Ad Arcisate, sotto il diluvio, l’Arcivescovo celebra i 500 anni della chiesa di San Vittore

Sotto una pioggia insistente e con il rispetto rigoroso delle norme stabilite per contenere gli effetti del micidiale virus di Wuhan, la comunità di Arcisate s’è stretta attorno all’arcivescovo, monsignor Mario Delpini, che lunedì sera, 10 Maggio, ha presieduto la concelebrazione eucaristica per solennizzare i cinquecento anni di fondazione della chiesa di San Vittore Martire. Nel corso dell’omelia l’Arcivescovo ha esortato, con parole semplici, ma penetranti, ad «essere uomini e donne con il sacro fuoco della fede». Ricostruendo la vita degli antichi abitanti della Valceresio, i primitivi che avevano grande…

Condividi:
Leggi

La carta di Varese varca la soglia del salone estense

Nella tarda mattinata di domenica 2 Maggio nella splendida cornice del salone estense il giornalista Gianni Spartà e Carla Tocchetti, autrice de “La carta di Varese. “Fascino e splendore”, hanno intrattenuto un selezionato pubblico offrendo uno spaccato, ampio ed esaustivo, dell’omonimo libro. All’incontro è intervenuto il sindaco, Davide Galimberti, che si è complimentato con l’autrice per avere messo in luce uno storico prodotto della cultura (e dell’industria), la carta da parati di Varese, appunto, grazie anche alla quale Varese è conosciuta nel mondo. Con l’avvicinarsi della tornata elettorale prevista ad…

Condividi:
Leggi

Virus di Wuhan: se lo combatti con cure domiciliari You Tube ti oscura

«Questo video è stato rimosso per avere violato le Norme della community di You Tube». Notare la “N” maiuscola di “Norme” nello stringato comunicato con cui il social network ha oscurato un tranquillissimo ed educatissimo (i superlativi in questo caso sono d’obbligo) messaggio postato dal medico lecchese, Paolo Gulisano. Che cosa ha fatto di così grave il Dottore, epidemiologo e storico della medicina, per essere trattato alla stregua di un turpe diffusore di triviali immagini pedopornografiche? S’è permesso di dire – udite, udite – che c’è speranza di guarire dal…

Condividi:
Leggi

Roberto Formigoni racconta una storia popolare

Roberto Formigoni, 74 anni, lecchese, già parlamentare europeo e italiano, presidente della Regione Lombardia dal 1995 al 2012, ha rilasciato al giornalista Rodolfo Casadei una lunga intervista confluita nel libro “Una storia popolare” (Ed. Cantagalli, pagg. 576, € 25,00). È una dettagliata narrazione dei fatti principali degli ultimi sessant’anni di storia d’Italia, impreziosita con una penetrante prefazione del cardinale Camillo Ruini, in cui finalmente un credente dà una lettura alternativa e critica a quella del mainstream che tanto ha influenzato (e deformato) l’opinione pubblica italiana. Salvo rarissime eccezioni – i…

Condividi:
Leggi

La Dc è morta, non i suoi valori

Con quell’acume che non si può non riconoscergli, Giulio Boscagli, nell’editoriale di venerdì 9 Aprile su Resegoneonline, ha spiegato come la storia della Democrazia cristiana sia definitivamente chiusa con l’avvento di Enrico Letta alla segreteria del Pd. Boscagli, quando affronta ragionamenti di politica, oltre che misurato nell’esposizione come è nel suo stile, parla con cognizione di causa perché si basa sulla propria lunga esperienza, oltre che sulla conoscenza dei fatti (molti vissuti in prima persona). «Con la nomina di Enrico Letta, un tempo giovane enfant prodige della Democrazia cristiana», è…

Condividi:
Leggi

Quella croce scandalosa simbolo del cristianesimo

Questo articolo esce il Venerdì Santo, uno dei giorni fondamentali, assieme alla domenica di Pasqua e al Natale, per la fede cristiana. È sul triduo pasquale (compresa la “Messa in coena domini” del Giovedì santo) che poggia l’intera architrave del cristianesimo: dal venerdì, giorno della morte di Cristo, alla domenica, giorno della sua resurrezione. Se le pie donne recandosi al sepolcro non lo avessero trovato vuoto, il cristianesimo risulterebbe la più gigantesca bugia mai narrata negli ultimi duemila anni di storia dell’umanità. Credenti e anche molti non credenti in Gesù…

