L’entusiastico omaggio di Varese a Raina Kabaivanska

Domenica 28 aprile, in un Salone Estense gremito, il pubblico varesino si è stretto attorno al grande soprano Raina Kabaivanska, insignita del Premio “Città di Varese 2024”, storico riconoscimento che, dal 1981, viene assegnato alle più grandi voci della lirica. Il celebre soprano bulgaro ha raggiunto la Città Giardino assieme a due suoi allievi: il soprano Iolanda Massimo e il tenore Giuseppe Infantino. I giovani cantanti, accompagnati al pianoforte dal M° Marco Cadario, hanno eseguito un interessante concerto pucciniano con quattro rare arie da camera e i brani più celebri…

Condividi:
Leggi

In terra

«Come può costui darci la sua carne da mangiare?». Già ai suoi tempi era un’espressione troppo dura ed equivoca: Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. Eppure l’espressione non è nuova. Questo vangelo inizia proprio affermando che il Verbo, che è Dio, si fece carne. E cosa è mai l’incarnazione se non assumere una personalità in forma di carne e sangue? Gesù non sta certo invitando al cannibalismo. Sta piuttosto invitandoci a vivere la nostra incarnazione su questa terra come la vive lui. Nostro nutrimento…

Condividi:
Leggi

I fioretti di San Francesco

Edizioni San Paolo esce in libreria con “I fioretti di San Francesco”. La sua vita è stata dedita alla predicazione e ai viaggi continui per portare agli uomini sempre troppo spesso in conflitto tra loro un messaggio di pace. Dopo la sua morte avvenuta a 44 anni nel 1226, fu dichiarato Santo da Papa Gregorio IX ne 1916 e patrono d’Italia assieme a Caterina da Siena. La sua festa si celebra il 4 Ottobre. I fioretti di San Francesco è una raccolta di eventi e miracoli che testimoniano il suo…

Condividi:
Leggi

Arcangeli

Ognuno potrà ricercare l’etimologia dei nomi di questi tre arcangeli. Quello che è certo è che ne abbiamo bisogno. Urgono arcangeli che salgano e scendano dal cielo sopra ogni figlio di uomo portando un messaggio. Angelo significa infatti “portatore di un messaggio”. Non dimentichiamo che “V-angelo” vuol proprio dire “bella notizia”. In questa vita fatta di messaggini, abbiamo bisogno di messaggi e messaggeri forti e belli, che ci guariscano l’anima e il corpo, sempre tesi e tirati in un agonismo vano. Siamo corridori di una gara mai dichiarata, in competizione con chi…

Condividi:
Leggi

A Sesto Calende un naso rosso per sognare

Domenica 1° Ottobre 2023 i volontari clown dell’associazione “Un Naso Rosso per Sognare – Vip Verbano ODV”, che si occupa di Clownterapia, scenderanno in piazza De Cristoforis a Sesto Calende per celebrare la XVIII Giornata Nazionale del Naso Rosso (GNR). Evento patrocinato dal Comune di Sesto Calende. Per la gioia di grandi e piccini, a partire dalle 10 e fino alle 18, i clown dell’associazione, con i loro immancabili nasi rossi ed i loro camici colorati, animeranno la piazza con giochi, balli, palloncini, truccabimbi, tanti sorrisi e abbracci! Alle 17:30…

Condividi:
Leggi

IT-Alert test in Lombardia

Martedì 19 settembre, alle ore 12, i telefoni cellulari in Lombardia saranno raggiunti da un messaggio di test IT-alert, il nuovo sistema di allarme pubblico nazionale. Tutti i dispositivi agganciati a celle di telefonia mobile in regione suoneranno, emettendo un suono distintivo diverso da quello delle notifiche a cui siamo abituati. Chi riceve il messaggio di test non ha niente da temere. L’invito per tutti, che abbiano ricevuto correttamente il messaggio o meno, è ad andare sul sito it-alert.it e rispondere al questionario. Le risposte degli utenti, infatti, consentiranno di…

Condividi:
Leggi

Fagnano Olona meno social e più protocollo

Frequentare i social va bene. Ma, dice il sindaco Marco Baroffio rivolgendosi ai cittadini di Fagnano Olona, per segnalare problemi presenti sulle strade cittadine è meglio battere un’altra pista ovvero rivolgersi al Protocollo del comune. “Lo dico – spiega il primo cittadino del municipio del Castello Visconteo  nel suo consueto messaggio settimanale ai fagnanesi – perché mi giungono voci, e io stesso constato, che sui social ci sono diverse segnalazioni riguardanti l’erba alta; a questi cittadini voglio dire che è meglio segnalare queste criticità al protocollo del nostro comune che,…

Condividi:
Leggi

L’Ana compie 104 anni

Sono trascorsi 104 anni da quando, l’8 luglio del 1919, sotto la monumentale Galleria Vittorio Emanuele II di Milano, si riunirono i soci fondatori che diedero vita all’Associazione Nazionale Alpini. Erano uomini usciti dal Primo conflitto mondiale, che, pur vittoriosi, ci aveva visto sopportare incredibili sacrifici. Erano animati da nobili intenti: in primo luogo volevano mantenere vivo lo spirito di fratellanza nato nelle trincee e, al tempo stesso, portare avanti un’opera concreta di solidarietà a favore delle famiglie dei commilitoni caduti che con la perdita dei loro uomini in battaglia…

Condividi:
Leggi

Terremoto in Turchia e in Siria. Il messaggio dell’Arcivescovo

La notizia del devastante sisma che ha colpito vaste aree tra la Turchia e la Siria causando migliaia di vittime deve coinvolgere l’intera Diocesi nel segno della preghiera e della solidarietà. Questo l’invito dell’Arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini. «Il dramma tremendo del terremoto, la tragedia di tante morti, la visione impressionante di distruzioni catastrofiche – scrive l’Arcivescovo – irrompono nelle nostre vite e nelle nostre parole come un enigma che lascia sgomenti e sconcertati. Le sofferenze di tante persone bussano alle nostre porte e non ci consentono di restare…

