Così veloce così lento

Il mare era agitato ma noi lo siamo ancora di più. A volte pare proprio di remare invano, controcorrente, e i risultati tardano ad arrivare. Le situazioni non volgono al meglio e ci spaventa constatare che Dio non interviene e ci lascia in balia degli eventi. Quando si soffre il tempo non passa mai e quasi ci convinciamo che durerà per sempre. Poi all’improvviso tutto cambia: lui è lì. La barca tocca terra rapidamente perché, quando si percepisce l’intervento di Dio, tutto scorre veloce. Fin troppo veloce. La serenità è tanto bella che…

Condividi:
Leggi

L’albero della scienza. Dio e/o Galileo

Rino Fisichella nel libro “L’albero della scienza” edizioni San Paolo, pone il riferimento al sottotitolo “Dio e/o Galileo” una domanda che finora non ha trovato risposta ponendo scienza e fede in contrapposizione. L’evoluzione della tecnologia, Intelligenza Artificiale, ha dato agli esseri umani un potere enorme radicando in essi l’illusione di non avere limiti o comunque di non volere mettere un confine all’uso della tecnologia. Max Weber sosteneva che la scienza è come una mappa; non dice dove dobbiamo andare ma solo come possiamo arrivarci. La scienza non decide la meta…

Condividi:
Leggi

Venite qui

E non restò che la barca, ormai vuota di uomini e pesci. Testimone muta di un altro segno, simile a quello di anni prima. Allora, Pietro si era gettato ai piedi di Gesù lì nella barca, tra i pesci miracolosamente pescati. Ora invece si era gettato in acqua al solo udire che era il Signore. Che bello immaginare Gesù risorto che, da solo nella penombra, raccoglie legna e accende il fuoco ed inizia ad arrostire del pesce (dove l’avrà preso?). Non siamo noi ad accendere il fuoco, Signore. Sei tu. Non siamo…

Condividi:
Leggi

Nomadi con Dio. La spiritualità del Cammino

“Nomadi con Dio: La Spiritualità del Cammino”, pubblicato dalle Edizioni San Paolo, è un’opera ispiratrice scritta da Calogero Di Fiore, appartenente alla Congregazione della Missione di San Vincenzo de’ Paoli. Consacrato sacerdote nel 1994, l’autore condivide nel libro la sua profonda esperienza spirituale legata al pellegrinaggio. L’autore offre un’interpretazione biblica dell’atto del camminare, presente sin dalle origini, nelle prime pagine della Genesi. Figure quali Abramo, Mosè, il popolo d’Israele e lo stesso Gesù incarnano esempi emblematici di individui che hanno intrapreso cammini fisici e spirituali per rispondere alla chiamata di…

Condividi:
Leggi

L’amore di Dio è per tutti, di Papa Francesco

“L’amore di Dio è per tutti” è un libro di Papa Francesco, pubblicato nel 2024. Raccoglie una serie di catechesi tenute dal Pontefice sul tema dell’amore universale di Dio. Il libro si propone di esplorare la profondità e l’ampiezza dell’amore divino, che abbraccia tutti gli esseri umani, senza distinzioni di razza, religione, cultura o condizione sociale. Il libro è scritto in un linguaggio semplice e diretto, accessibile a un pubblico ampio. Papa Francesco evita il linguaggio teologico troppo tecnico, rendendo il testo fruibile anche a chi non ha una conoscenza…

Condividi:
Leggi

Incarnazione

L’abbiamo accennato spesso in questi ultimi tempi. Dio compie la sua opera, crea e ricrea di continuo questo mondo, attraverso le sue creature. Tra queste, l’umanità è l’unica che può giungere ad esser consapevole di partecipare all’azione creatrice di Dio. Voi siete dèi, a mia immagine e somiglianza. Siamo anche gli unici che possono bloccare l’azione di Dio, farle resistenza e portare avanti piani personali differenti. Gesù era costantemente in contatto con Dio, costantemente cosciente d’esser su questa terra per incarnare l’idea di Dio, il “progetto creazione”. Un mondo immaginato da Dio…