Condividi:
Leggi

Creval: un ghiotto boccone per i Francesi

Nella conferenza stampa che l’amministratore delegato del Credito Valtellinese, Luigi Lovaglio, aveva tenuto a seguito della delibera del Consiglio di amministrazione che «dopo attenta valutazione del documento di offerta e della documentazione disponibile, ritiene che il corrispettivo pari a euro 10,500 per azione non sia congruo per gli azionisti», è emerso che l’offerta di Crédit Agricole Italia s.p.a. abbia, sì, elementi di fondatezza che potrebbero essere presi in considerazione, a patto, però, che il valore del titolo fosse riconosciuto più alto. Alcuni analisti, come riferisce Luca Davi de “il Sole…

Condividi:
Leggi

Spiacenti ma la Lombardia primeggia anche nelle vaccinazioni

Il sito del Ministero della Salute ha pubblicato i dati delle vaccinazioni giornaliere  da cui risulta che la Lombardia (circa 10 milioni di abitanti) ne effettua una media  di 38.500 a fronte del Lazio (circa 6 milioni di abitanti) che si ferma a quota 22.200, vale a dire 900 in meno, pari ad oltre il 9 per cento. Confronto ancor più impietoso se si paragonano i dati della Lombardia con quelli della Toscana (3,750.000 abitanti)  che vaccina 8.375 persone al giorno, vale a dire oltre 6.000 in meno (pari ad…

Condividi:
Leggi

Cristiani in politica: è ora di tornare in campo

“In politica da cristiani” è un volumetto di ottanta pagine, edito da Ares al costo di 9 euro, nelle quali il lettore trova un concentrato di profonde e fondamentali riflessioni sull’essenza del cristiano che si senta vocato all’ impegno politico. Ne è autrice Gabriele Kuby, 76 anni, tedesca, laurea e master in Sociologia, per vent’anni traduttrice e interprete, ma soprattutto fervente cattolica, dopo la conversione avvenuta nel 1997. Il pensiero dell’Autrice è di una chiarezza pari al suo spessore intellettuale e non lascia margini ad equivoci d’interpretazione. Il punto focale…

Condividi:
Leggi

Attenti a quei due

«Conte era tronfio: roboante ma vuoto. Mario Draghi è disteso e nella sua calma introduce elementi di serietà nell’affrontare le difficoltà». Il giudizio, lapidario, è del socialista Rino Formica, ex ministro delle Finanze nella Prima Repubblica, oggi 94enne. Nell’intervista rilasciata giorni fa a Federico Novella su “La Verità”, a proposito dei 32 miliardi di euro che il governo Draghi si appresta ad erogare a favore di imprese e lavoratori Formica aggiunge: «Già nel passaggio dalla parola “ristoro” alla parola “sostegno”, il Governo ha voluto lanciare un messaggio di contenuti. Ristoro…

Condividi:
Leggi

Varese, illuminazione a Bobbiate: Galimberti lascia o raddoppia?

Dopo le proteste degli abitanti di viale Borri che lamentavano una scarsa illuminazione e ora probabile che il malcontento si allarghi a quelli di Bobbiate, stando almeno alle voci di alcuni passanti raccolte a caso questa mattina, mercoledì 17 Marzo, lungo il marciapiede di via Macchi. La “città giardino”, in effetti, ha un deficit (cronico?) di illuminazione delle sue trade, a partire proprio dalle arterie principali quali sono, appunto, viale Borri, via Macchi, via Daverio e su su fino a viale XXV Aprile; ma anche viale Aguggiari non sta meglio.…

Condividi:
Leggi

Nelle pagine di Spartà la grande umanità di Zamberletti

In “La luna sulle ali” (Pietro Macchione Editore, pp. 218, € 20), incisivo ritratto di Giuseppe Zamberletti (1933 – 2019), fondatore e patriarca della Protezione civile italiana, c’è tutta la fluente e godibile prosa di Gianni Spartà, 40 anni di giornalismo spesi nella redazione dello storico quotidiano varesino “La Prealpina”. La vicenda umana e politica di Zamberletti, eletto sei volte alla Camera ed una al Senato nelle file della Democrazia cristiana, ministro e sottosegretario in diversi governi, è ricostruita con una miriade di notizie dettagliate e talune inedite, grazie anche…

