versi e altra letteratura

Proseguono gli incontri del Comitato di Milano dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. Giovedì 21 Ottobre alle ore 18.00, incontro con il professore Giorgio Baroni dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. L’incontro avrà come tema “Trieste americana tra versi e altra letteratura”. L’evento sarà possibile seguirlo tramite collegamento alla pagina Facebook dell’associazione, qui di seguito il link https://www.facebook.com/groups/2559430654128300.

Condividi:
Leggi

Green pass, l’onda dei portuali di Trieste invade l’Italia

Alle misuratissime notizie della maggioranza dei giornali sulla protesta contro il green pass sostenuta dai lavoratori del porto di Trieste, oltre che di Genova e Ancona, sopperiscono i giornali online e le televisioni locali che stanno dando ampia copertura su ciò che accade. È il caso dell’emittente triestina “Triesteprima.it” che in un servizio (fatto girare su facebook e che riprendiamo per i nostri lettori) documenta la strategia che intendono perseguire i lavoratori triestini, i quali affermano che il Governo è oggi consapevole di quanto costi una giornata di astensione dal…

Condividi:
Leggi

Nobile gesto di solidarietà dei lavoratori del porto di Trieste

Venerdì 15 Ottobre, entrerà in vigore l’obbligo di green-pass per i lavoratori pubblici e privati. Il clima come si è visto in molte piazze italiane sabato 9 Ottobre è stato incandescente. Non lo sarà di meno a Trieste. Dove già ieri lunedì 11 Ottobre, i portuali sono scesi in corteo per ribadire il loro no al green pass. Anche il tentativo del Governo di ammansirli dando loro la possibilità di lavorare senza green pass ma con l’utilizzo dei campioni gratuiti offerti dalle società operanti nel porto non ha sortito l’effetto…

Condividi:
Leggi

Monsignor Crepaldi, arcivescovo di Trieste: ripartire, si, ma con fede e ragione

Monsignor Giampaolo Crepaldi Arcivescovo di Trieste nel corso di un incontro a Bologna presso i Padri Domenicani ha tenuto la seguente relazione che offriamo per il suo premiante contenuto ai nostri lettori. «Vorrei iniziare questo mio breve intervento prendendo spunto dalle parole del titolo che ci è stato indicato: “Ripartire con coraggio e fede”. Nella situazione che tutti abbiamo vissuto e stiamo ancora vivendo, la parola “ripartire” è stata utilizzata da molte parti e in vari sensi. Spesso è diventata una parola magica e abusata nello stesso tempo, con la…

Condividi:
Leggi

Trieste, Bancarella in scena arte, cultura e tecnologia

A Trieste in questi giorni dal 23 al 26 Settembre si svolge “La Bancarella”, il salone del libro dell’Adriatico Orientale. Ieri, venerdì 24 Settembre, si è svolto un incontro nel quale si è affrontato il tema della memoria e dell’esodo e della loro divulgazione ai giorni nostri. Utilizzando strumenti che attingono dal mondo della tecnologia. Proponiamo il video dell’incontro.

Condividi:
Leggi

A Trieste è tempo di Bancarella

Il Centro di Documentazione Multimediale della cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata ha presentato il palinsesto degli eventi della Bancarella 2021: Salone del libro dell’Adriatico Orientale, organizzata in collaborazione con il comitato provinciale di Trieste dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e prevista nel capoluogo giuliano in Piazza Sant’Antonio Nuovo dal 23 al 26 settembre 2021. Dopo il successo dello scorso anno, evento per la prima volta completamente in streaming a causa delle note difficoltà legate all’epidemia da Covid-19, ritorna anche nel 2021 la rassegna editoriale tutta dedicata a Trieste,…

Condividi:
Leggi

Nazario Sauro Trieste celebra i 105 anni dell’anniversario

Martedì 10 Agosto a Trieste si svolgeranno a cura del Comitato Onoranze a Nazario Sauro le celebrazioni commemorative del 105° anniversario del martirio di Nazario Sauro. L’irredentista istriano fu, infatti, impiccato il 10 Agosto 1916 a Pola dalle autorità austro-ungariche dopo essere stato fatto prigioniero pochi giorni prima. Nato a Capodistria il 20 settembre 1880, Sauro portava avanti il suo impegno per l’italianità delle terre irredente in nome degli ideali mazziniani di fratellanza tra popoli oppressi. Si adoperò pertanto anche per l’indipendenza dell’Albania per poi raggiungere l’Italia allorché l’Austria-Ungheria dichiarò…

Condividi:
Leggi

La vera liberazione di Trieste

Giovedì 10 Giugno, alle ore 18,00, sempre in videoconferenza alla pagina Fb dell’Associazione (https://www.facebook.com/groups/2559430654128300), il dottor Salimbeni ha affrontato il tema “La vera liberazione di Trieste, 12 Giugno 1945”. Le vicende sull’epilogo della Seconda Guerra Mondiale e sugli avvenimenti nella Venezia Giulia, e le tragedie a Trieste, a Gorizia, in Istria, a Fiume raccontate in maniera avvincente e chiara. Qui riportate in una sintesi da Claudio Fragiacomo del Comitato di Milano Anvgd che ha voluto sintetizzare alcune impressioni per chi non ha potuto collegarsi alla videoconferenza o per chi voglia rivedere…

Condividi:
Leggi

La vera liberazione di Trieste e Gorizia 12 Giugno 1945

“La vera liberazione di Trieste e Gorizia 12 Giugno 1945” è il tema che il comitato sede di Milano dell’Anvgd affronterà giovedì 10 Giugno, alle ore 18,00, sempre in videoconferenza alla pagina Fb dell’Associazione (https://www.facebook.com/groups/2559430654128300). Relatore dell’incontro Lorenzo Salimbeni ricercatore di coordinamento Adriatico Aps. (Nella foto Lorenzo Salimbeni – crediti Università degli studi Niccolò Cusano, telematica Roma, Scienze Politiche)

Condividi:
Leggi

Trieste in ricordo di Barbara

A distanza di due anni dalla sua prematura scomparsa, l’architettoBarbara Fornasir verrà ricordata nel “suo” Magazzino 26 in Porto Vecchio,all’interno della BID21, la Biennale Internazionale Donna, la manifestazioneartistica da lei fortemente voluta e appoggiata. Sabato mattina alle 11:00 ci sarà l’inaugurazione ufficiale della rassegnaartistica, realizzata grazie alla volontà e alla determinazione dell’architettoAntonella Caroli Palladini (presidente di Italia Nostra – sezione di Trieste) e diSeherzada Ahmetovic (architetto e presidente di BID21), curatrice la scultriceprincipessa Gabriela von Habsburg (Arciduchessa d’Asburgo Lorena,principessa di Boemia e d’Ungheria). Al pomeriggio (ore 17:00) verrà celebrato un…

Condividi:
Leggi