Condividi:
Leggi

Lo spaccone

L’intima presunzione di essere giusti. E quale sarà la nostra intima presunzione? Spesso poi accade il contrario che ai tizi del vangelo. Accade cioè che l’atteggiamento esterno, e non quello intimo, sia quello del presuntuoso spaccone. Dobbiamo sempre mostrarci superiori a ciò che siamo, più forti, più intelligenti, più sapienti. Nell’intimo invece vi è una presunzione sì, ma di inferiorità: non so fare nulla, sono un fallito, non valgo niente. Questo intimo disprezzo per noi stessi ci rende privi di speranza, inattivi, sordi alle belle idee che Dio continuamente suscita in noi… https://lalocandadellaparola.com/2024/03/09/lo-spaccone/

Condividi:
Leggi

Nel prossimo

Quando un uomo e una donna davvero si amano? Anzitutto quando credono all’amore l’uno dell’altro. Se non credo davvero che tu mi ami, se non accetto il tuo amore, non ti amo. Così, amare Dio è anzitutto credere d’essere amati da lui. Fidarsi che il suo è davvero amore infinito. Amare Dio è accettare il suo amore. Scoprire che lui è in noi, non fuori da noi. Scoprire che non serve cercare di avvicinarlo con riti sacrificali e mortificazioni perché lui è già dentro di noi e noi in lui. Ed è anche negli altri,…

Condividi:
Leggi

Per loro, per lui

Non fate della casa del Padre mio un mercato. Non mercanteggiate la grazia di Dio, perché l’amore non ha prezzo e Dio è amore. Non illudetevi nemmeno un istante di poter acquistare la simpatia di Dio con rituali o sacrifici, perché non c’è nessun affetto che possa essere comprato né trattenuto. Non pensiate di poterci guadagnare qualcosa essendo più praticanti di altri: Dio vi ama indipendentemente, unilateralmente, incondizionatamente. Non occorre comprare la sua presenza in voi: lui è già lì, nel vostro cuore. Piuttosto fate sforzi per diventarne voi stessi consapevoli.…

Condividi:
Leggi

Iniziazione alla preghiera

Fra Roberto Pasolini è frate Capuccino, biblista e docente di Sacra Scrittura, unisce l’attività accademica con l’ attività pastorale ed è l’autore del libro “Iniziazione alla preghiera” edizioni San Paolo. La preghiera on è difficile e impossibile e non richiede doti particolari è il mezzo con cui impariamo a conoscere e a lodare il nostro Creatore. Fra Roberto afferma che nella storia i migliori oranti sono le persone più semplici a volte anche ignoranti ma con la preghiera hanno saputo riconoscere e seguire le tracce di Dio. La preghiera è…

Condividi:
Leggi

Calmati

Che invidia! Dormire tranquillo durante una tempesta, mentre le onde si rovesciano nella barca. E dormire non solo per la stanchezza, ma per la fiducia in Dio. La nostra testa è sempre agitata, il nostro cuore sempre impaurito. Pensieri e preoccupazioni si affollano rubandoci il sonno e la serenità. Ci pare che gli altri non si accorgano di nulla e vorremmo gridare non vi importa di me? Abbiamo bisogno di imparare a respirare, a dire a questo mare di pensieri Taci, càlmati! È vero, non abbiamo ancora fede. Non riusciamo e trovare in te, Signore, la nostra pace…

Condividi:
Leggi

Seguitemi

Filippo e Natanaele, altri due nuovi discepoli. Due nomi, due storie. Un nome tutto pagano, greco, Filippo, “colui a cui piacciono i cavalli”. Che ci faceva un ebreo con un nome simile? Filippo era di Betsaida, e Betsaida è al nord, vicino al confine. Non vogliamo dire che era figlio di una coppia mista (cosa vietatissima, ma si sa come vanno certe cose), di certo però era figlio di gente non troppo osservante. L’altro invece era Natanaele, “dato da Dio”, e non occorre aggiungere altro. Gesù però aggiunge, commenta, osserva…

Condividi:
Leggi

Un mondo di dialoganti

Sabato 6 Gennaio, i cristiani celebrano la manifestazione di Dio a tutti i popoli della Terra. Per comprenderne il significato prendiamo le parole di monsignor Franco Cecchin, presbitero della Chiesa ambrosiana, il quale, a pagina 71 del suo libro “A ciascun giorno la sua Parola – Anno A”, Àncora Editrice, spiega l’evento citando il Vangelo: «Alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme e dicevano: “Dov’è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo”(…). L’epifania del Signore ci porta quindi…

