All’Anvgd Milano: i caduti giuliano dalmati nella campagna di Russia

“I caduti giuliano dalmati nella campagna di Russia dispersi più volte dalla Storia e dalla pietà” incontro settimanale giovedì 26 Gennaio, alle ore 18.00. Ospiti dell’incontro Francesco Fagnani storico e giornalista, Mauro Depetroni vicepresidente sezione di Trieste Associazione Alpini Ana, ricercatore. L’incontro è possibile seguirlo alla pagina facebook dell’associazione.

Condividi:
Leggi

Ricordare i caduti giuliano-dalmati nella campagna di Russia

L’ottantesimo anniversario della Battaglia di Nikolajevka: un’ occasione per ricordare i Caduti Giuliano Dalmati nella Campagna di Russia. Il 26 gennaio  ricorre l’80° anniversario della sanguinosa battaglia di Nikolajevka, combattuta il 26 gennaio 1943, uno degli scontri più importanti durante il  ripiegamento delle residue forze dell’Asse nella parte meridionale del fronte orientale durante la Seconda guerra mondiale a seguito del crollo della linea sul Don dopo la grande offensiva dell’Armata Rossa iniziata il 12 gennaio 1943. Gli ultimi resti delle forze italo-tedesche-rumene-ungheresi, provate, oltre che dai combattimenti, dal gelido inverno russo, si…

Condividi:
Leggi

Tradate ricorda i Bersaglieri caduti in Russia

Tradate, sabato 3 Dicembre, ricorda i Bersaglieri del Terzo Reggimento, caduti o fatti prigionieri nelle battaglie di Natale del 1941 e 1942. La cerimonia inizia con la Santa Messa che si svolgerà alle ore 18.00, nella parrocchia di Santo Stefano, officiata dal prevosto Don Fabio Turba. Al termine della Messa i partecipanti raggiungeranno il cippo del Terzo Bersaglieri per deporre un omaggio floreale. La giornata sarà l’occasione per consegnare la piastrina di riconoscimento del Bersagliere Alessandro Sanga, originario di Cunardo, che fu catturato in Russia, alla figlia Luciana. Il Terzo…

Condividi:
Leggi

La Russia può chiudere i rubinetti, non l’Europa

In una nota dell’Ispi (Istituto per gli studi di politica internazionale) si legge che «il forte aumento dei prezzi spot sui mercati europei spiega perché, pur avendo ridotto i volumi di gas esportati del 75%, la Russia continui a guadagnarci. In parte è anche per questo che si potrebbe ritenere poco probabile la chiusura totale delle forniture russe: sarebbe come darsi la zappa sui piedi. A cambiare le carte in tavola ci sarebbe però l’imposizione di un tetto europeo al prezzo del gas acquistato dalla Russia. Se così fosse, le…

Condividi:
Leggi

Putin in Iran. La soluzione per il grano bloccato in arrivo

Generale Giuseppe Morabito – Membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation. Il presidente russo Vladimir Putin è arrivato oggi (martedì 19 Luglio) a Teheran prima dei colloqui con i suoi omologhi iraniani e turchi su questioni chiave che interessano la regione. Il presidente iraniano Raisi e il presidente turco Erdogan discuteranno con lui del conflitto in corso in Siria e della proposta, sostenuta dalle Nazioni Unite, volta a consentire l’esportazione di grano dai porti ucraini bloccati dal conflitto tra cui quello principale di Odessa, minato a scopo difensivo dagli ucraini…

Condividi:
Leggi

Il significato di Occidente Anglosfera, Russia, Cristianità

Pubblichiamo una nota dell’Osservatorio Card. Van Thuan, a firma don Samuele Ceccotti, che ringraziamo per la gentile concessione, sul significato di Occidente. Il testo riprende da una  Nota, pubblicata il  20 Aprile. Don Samuele approfondisce il significato di Occidente e cercare di trarre una visione più chiara sulla crisi che colpisce il vecchio Continente e per raggiungere una pace stabile e cristiana in Europa. «Con la Nota del 20 aprile  il nostro Osservatorio ha inteso portare il proprio contributo di chiarificazione attorno al significato di Occidente e, facendo ciò, delineare il quadro culturale…