Condividi:
Leggi

Sarà Fulminea la prima auto elettrica italiana

Da Tesla (Palo Alto, California) ad Automobili Estrema (Modena e Merano): sì, perché, anche l’Italia, grazie ad un intraprendente imprenditore sessantenne, Gianfranco Pizzuto, si appresta ad entrare nel promettente sviluppo delle vetture elettriche. Uno dei limiti che finora hanno impedito la diffusione di questo genere di automobili è la densità di energia contenuta nelle batterie; e non a caso si parla tanto di autonomia per le vetture elettriche. Tra le molte tecnologie in fase di sviluppo per superare questo problema una delle più promettenti risiede nell’utilizzo di celle agli ioni…

Condividi:
Leggi

Separati in Chiesa

Da oggi venerdì 5 a lunedì 8 Marzo Papa Francesco sarà in Iraq. È un viaggio non privo di rischi se si tiene conto di quanto accaduto a Erbil il 16 Febbraio scorso, dove tre razzi lanciati dai “Guardiani del sangue”, miliziani sciiti filo iraniani, hanno causato il ferimento di sei civili, uno dei quali morto insieme ad un militare statunitense. Come spiega un documentato dossier della rivista Oasis «tre sembrano essere gli assi portanti di questo viaggio: l’incontro con la comunità cristiana, il dialogo con l’Islam, soprattutto sciita, e…

Condividi:
Leggi

Ronza: Giussani, teologo, maestro e padre

Robi Ronza, giornalista e scrittore, è stato un discepolo diretto di monsignor Luigi Giussani (1922-2005) al quale ora dedica “Luigi Giussani. Comunione e Liberazione & oltre” (Edizioni Ares, pp. 152, € 13,20). Poiché del Fondatore di Comunione e Liberazione, un movimento ecclesiale nato a Milano agli inizi degli anni Cinquanta e rapidamente diffusosi in una settantina di Paesi, è stato scritto e detto molto, l’Autore ha ritenuto opportuno offrire al lettore un distillato dell’autentico pensiero del suo Maestro. L’intero testo di Ronza ruota attorno al convincimento espresso dal “Giuss”, come…

Condividi:
Leggi

La Ode torna in mani italiane

La Ode di Esino Lario, con 80 milioni di fatturato, torna in mani italiane. Era stata venduta al Gruppo cinese Defond nel 2004, ma ora, grazie all’acquisizione da parte di un’altra azienda italiana, la Ceme di Trivolzio (Pavia), specializzata nella produzione di valvole e pompe, ridiventa un’eccellenza che aiuta la crescita del Pil italiano.  Dal 1960 Ode S.r.l. (Officine di Esino Lario) progetta e produce linee complete di elettrovalvole per il mercato dei costruttori di macchine ed impianti ed è in grado di offrire soluzioni personalizzate di elevata qualità, adattabilità, affidabilità dei propri prodotti. In oltre 60 anni di attività l’azienda lecchese ha saputo sviluppare nuovi…

Condividi:
Leggi

Il virus di Wuhan (o virus cinese) e le sue varianti

I cultori del politicamente corretto (alcuni dei quali si sono spinti ad invocare l’ausilio di studiosi di semantica per rafforzare il loro furore ideologico) dovranno presto spiegarci perché ha un sapore vagamente razzista definire cinese l’epidemia di Covid 19. Che il letale virus si sia sviluppato a Wuhan non ci sono dubbi. Le autorità di Pechino denunciarono all’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) il primo caso di una allora misteriosa polmonite il 31 Dicembre 2019 e chiusero il mercato di animali vivi di Wuhan dal quale ritennero fosse partita l’infezione. La…