Condividi:
Leggi

Sacra famiglia

Tornano ancora queste pagine di Vangelo che ci accompagnano ormai da due giorni. Ci fermiamo su queste parole: Maria e Giuseppe portarono il bambino Gesù a Gerusalemme per presentarlo al Signore. Nel vangelo di Luca, questo da Betlemme a Gerusalemme è il primo viaggio di famiglia. Seguirà poi quello da Gerusalemme a Nazareth e, dodici anni dopo con Gesù dodicenne, da Nazareth a Gerusalemme dove si perderà. È bello immaginarli così, in viaggio, loro tre. Fa invece un po’ sorridere sapere che andarono a presentare il primogenito al Signore. Come…

Condividi:
Leggi

Dio e uomo

Tutte le generazioni da Abramo a Davide sono quattordici, da Davide fino alla deportazione in Babilonia quattordici, dalla deportazione in Babilonia a Cristo quattordici. Settimane di anni, di generazioni. Settimane e settimane di epoche e persone, di madri in attesa di generare figli. E dopo tre volte il doppio di sette, cioè al tempo giusto e perfetto, fu generato Gesù Cristo per opera diretta dello Spirito Santo. E noi in questa notte, ancora una volta, dopo migliaia di anni e di generazioni, noi ancora una volta celebreremo il Figlio che diviene Uomo Gesù. Che lo voglia o no,…

Condividi:
Leggi

Il frutto di quell’albero

Ecco il peccato originale, la misteriosa origine di ogni peccato. La voglia di fare da soli, di decidere da sé la propria legge o, peggio, di non volere alcuna legge. Il sospetto che la legge di Dio non sia una barriera per non cadere ma un recinto per impedire la libertà. Non morirete affatto, anzi!, aveva suggerito il principe del male, sibilando come serpe dalla doppia lingua, dalla ambigua parola. Ecco la serva del Signore, ecco una ragazza che vuole servire a Dio, che gli vuole essere utile. Ecco una…

Condividi:
Leggi

Un giudizio diverso sul conflitto Israele e Hamas.

Nell’affrontare una riflessione su quanto sta accadendo in Terrasanta, nel conflitto tra lo stato di Israele e il gruppo terroristico di Hamas e i collegamenti con altri paesi, non è possibile evitare la sensazione che in qualche modo si abbia a che fare con un mistero. Perché quella terra non è una terra qualsiasi. Qui ha preso origine quell’alleanza singolare di Dio con un popolo, quello ebraico, l’Israele biblico, che, iniziata migliaia di anni fa, si prolunga fino ad oggi attraverso vicende storiche spesso tragiche. Qui quello stesso Dio ha…

Condividi:
Leggi

Senza Dio non c’è pace

Tutte le ideologie sono contro la pace, soprattutto quella pacifista, perché vuole imporre anche con la forza una pace senza Dio. Ma solo Dio può donare la pace, perché Egli è la nostra pace. Editorialista: Don Lillo D’Ugo – Presbitero incardinato nell’arcidiocesi di Palermo, è membro del Comitato di redazione dell’Osservatorio Card. Van Thuan. didascalia: Don Lillo D’Ugo

Condividi:
Leggi

Geènna

La Geènna, con il suo fuoco inestinguibile, era la discarica di Gerusalemme. Non è chi ci uccide che dobbiamo temere. Anche il bambino che ami può farti perdere sonno e salute. Anche per amore si può morire. Devi temere colui che ha il potere di gettare nella Geènna. Temi ogni sistema economico e sociale che getta nella Geènna donne e bambini. Temi ogni persona che accetta di vedere immagini come queste senza farsi problemi. Temi di diventare anche tu così, indifferente. Temi di adeguarti all’ingiustizia, di non curarti di quanto…

Condividi:
Leggi

L’alfabeto di Dio

Il cardinale Gianfranco Ravasi, nel libro “L’alfabeto di Dio” (edizioni San Paolo) conduce il lettore verso la conoscenza delle lingue originali della Bibbia. Il testo presenta due percorsi il primo dedicato all’Antico Testamento il secondo al Nuovo Testamento. In entrambi i casi si sono selezionati dei vocaboli, una sessantina circa, che rappresenta la colonna portante di ambedue i testi sacri. Lo scopo del libro è quello di presentare sia l’Antico che il Nuovo Testamento nelle loro lingue originali l’ebraico ed il greco. Nell’Antico Testamento sono stati selezionati quei vocaboli che…