Condividi:
Leggi

Russia i giorni della verità’…per l’Ucraina

Generale Giuseppe Morabito – Membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation. Il 9 maggio 2022 si è svolta la parata nella Piazza Rossa dove il Presidente Putin ha esposto la sua verità sull’aggressione all’Ucraina. Tralascio volutamente i giudizi su quanto Mosca ha voluto mostrare in pubblico. La ridotta, rispetto alle aspettative di molti, presenza di armi potrebbe essere un inganno voluto e non una dimostrazione di carenza di disponibilità. Nella battaglia della propaganda di guerra c’è da aspettarsi di tutto e il peggio di tutto. I bombardamenti delle ore…

Condividi:
Leggi

La guerra «sistemica» in Ucraina

Proponiamo e pubblichiamo intervista a cura di Stefano Fontana direttore dell’Osservatorio Card. Van Thuan sulla Dottrina sociale della Chiesa, che ringraziamo per la gentile concessione, al prof. Gianfranco Battisti, professore associato di Geografia politica ed economica ed ordinario di Geografia presso l’Università di Trieste. Autore di oltre 250 pubblicazioni scientifiche, ha diretto per 12 anni la rivista Ambiente Società Territorio-Geografia nelle Scuole. Responsabile del Dottorato di Ricerca in Geostoria e Geoeconomia delle regioni di confine (1995-2007). Coordinatore fino al 2015 del Gruppo di Lavoro AGEI sulla Geografia dell’energia, si dedica attualmente…

Condividi:
Leggi

E se la Russia attaccasse un paese della Nato?

Generale Giuseppe Morabito – Membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation. Mentre continua la folle e tragica guerra russo-ucraina si susseguono anche le richieste di Kiev all’Occidente di adottare misure di supporto sempre più estreme. Queste potrebbero portare, per reazione, ad un attacco russo al territorio della NATO. La linea ufficiale della NATO (o almeno quella che potrebbe essere confermata) è che l’Alleanza risponderebbe in modo proporzionato e ponderato, soprattutto per non innescare una vera e propria terza guerra mondiale! Prima di tutto bisogna ricordare che l’Articolo 5, Trattato…

Condividi:
Leggi

Biden incentiva la guerra e Draghi non si oppone

Qualche lettore nato negli anni Trenta del secolo scorso ricorderà di avere dovuto svolgere il tema “Odiare il nemico”. Ad imporre l’argomento era stato Alessandro Pavolini, responsabile del MinCulPop (Ministero della cultura popolare), il quale aveva preso spunto da un articolo scritto sul “Corriere della sera” dal giornalista Mario Appelius. Era un periodo in cui il Governo di Mussolini aveva l’esigenza di infervorare gli animi per predisporli alla guerra. La voce di Appelius si alternò con quella di Giovanni Ansaldo dai microfoni dell’Eiar (da cui sarebbe nata la Rai), ogni…

Condividi:
Leggi

Conflitto Russia-Ucraina: le tensioni su logistica e materie prime

“Il conflitto tra Russia e Ucraina incide fortemente su logistica e materie prime. Nel primo trimestre 2022 più della metà delle imprese manifatturiere del nord ovest ha dichiarato di subire ostacoli alle esportazioni con problemi legati all’allungamento dei tempi di consegna e ai prezzi, con rincari considerevoli dei noli delle rotte marittime limitrofe ai territori colpiti dal conflitto”. Così il Presidente di Assolombarda, Alessandro Spada ha commentato l’alert lanciato dal Centro Studi Assolombarda con focus sui costi dello shipping internazionale e sugli ostacoli all’esportazione. “La guerra non ha fatto altro…

Condividi:
Leggi

Atto di consacrazione al cuore Immacolato di Maria per Russia e Ucraina

Venerdì 25 Marzo alle 17, Cristina Merlino, giornalista,  di 3goodnews.it seguirà dal Duomo di Milano  la consacrazione al cuore immacolato di Maria per Russia e Ucraina, proponiamo un suo breve video che ringraziamo per la gentile concessione.  Papa Francesco  nella Basilica di San Pietro a Roma,  pregherà per la pace un gesto chiesto a tutti i pastori, vescovi e religiosi del mondo. Un atto di speranza e di pace voluto dal Pontefice per unirsi idealmente a lui in preghiera contro gli orrori della guerra. L’Arcivescovo Mario Delpini in Duomo in…

Condividi:
Leggi

ll fatale declino dell’Europa dei mercanti

Non parla mai a sproposito Giulio Tremonti, ex ministro delle Finanze e dell’Economia in diversi governi Berlusconi e attuale presidente di Aspen Institute Italia, un’associazione privata internazionale, caratterizzata dall’approfondimento, la discussione, lo scambio di conoscenze, informazioni e valori. Nelle ultime settimane ha rilasciato alcune interviste ribadendo un concetto fondamentale: i guai di cui soffre l’Europa – ed in particolare l’Italia – sono causa soprattutto della finanza creativa che ha sostituito l’economia vera. Traduciamo: porta solo miseria fare quattrini con la speculazione di titoli emessi sul nulla (magari ingannando il “parco…