Condividi:
Leggi

L’ arcivescovo Luigi Negri racconta don Giussani

Sono in libreria in questi giorni due libri pubblicati dalle edizioni Ares sulla figura di Don Luigi Giussani (1922-2005), fondatore del Movimento Comunione e Liberazione. Oggi presentiamo il testo di Monsignor Luigi Negri, arcivescovo emerito di Ferrara e Comacchio, “Con Giussani. La storia & il presente di un incontro” (€ 16,80), mentre rimandiamo quello di Roby Ronza alla prossima settimana. Monsignor Negri è stato uno dei più stretti collaboratori del Sacerdote ambrosiano (era originario di Desio) incontrato sui banchi del Liceo Classico Berchet di Milano alla fine degli anni cinquanta.…

Condividi:
Leggi

Il mantra ora è: “moriamo di fame, non di covid”

Che cosa riuscirà a fare il Governo Draghi non è facile prevedere. C’è solo da sperare che trovino qualche punto di contatto Pd, Iv, FI e Lega per ottenere qualche provvedimento utile a rimettere in carreggiata l’Italia. Sui 5Stelle non conviene fare affidamento perché la maggior parte dei suoi componenti si sta già muovendo per assicurarsi il seggio nel nuovo Parlamento. Quindi molti pentastellati agiranno pensando al proprio domani e non all’oggi del Paese. D’altra parte con “solo” quattrocento posti disponibili alla Camera e 200 al Senato, pochi di loro…

Condividi:
Leggi

Papa Francesco: per il lavoro affidatevi a San Giuseppe

A Dicembre scorso, in chiusura dell’orribile anno 2020, il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, aveva dichiarato ad alcuni giornali che l’Italia aveva perso «circa mezzo milione di posti di lavoro dall’inizio della crisi». Aggiungeva poi che il dato non risultava «solo dalle nostre stime, ma anche di altri» e si augurava di essere smentito specificando: «speriamo che i nostri numeri siano sbagliati». Alla luce della catastrofe economica che si annuncia (speriamo di non dover derubricare il 2021 come anno peggiore del 2020), registriamo la lungimiranza della Chiesa che con il…

Condividi:
Leggi

Varese, “un giardino” per l’Italia, “una carta” per il mondo

È da qualche settimana in libreria “La carta di Varese. Fascino Splendore” (Pietro Macchione Editore, pp. 146, € 25,00), scritto da  Carla Tocchetti, poliedrica intellettuale «nata professionalmente in una casa editrice a Padova, dopo una ventennale esperienza in agenzie di pubblicità milanesi nel settore salute», come si legge nella nota biografica nella terza pagina di copertina. I varesini in particolare e il pubblico più in generale devono essere riconoscenti all’Autrice per la ricostruzione, realizzata con meticolosità certosina, dell’affascinante storia di un brand che, nel tempo, è diventato un vero e…

Condividi:
Leggi

Il trasformismo, male endemico italiano

Il trasformismo è un male endemico di cui soffre il Parlamento italiano fin dal 1882. Ad inaugurare questa malsana pratica fu Agostino Depretis (1813-1887), per ben otto volte presidente del Consiglio del Regno d’Italia dal 1876 al 1887, quando, a Stradella (Pavia), pronunciò quella frase che sarebbe poi diventata parte integrante della sua prassi politica: «Se qualcheduno vuole entrare nelle nostre file, se vuole accettare il mio modesto programma, se vuole “trasformarsi” e diventare progressista, come posso io respingerlo?». A parte il ventennio fascista, da 140 anni dunque i Palazzi…

Condividi:
Leggi

Quelli della San Giorgio: oltre il mito

Nella notte tra il 21 e il 22 Gennaio 1941, nella baia di Tobruk, un gruppo di marinai dell’incrociatore messo a difesa antiaerea della città libica, affondava la propria nave perché non cadesse nelle mani degli inglesi. Sono trascorsi ottant’anni da quella notte del 22 Gennaio 1941 quando i trenta ufficiali e i 669 tra sottufficiali e marinai dell’incrociatore corazzato San Giorgio, nave da battaglia di 1ª classe della Regia Marina Italiana, cadevano prigionieri degli inglesi che avevano conquistato, via terra, la città di Tobruk. In realtà un gruppetto di…

Condividi:
Leggi

L’Italia all’asta

I ripetuti errori che il Governo sta compiendo fanno crescere l’insoddisfazione nel Paese giorno dopo giorno. Tutto il sistema mediatico controllato dai fautori della globalizzazione (quelli che accarezzano l’idea di un mondo governato da illuminati al di sopra di tutti e di tutto, Dio e Chiesa cattolica compresi) è in queste ore impegnato a orientare l’opinione pubblica sui fatti accaduti nel Campidoglio degli Stati Uniti a Washington. È un fatto che sarà a lungo commentato e che, per ora, è spiegato come un vulnus alla democrazia inferto da un presidente…