Condividi:
Leggi

Osservare

Dicono, ed è vero, che la Bibbia vada interpretata anzitutto con la Bibbia stessa. Una pagina spiega l’altra. Ricordate, qualche settimana fa, di quando dissero a Gesù che tua madre e i tuoi fratelli ti cercano? Rispose mia madre e miei fratelli sono coloro che ascoltano la Parola di Dio e la mettono in pratica. Questa risposta illumina e fa eco a quella di oggi. Alla donna che invidia Maria, Gesù risponde: chi ascolta e osserva la Parola di Dio è beato, perché è mia madre. Dunque non dispiacerti di non essere Maria, perché…

Condividi:
Leggi

Arcangeli

Ognuno potrà ricercare l’etimologia dei nomi di questi tre arcangeli. Quello che è certo è che ne abbiamo bisogno. Urgono arcangeli che salgano e scendano dal cielo sopra ogni figlio di uomo portando un messaggio. Angelo significa infatti “portatore di un messaggio”. Non dimentichiamo che “V-angelo” vuol proprio dire “bella notizia”. In questa vita fatta di messaggini, abbiamo bisogno di messaggi e messaggeri forti e belli, che ci guariscano l’anima e il corpo, sempre tesi e tirati in un agonismo vano. Siamo corridori di una gara mai dichiarata, in competizione con chi…

Condividi:
Leggi

Dio dove sei finito?

Don Prastaro, originario di Pisa, ordinato sacerdote nel 1988. Ha fatto esperienza come “Fidei donum” in Kenya e rientrato a Torino è stato destinato come delegato arcivescovile per il clero straniero ed è direttore dell’Ufficio Missionario e parroco di San Ignazio di Loyola a Torino. Don Prastaro è in libreria in questi giorni con il volume “Dio dove sei finito?” edizioni San Paolo. Un volume che cerca di capire lo stile di vita, l’esperienza cristiana della Chiesa nel mondo di oggi. Don Prastaro nel redigere questo scritto ha utilizzato l’esperienza…

Condividi:
Leggi

Stabat Mater

Stabat mater, stava la madre sotto la croce. Era la croce del figlio. Stanno tante madri a vedere i figli soffrire, a vederli affamati e malati. Stanno in piedi, insonni, preoccupate a vedere figli e figlie sciupare la vita, vivendo senza Dio, come se Gesù fosse morto in croce e mai risorto. Stanno pensierose e cercano di non darlo a vedere. Pensano alla figlia nelle mani di un idiota, al figlio ormai trentenne che passa il tempo ai videogames. Stanno, tentate di non stare più, di andarsene, di mollare la…

Condividi:
Leggi

In Duomo Mons. Di Tolve è stato ordinato Vescovo

Si è da poco conclusa in Duomo la celebrazione eucaristica in cui mons. Michele Di Tolve ha ricevuto l’ordinazione episcopale. Scelto lo scorso 26 maggio da Papa Francesco come Vescovo ausiliare della Diocesi di Roma, e successivamente nominato Rettore del Pontificio Seminario Romano Maggiore, mons. Di Tolve ha ricevuto la consacrazione episcopale per l’imposizione delle mani dell’Arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, del Cardinale Angelo De Donatis, Vicario generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma, e di mons. Luca Raimondi, Vescovo ausiliare della Diocesi ambrosiana.  Sull’altare i Cardinali Oscar Cantoni,…

Condividi:
Leggi

Non dirlo

Guàrdati bene dal dirlo a qualcuno. È misteriosa questa richiesta di Gesù, non si riesce a scorgerne il motivo perché Gesù non aveva paura di essere se stesso. Diversamente, avrebbe vissuto più a lungo. Cosa temeva dunque? Io davvero non lo so. Quello che so è che quel lebbroso pagò la guarigione col silenzio. Mi chiedo: io, a patto di non raccontarlo a nessuno, cosa chiederei a Gesù? Vorrei che si materializzasse nella mia stanza, almeno una volta, come faceva spesso dopo la resurrezione. In alternativa, che almeno mi apparisse in visione.…

Condividi:
Leggi

L’ arca di Noè

Oggi, in rito ambrosiano, si legge la vicenda inquietante del diluvio universale e dell’arca di Noè. Non ci spaventa ascoltare di un Dio che si arrabbia, distrugge, poi si ricrede e fa pace. Ormai lo sappiamo che alcune pagine della Bibbia vanno lette con molto cervello, tenendo conto del loro genere letterario. Descrivere Dio come una persona umana semplificava l’efficacia del messaggio. Non si tratta nemmeno di una pagina di scienze naturali: i dinosauri sono estinti, ma non perché Noè li dimenticò a terra. La domanda è ben altra, più…