Condividi:
Leggi

Mosca: notizie da una giornalista italiana

Marinella Mondaini, scrittrice, giornalista, traduttrice residente a Mosca, ci ha fatto pervenire tramite un lettore questo suo testo. Il contenuto, a tratti, è duro e rivela il punto di vista di una persona che non nasconde da che parte si schiera. La sua è una verità che contrasta con quella dei media occidentali, soprattutto italiani, che da oltre due anni sono impegnati a diffondere un pensiero unico. La voce di Mondaini crediamo abbia titolo per e essere ascoltata almeno come quella dei corrispondenti italiani che narrano ciò che accade in…

Condividi:
Leggi

La Russia e il Cuore Immacolato di Maria

Don Samuele Ceccotti ha scritto per l’Osservatorio internazionale cardinale Van Thuân sulla dottrina sociale della Chiesa il testo che qui pubblichiamo, convinti che i credenti apprezzino una voce significativa e determinante per accelerare quel traguardo di pace tanto osteggiato dalle forze del male. La Vergine Maria, apparsa ai tre pastorelli alla Cova da Iria nel 1917, lega la Russia ai destini del mondo e della Chiesa, lasciando intendere un ruolo centrale della Russia stessa nelle vicende ultime della storia. La Madonna, in quella che è la più sconvolgente mariofania del…

Condividi:
Leggi

Piazza della Regione preghiera con i rappresentanti chiesa Ucraina e Russa

La Giunta della Regione Lombardia e il Consiglio regionale hanno aderito all’appello di Papa Francesco che aveva chiesto un momento di preghiera per la pace in Ucraina da fare in occasione del ‘mercoledì delle ceneri’. Alle ore 13 di oggi mercoledì 2 Marzo, in Piazza Città di Lombardia, il presidente Attilio Fontana, insieme a numerosi assessori e consiglieri, ha partecipato al momento di raccoglimento guidato dal vicario episcopale della Diocesi di Milano, monsignor Luca Bressan, durante il quale sono intervenuti don Igor Kupra, in rappresentanza della comunità ucraina e parroco…

Condividi:
Leggi

Cei riflessioe su conflitto Russia-Ucraina

Il suo messaggio era già emerso con grande preoccupazione e forza alcuni giorni fa. Adesso, però, si carica di ancora maggiore preghiera affinchè la situazione tra Ucraina e Russia non giunga al punto più alto di degenerazione della dignità umana, ovvero il conflitto bellico. La Cei interviene sulla questione con una nota: ” quanto sta accadendo – vi si legge- preoccupa il mondo intero, il rischio concreto di una guerra, o anche solo l’ipotesi che si possa scatenare un conflitto, turba gli animi, scuote le coscienze, aggiunge preoccupazioni alle tante…

Condividi:
Leggi

Che succede alla Nato? Come supererà la crisi con la Russia?

Generale Giuseppe Morabito – Membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation. Per 73 anni, la NATO ha preservato la pace e rafforzato i fondamenti della democrazia, della libertà individuale e dello stato di diritto in tutta la comunità transatlantica. Basata su un legame indissolubile tra Europa e Nord America, l’Alleanza è passata da 12 a 30 membri, ampliando la zona di serenità e, quasi ovunque, di democrazia, in cui la sola ipotesi di una guerra è diventata impensabile. La sicurezza dei membri della NATO è stata rafforzata dai contributi…

Condividi:
Leggi

La strategia della Russia alla luce del cambio di governo a Berlino e dei rapporti con la Cina Popolare

Pubblichiamo articolo del Generale Giuseppe Morabito – Membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation divulgato da “Meridianoitalia.tv” che ringraziamo per la gentile concessione. Generale Giuseppe Morabito – Membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation. La Germania, paese di riferimento e traino di tutta la Comunità Europea, con buona pace della Francia, ha un nuovo governo, e agli analisti sembra chiaro che la politica estera e di sicurezza tedesca potrebbero cambiare marginalmente, i principi essenziali rimarranno generalmente gli stessi. Il patto di coalizione che si è formato a Berlino pare ben orientato…

Condividi:
Leggi