Condividi:
Leggi

Il vaccino, come la pillola, va giù

Finalmente ci siamo. È arrivato il vaccino Pfizer-BioNTech quello, per intenderci, realizzato da due grandi case farmaceutiche, la statunitense Pfizer e la tedesca BioNTech. Dobbiamo essere riconoscenti a queste due grandi aziende e anche alla Gates Foundation (la Fondazione di Bill Gates) che, come si legge in un articolo pubblicato da Fol (Finanza on line) «ha investito 55 milioni di dollari in BioNTech nel Settembre 2019, con un potenziale di finanziamento totale di 100 milioni di dollari. L’obiettivo della fondazione con questo investimento era di lavorare con BioNTech per sviluppare…

Condividi:
Leggi

Senza meritocrazia l’Italia è destinata a perire

Mercoledì mattina, 23 Dicembre, la radio de “Il Sole24Ore” ha fatto filtrare la notizia che l’Editore Rubattino sarebbe disponibile a pubblicare un “calendario De Gasperi” visto il successo del calendario dedicato alla figura di Benito Mussolini. Fa riflettere il fatto che a distanza di 75 anni, dopo la caduta del fascismo e la fine della monarchia, dopo quasi mezzo secolo di governo democristiano con il conseguente tramonto della Prima Repubblica e dopo tanti eventi che hanno visto l’Italia posizionarsi tra le nazioni più importanti dell’Occidente, ci siano ancora molti estimatori…

Condividi:
Leggi

Bruxelles torni a ricordarsi del Natale

Se non è stato realizzato pienamente il proposito del patriota torinese Massimo D’Azeglio (1798-1866):”Fatta l’Italia, bisogna fare gli italiani”, parafrasandolo, possiamo aspettarci che stia in piedi: “Fatta l’Europa bisogna fare gli europei”? Alla luce di quanto sta accadendo da anni nel Vecchio Continente, mentre constatiamo che esistono gli europei, con centinaia di diverse tradizioni e storie, dell’Europa possiamo solo dire che esiste, certamente, ma come”espressione geografica”(copyright Klemens Metternich 1773-1859). Dai Trattati di Roma del 25 marzo 1957 – che istituirono la Cee (Comunità economica europea ) e l’Euratom (Comunità europea dell’energia atomica) – tanta acqua è passata sotto i ponti. Ancora di più…

Condividi:
Leggi

Cesare Fumagalli lascia la segreteria di Confartigianato

La notizia è ufficiale ed è stato lui stesso a darla: Cesare Fumagalli, dopo 16 anni di intenso lavoro, lascia la segreteria generale di Confartigianato. Aveva preso possesso dell’Ufficio a Roma il primo giorno di Febbraio del 2005 e lo lascerà, presumibilmente l’estate prossima nel 2021, dopo avere affiancato il suo successore nei suoi primi passi. Fumagalli, lecchese doc, ha condotto la più rappresentativa organizzazione italiana dell’artigianato e della micro e piccola impresa (con 700.000 iscritti) in anni, come egli sottolinea, «sereni, dal 2005 al 2008; travagliati, dal 2009 con…

Condividi:
Leggi

Radio Maria: eccellenza italiana e della Chiesa

Pochi giorni fa padre Livio Fanzaga, direttore di Radio Maria, è finito nel tritacarne di buona parte del mainstream giornalistico per avere sostenuto che da tempo si sta «interrogando sulle cause del virus di Wuhan, dove e perché si è sviluppato». Non solo, il sacerdote si sarebbe permesso pure di dire che «ci sia un progetto satanico alla base di tanto dolore patito dall’umanità, la quale sarebbe pure messa in ginocchio da una dittatura sanitaria preludio alla nascita di un mondo nuovo». Un’opinione, la sua (per altro largamente condivisa da…