Condividi:
Leggi

Morto Berlusconi adesso ce l’hanno con il berlusconismo

Le parole che meglio hanno spiegato chi sia stato Silvio Berlusconi sono quelle pronunciate dall’arcivescovo di Milano, Mario Delpini, nell’omelia del rito funebre in duomo, mercoledì 14 Giugno. «Quando un uomo è un uomo politico, allora cerca di vincere. Ha sostenitori e oppositori. C’è chi lo esalta e chi non può sopportarlo. Un uomo politico è sempre un uomo di parte», ha detto l’Arcivescovo. «Quando un uomo è un personaggio, allora è sempre in scena. Ha ammiratori e detrattori. Ha chi lo applaude e chi lo detesta. Silvio Berlusconi è…

Condividi:
Leggi

Tutto al suo conto. Don Milani con Dio con l’uomo

Chi era don Lorenzo Milani? Don Mario Landi nel libro “Tutto al suo conto – Don Lorenzo Milani con Dio con l’uomo” edizioni San Paolo, parla e descrive l’uomo e il sacerdote. Don Landi, prete dell’Arcidiocesi di Firenze, negli anni tra il 1964 e il 1966, fu parroco a Vicchio di Mugello poco distante dalla parrocchia di Barbiana dove Don Milani era Priore. Oggi, Don Mario, è direttore del Convitto Ecclesiastico casa di riposo dei sacerdoti della Chiesa fiorentina. Nel libro, da poco in uscita nelle librerie, spiega come gli…

Condividi:
Leggi

Non basta

Eccolo, Caifa. Il grande sacerdote che, malgrado la sua cattiveria, non può che profetare: meglio che muoia uno solo per la salvezza di tutti. Lo diceva per calcolo di politica clericale, di nazionalismo religioso, eppure anche Dio era d’accordo. Le sue parole erano vere come quelle dei profeti. La sua intenzione però era omicida. Per questo il suo peccato rimane, la sua responsabilità pesa. Non basta dire cose vere. Occorre essere veri… https://lalocandadellaparola.com/2023/04/01/non-basta-4/

Condividi:
Leggi

C’è ancora qualcuno

Alcuni avevano l’intima presunzione di essere giusti. Che bei tempi! Adesso invece quest’intima presunzione è molto diffusa, non è più solo di alcuni. Forse potremmo dire che dilaga fino a comprendere tutti. Persino il bimbo di prima elementare guarda la maestra dall’alto in basso, pronto a darle lezioni. Perché non è solo questione di non sapere più chiedere scusa a Dio e al prossimo. È anche un problema di evoluzione. Chi infatti si sente sempre nel giusto, non crede di aver nulla da imparare. Presumendo di essere completo, smette di…

Condividi:
Leggi

Shalom

Ve la ricordate questa foto? La scattai esattamente un anno fa, la sera dell’11 marzo, in Italia, al volante di un’auto ucraina. Non volevo dimenticare quel momento, mentre guidavo da solo ciò che restava della vita di una famiglia. Dietro di me, accatastati sul sedile e nel baule, sacchi di vestiti, giocattoli, cibo, scarpine di bimbo. La famiglia ucraina era al sicuro su altre auto, senza più la forza di guidare, ormai sopraffatta dalla stanchezza della fuga. Li avevo conosciuti anni prima, a Kiev, quando non erano nemmeno sposati e…

Condividi:
Leggi

Nella tempesta Dio

“Nella tempesta Dio”, edizioni San Paolo, con la prefazione di Fabris Hadjadj, scrittore e filosofo francese, si snoda un dialogo a due tra gli autori Francesco Giosuè presbitero della Diocesi di Roma e Francesco Paolo Ciglia professore ordinario di Filosofia della Religione e di etica delle relazioni presso l’Università Gabriele D’Annunzio di Chieti-Pescara. Tra i due si sviluppa una discussione su di un ipotetico “ponte” che cerca di mettere in relazione due mondi differenti per cultura e storia: da un lato le scritture bibliche del Nuovo e Vecchio Testamento; dall’altro…