Condividi:
Leggi

Seminare

Interessa ancora quel che dico?, si chiede il predicatore. Questa parabola è la miglior consolazione dell’evangelizzatore che si sente fallito. “Semina, semina, qualcosa di certo resterà”, si sente dire. Ma sarà davvero questo il messaggio della parabola, cioè che l’importante è seminare sempre e comunque? …https://lalocandadellaparola.com/2022/09/17/seminare/

Condividi:
Leggi

L’ Italia affonda e Mario è sempre meno super

«Siamo divisi militarmente, siamo divisi politicamente, abbiamo di fronte a noi solo un’unità economica e di conseguenza quando succedono grandi incidenti non si riesce a fare molto. Il coltello dalla parte del manico oggi ce l’ha Putin. Le reazioni dell’Europa, non per cattiveria, non per mancanza di volontà, ma non potranno mai essere sufficienti, se parametrate a quello che sta facendo la Russia. E sfortunatamente, se di fronte ai grandi problemi del mondo non si è uniti, allineati cioè anche nella difesa degli interessi strategici, le democrazie liberali rischiano di…

Condividi:
Leggi

Generazioni

Un Vangelo strano, quello di oggi, ma anche semplice …..Quattordici è il doppio di sette, il numero perfetto. Ripetere ben tre volte (anche questo segno di pienezza) il quattordici è segno di perfezione totale. Insomma: Gesù non poteva nascere in un momento migliore della storia. Eppure non ebbe immediatamente gran successo ed il suo messaggio è ancora tutto da scoprire….https://lalocandadellaparola.com/2021/12/17/generazioni-3/

Condividi:
Leggi

A Marnate un Natale con i defunti

Sarà un’occasione per festeggiare, ma anche per lanciare uno sguardo verso il cielo per ricordare chi non vi è più. Per il periodo natalizio, l’amministrazione comunale di Marnate ha pensato a un’iniziativa originale ovvero al posizionamento di un albero di Natale all’interno del camposanto cittadino. “In occasione delle festività natalizie- spiega il comune in una nota- il ricordo delle persone che ci hanno lasciato si rafforza di più, infatti  in molti, quando si recano al cimitero, decidono di lasciare un piccolo oggetto o testimonianza per sentirsi più vicini ai proprii…

Condividi:
Leggi

Mai lo stesso

Viene sempre all’improvviso, questo Spirito, così come all’improvviso ci sorprende la Pentecoste, festa dimenticata perfino dai cristiani eppure così essenziale. Gesù non ha parlato solamente tempo fa, esaurendo il suo messaggio. Gesù ha parlato e parla ancora: lo Spirito continua ad istruirci prendendo da Gesù e dal Padre. …https://lalocandadellaparola.com/2021/05/23/mai-lo-stesso/

Condividi:
Leggi

Quella croce scandalosa simbolo del cristianesimo

Questo articolo esce il Venerdì Santo, uno dei giorni fondamentali, assieme alla domenica di Pasqua e al Natale, per la fede cristiana. È sul triduo pasquale (compresa la “Messa in coena domini” del Giovedì santo) che poggia l’intera architrave del cristianesimo: dal venerdì, giorno della morte di Cristo, alla domenica, giorno della sua resurrezione. Se le pie donne recandosi al sepolcro non lo avessero trovato vuoto, il cristianesimo risulterebbe la più gigantesca bugia mai narrata negli ultimi duemila anni di storia dell’umanità. Credenti e anche molti non credenti in Gesù…

Condividi:
Leggi

Festa della donna il messaggio dell’Arcivescovo Delpini

“Quale cantico canterai oggi, Sposa dell’Agnello?”: questo il titolo del messaggio che l’Arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, indirizza idealmente a tutti gli uomini e le donne in occasione dell’imminente Giornata internazionale della donna, il prossimo 8 Marzo.  Il testo, pubblicato oggi sul sito della Diocesi (www.chiesadimilano.it) e contestualmente inviato a tutti i media, è un omaggio all’amore tra l’uomo e la donna. «L’uomo senza la donna, la donna senza l’uomo cantano la malinconica elegia dell’incompiuto», si legge nella prima parte.   Il messaggio è però anche una denuncia contro i troppi casi di…

Condividi:
Leggi

In Duomo, Mons. Delpini, apre il 2021 con la Messa della pace

Nell’omelia della Messa per la Giornata della Pace presieduta in Duomo alle 17.30 di oggi, l’Arcivescovo Mario Delpini ha proposto anzitutto una riflessione sui modi distorti e ingannevoli di costruire la pace: «C’è gente che si difende con l’indifferenza. Ecco come si costruisce la pace: ciascuno a casa sua. Estraniarsi, stare distanti, non immischiarsi nella vita altrui. L’indifferenza trasforma il pianeta in una gelida solitudine, lascia che i prepotenti saccheggino le risorse e i poveri siano consegnati alla disperazione». Oppure, ha proseguito mons. Delpini, c’è chi vive la pace come…

Condividi:
Leggi

Un messaggio di speranza dall’Antoniano di Bologna

Fra Giampaolo Cavalli, direttore dell’Antoniano di Bologna, in questo videomessaggio augura un periodo di serenità dopo un anno difficile che ha sottoposto ognuno di noi a momenti difficili, facendo capire quanto la famiglia, i piccoli gesti che davamo per scontati come un sorriso, un abbraccio siano beni insostituibili. (crediti immagini Antoniano)

Condividi:
Leggi