Condividi:
Leggi

L’Italia? Ferma e in vendita

Manuela Perrone e Gianni Trovati su “Il Sole 24Ore” di martedì 24 Novembre si sono chiesti fino a dove si stiano spingendo i francesi nell’acquisto di aziende e banche italiane. «La mossa del Crédit Agricole (che ha lanciato un’opa, non si capisce fino a che punto non ostile, per comprarsi il Credito Valtellinese, n.d.r.) in ogni caso, muove pedine importanti», spiegano i giornalisti, «su due tavoli strategici per l’esecutivo: quello del risiko bancario e quello degli intrecci sempre più fitti con i grandi nomi del capitalismo francese che in queste settimane…

Condividi:
Leggi

Carola Rackete in stato di fermo in Germania

Il giornale tedesco Fuldaer Zeitung dà notizia che Carola Rackete – leggiamo nel giornale online “Fatti e avvenimenti” – si troverebbe in stato di fermo, insieme ad altri attivisti della sinistra radicale, per aver occupato un’ area adibita alla potatura degli alberi nella foresta vicino a Homberg-Ohm, nel quartiere di Vogelsberg. Gli attivisti si opponevano allo sgombero degli spazi necessari all’ampliamento dell’autostrada A49. Il gruppetto sarebbe stato scortato e portato via dalla polizia, che avrebbe deciso l’arresto dei manifestanti dopo che questi ultimi hanno fatto uso di fuochi d’artificio e…

Condividi:
Leggi

Giallo-rossi: occhio alla Primavera calda

Recriminare sugli errori fin qui fatti dal Governo non serve, dobbiamo invece allarmarci per quelli che sta per commettere. Riassumendo le dichiarazioni di alcune teste pensanti che, per nostra fortuna, ancora esistono nel nostro Paese, temiamo che non pochi ministri ignorino, o fingano d’ignorare, che l’Italia non è vicina, ma è sopra una polveriera. Il filosofo Massimo Cacciari dice che «se vogliamo evitare catastrofi sociali, ci devono essere provvedimenti di aiuto e di sostegno alle categorie più colpite che sono la metà di questo Paese. Servono interventi precisi e rapidi,…

Condividi:
Leggi

Accorato appello dell’arcivescovo Viganò a Trump

Carlo Maria Viganò, arcivescovo titolare di Ulpiana, già nunzio apostolico negli Stati Uniti d’America, ha scritto una lettera al Presidente degli Stati Uniti in cui dà una spiegazione di quanto sta accadendo oggi nel mondo. E’ un testo coraggioso probabilmente destinato a sollevare polemiche. Lo pubblichiamo perché mette in luce fatti in parte noti, ma letti in una prospettiva completamente diversa dalle narrazioni mainstream divulgate dalla maggior parte dei media. Non a caso la testata che per prima ha pubblicato la missiva del’Arcivescovo, “La cronaca di Roma” è un giornale…

Condividi:
Leggi

Un libro per costruire una chiesa

“Il concerto di Natale” è il titolo di un libro, scritto da don Stefan Conti e illustrato da Noemi Longhi, destinato ai bambini che sono i più aperti e reattivi al clima “magico” che la nascita di Gesù porta con sé. Don Stefano non è uno scrittore, ma un “fidei donum”, un prete cioè prestato dalla Diocesi di Milano alla Chiesa zambiana per aiutare la realizzazione, con un altro confratello, della chiesa della comunità parrocchiale Sant’Agostino a Mazabuka, città di 230.000 abitanti a Sud-Est della capitale Lusaka da cui dista…

Condividi:
Leggi

Giornalisti politicamente corretti alfieri delle toghe rosse

Maurizio Belpietro, direttore de “La Verità” , ha ragione da vendere quando domanda ai giornalisti perché non si chiedono come mai molti quotidiani abbiano perso lettori, mentre il suo, questo lo aggiungiamo noi, ne conquista giorno dopo giorno. La ragione è semplice: molti italiani si sono stancati di essere presi in giro constatando che telegiornali, radiogiornali e “grande stampa” offrono le medesime notizie con articoli che sembrano fotocopiati e con analisi mirate unicamente a sostenere il governo. C’è poco da gridare ai quattro venti che i giornalisti sono “i cani…