Condividi:
Leggi

Accadrà

Quale migliore descrizione della preghiera? Cos’è infatti pregare se non gettare un seme e poi andare via? Con cura prepari il terreno, con attenzione vi poni il seme, poi non devi che abbandonarlo, là nascosto sotto terra. Lo lasci perché sai, perché credi, perché sei certo che accadrà. Accadrà cioè che il seme germoglierà, uscirà dalla terra e tu lo vedrai. Come, tu stesso non lo sai. Ma sai che accadrà. È questa fede, questa certezza, che ti fa nascondere nel cuore di Dio la tua preghiera. È questa fede…

Condividi:
Leggi

Non lo conoscevo

Lo ripete due volte, Giovanni Battista: non lo conoscevo. Il giorno prima l’aveva detto agli scribi dei farisei: voi non lo conoscete, sta in mezzo a voi uno che voi non conoscete. E tu lo conosci, conosci Gesù? Nella Bibbia, persino sapere il nome di qualcuno è cosa sacra, perché significa conoscerne l’identità profonda. Per questo nessuno conosce il nome di Dio. E noi, non potremo mai dire di conoscere Gesù. Solo lo Spirito ci può rivelare Gesù di Nazareth, illuminarci su aspetti della sua persona e parole del suo vangelo che ancora non avevamo…

Condividi:
Leggi

Un martirio cristiano non è mai un caso

In questi giorni che seguono il Natale la Chiesa ci fa celebrare in successione la festa dei santi innocenti ( i bambini fatti uccidere a Erode nel vano tentativo di colpire anche il bambino Gesù) e quella di Tommaso Becket, arcivescovo di Canterbury ucciso sull’altare da emissari del re. Episodi tra loro lontani più di un millennio che tuttavia inducono una medesima riflessione. Innanzitutto siamo costretti a prendere atto che la testimonianza del martirio non appartiene solo al passato, ci sono ancora oggi tanti paesi nel mondo in cui i…

Condividi:
Leggi

L’Arcivescovo di Milano Mons. Mario Delpini ha celebrato in Consiglio regionale la Santa Messa di Natale

Nella pausa dei lavori consiliari, l’Arcivescovo di Milano Mons. Mario Delpini ha celebrato oggi in Consiglio regionale a Palazzo Pirelli la Santa Messa di Natale per i dipendenti e i Consiglieri regionali. Un appuntamento importante che fa seguito al richiamo alla nobiltà della politica e del servizio alle istituzioni che l’Arcivescovo ha svolto nel suo recente “Discorso alla città” tenuto nella Basilica di Sant’Ambrogio il 6 dicembre scorso alla vigilia della festa patronale. Al termine della celebrazione eucaristica, il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi con il Vice Presidente Carlo Borghetti e il Consigliere Segretario Giovanni Malanchini hanno fatto dono all’Arcivescovo del…

Condividi:
Leggi

50 domande a Dio

È difficile per gli adulti comprendere le generazioni più giovani, ed è sempre difficile giudicare la vita degli altri misurandola con i parametri della propria giovinezza che oggi non esistono più. I giovani è sicuro che non vogliono essere considerati una categoria svantaggiata ma come una risorsa importante del futuro. Gabriella Biader per le edizioni San Paolo ha scritto il libro “50 domande a Dio” quesiti che i giovani si pongono su differenti temi come l’amore, se è peccato leggere il futuro, se c’è differenza tra amore e amicizia, se esiste…

Condividi:
Leggi

Il partigiano di Dio

Un libro che racchiude le vicende di don Gilberto Pozzi, il maresciallo Cortile e della signora Molinari che dedicarono la loro vita ai perseguitati del regime nazista in un paese del varesotto ai confini con il Canton Ticino Il Colonnello Gerardo Severino direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza e il giornalista Vincenzo Grienti, sono gli autori del libro “Il partigiano di Dio” edizioni San Paolo, basato sulla storia di Don Gilberto Pozzi definito lo Schindler di Clivio. Il libro è ambientato in Italia e precisamente nella provincia del…

Condividi:
Leggi

La parola di Dio ogni giorno 2023

Vincenzo Paglia arcivescovo è presidente della Pontificia Accademia per la Vita e Gran Cancelliere del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II, e consigliere spirituale della Comunità di Sant’Egidio, autore del libro “La parola di Dio ogni giorno 2023” edizioni San Paolo. Il volume commenta l’Antico e Nuovo Testamento aiutando il credente a riflettere e a meditare. In un tempo in cui il mondo è colpito dalla fame, dalla crisi economica e dalla paura per la pandemia da Covid i cristiani sono chiamati ad intensificare la preghiera, mezzo per raggiungere la pace…

Condividi:
Leggi