Condividi:
Leggi

Con ministri inesperti l’Italia è al palo

La meritocrazia è uno dei valori di cui il nostro Paese dovrebbe avvertire di avere urgenza. Purtroppo nelle posizioni apicali, soprattutto in politica e nelle istituzioni ad essa strettamente connesse, filtrano ancora poche persone tra le più qualificate. Il ministro Luigi Di Maio, persona gradevole e umanamente simpatica, non ce ne vorrà, ma a reggere il dicastero degli Affari Esteri è arrivato troppo presto (a 33 anni) e con una preparazione, ahilui e ahinoi, oggettivamente inadeguata. Identica considerazione si potrebbe fare per altri suoi colleghi, responsabili di dicasteri importanti come…

Condividi:
Leggi

Il Giudice ridà serenità a un tradatese e a un comasco

ll tradatese Nicola Di Nuzzo, dirigente della Regione Lombardia e il comasco Marco Butti, originario di Gravedona, legale rappresentante della società Novate Minerva Srl dal 28 Settembre dormono sonni tranquilli. Da quel giorno il dottor Antonio De Rosa, Giudice dell’udienza preliminare, ha depositato presso il Tribunale di Sondrio il testo della sentenza che li scagiona dalle pesanti accuse e, in particolare, dall’omessa bonifica del territorio dell’ex stabilimento Falck (Novate Mezzola) e della relativa discarica. Al termine delle 19 pagine della sentenza il Giudice dichiara non luogo a procedere nei confronti…

Condividi:
Leggi

Lo Stato con una mano non dà e con l’altra toglie

Alcuni lettori ci informano che non hanno ancora ricevuto, ad oggi 7 Ottobre, i crediti d’imposta a loro spettanti, relativi alle dichiarazioni dei redditi del 2019, crediti che normalmente venivano onorati dallo Stato il primo giorno di Settembre. Poiché la segnalazione ci è pervenuta da più parti ci stiamo chiedendo che cosa stia accandendo all’Inps, sempre che quanto a noi riferito non sia stato causato da disguidi, ma da coordinate decisioni dell’Istituto di previdenza. Se risultasse vero che anche a Novembre l’Inps si mostrasse latitante nell’erogare quanto dovuto a migliaia…

Condividi:
Leggi

La crisi etica investe anche l’informazione

Negli anni della Prima Repubblica, quelli della “balena bianca”, del collateralismo tra la Democrazia cristiana e la Chiesa, nel dibattito pubblico sull’informazione affiorava spesso il tema “giornalisti cattolici o cattolici giornalisti?”. Non erano pochi, in quel periodo, coloro che, consapevoli del ruolo svolto, si tenevano aggiornati per scrivere articoli colmi di notizie onorando così quello che allora si chiamava “il bel mestieraccio”. Negli Anni Sessanta, con un tasso di scolarità molto inferiore all’attuale, si vendevano 6 milioni e mezzo di copie di quotidiani. La credibilità dei giornali era riconosciuta dai…

Condividi:
Leggi

Lo stucchevole teatrino della liberazione di una rapita

Siamo felici del rientro in patria di Silvia Romano, la volontaria milanese rapita in Kenya il 20 Novembre 2018. Felici per lei e per i suoi genitori, parenti e amici che per diciotto mesi hanno vissuto nell’angoscia di non rivederla più sapendola nelle mani di ignoti delinquenti. Siamo molto soddisfatti per il lavoro delle nostre forze di sicurezza che diligentemente hanno assolto il complicato compito di ridare la libertà alla nostra giovane connazionale. Per nulla soddisfatti siamo invece della messa in scena con cui il Primo Ministro e il Ministro…

Condividi:
Leggi

Le tre profezie di Giulio Tremonti

“Le tre profezie. Appunti per il futuro” (Solferino, pagg. 178, € 16,00) è un libro la cui lettura dovrebbe essere caldamente raccomandata dagli insegnanti a tutti gli studenti dalla IV superiore in su. L’autore, Giulio Tremonti, docente universitario, già ministro dei dicasteri delle Finanze e dell’Economia in alcuni governi Berlusconi, è uno degli intellettuali più preparati che possa vantare oggi il nostro Paese. Le tre profezie su cui egli si attarda sono sinteticamente riassunte nella seconda di copertina: «Quella di Marx sulla deriva del capitalismo globale, la previsione del Faust…

Condividi:
Leggi