La meteorologia è una materia seria: parola di Giuliacci

L’Aeronautica militare ha sempre affascinato grandi e piccoli; quest’anno, nella celebrazione dei cento anni della sua nascita, sono molte le manifestazioni, le mostre e gli eventi che raccontano la sua storia passata, ma anche il suo futuro. L’Arma Azzurra negli anni ha dato il suo contributo in molti ambiti, uno di questi, forse poco conosciuto, è la meteorologia. Alpi Media Group ha intervistato un volto noto del piccolo schermo che è stato anche ufficiale dell’Aeronautica Militare, il col. Mario Giuliacci. Colonnello, ha un ricordo che le sta particolarmente a cuore…

Condividi:
Leggi

MeteoGiuliacci, caldo 2023 e dove colpiranno i temporali

La previsione meteo aggiornata aggiunge dettagli sull’imminente fine del caldo di questa estate 2023 e anche sui temporali attesi nelle prossime ore, con qualche importante novità. La perturbazione in arrivo potrebbe quindi essere davvero quella della svolta, quella che mette la parola fine sulla stagione estiva, almeno per quel che riguarda i lunghi periodi di tempo stabile e caldo intenso. Ecco allora cosa ci attende. Numerosi temporali, torna il rischio di eventi meteo estremi La forte perturbazione nelle ultime ore ha già aggredito il Nordovest, dove si stanno formando molti…

Condividi:
Leggi

MeteoGiuliacci dopo Ferragosto: Estate al capolinea o no?

Le previsioni meteo dopo il periodo di Ferragosto come saranno? L’Estate finirà di colpo, oppure avrà ancora molto da dire? Parrebbe proprio che si debba propendere per la seconda opzione. Niente stop estivo e anzi: sole e caldo protagonisti ancora per un bel po’.TIMORI PER L’AUTUNNO? VEDIAMO IL MOTIVO PER CUI CI SONO PREOCCUAZIONI Alta pressione invadenteVivremo un periodo con un’alta pressione piuttosto invadente. Se un tempo il 15 Agosto segnava il naturale declino della stagione estiva, da alcuni anni abbiamo notato che anticicloni africani particolarmente persistenti possono perdurare non…

Condividi:
Leggi

Quella strana luce verde dentro ai temporali più intensi. Quando e perché?

Fonte: https://www.meteogiuliacci.it/news/quella-strana-luce-verde-dentro-ai-temporali-piu-intensi-quando-e-perche–241058 Può capitare che l’atmosfera tra una nube temporalesca e il suolo assuma una colorazione sul verde sfuocato. L’evento avviene raramente e solio presenza di temporali molto forti e come tali accompagnati da numerose intense scariche elettriche. Come spiegare il fenomeno  Nelle eruzioni solari il vento solare espulso dalla nostra stella solo raggiunge ala terra sotto forma di forte campo magnetico viaggiante che annichilisce il campo magnetico terrestre. Ma la forte variazione del campo magnetico terrestre sottopone a forze interne gli atomi di ossigeno ionizzati presenti nella ionosfera (100-200km). In particolare,…

Condividi:
Leggi

Violenti temporali con trombe d’aria. Perché sollevano i tetti delle case?

Fonte: https://www.meteogiuliacci.it/news/violenti-temporali-con-trombe-d-aria-perche-sollevano-i-tetti-delle-case–241059 Il Col. Mario Giuliacci, lo spiega con un esperimento di Fisica dal vivo: uno degli effetti più dannosi collegati ai forti venti. Uno degli effetti più dannosi collegati ai forti venti, fino 100-150 km all’ora, che accompagnano le trombe d’aria, alberi abbattuti e muri perimetrali e abbattuti a parte, è lo scoperchiamento dei tetti. I tetti vengono addirittura risucchiati verso l’alto per poi essere traportai via dai veloci venti.  Per comprender il paradosso abbiamo realizzato un semplice esperimento che anche Voi potete ripetere. Prendete una pallina da pingpong, la…

Condividi:
Leggi

Previsioni, Pasqua e Pasquetta con il sole. Piogge in arrivo nei giorni precedenti?

Cosa dovremo attenderci per la giornata di Pasqua e Pasquetta? Ancora presto per avere previsioni meteo dettagliate per questo weekend festivo pasquale, ma una tendenza è già possibile farla. Per questo abbiamo intervistato il nostro capo redattore, il colonello Mario Giuliacci. Ciao Mario, nell’ultimo appuntamento ci avevi dato una tendenza per Pasqua, oggi puoi dirci qualcosa di più accurato?  “Certo, avevamo fatto una previsione nella settimana passata sulla più probabile ipotesi di…. https://www.meteogiuliacci.it/news/previsioni-pasqua-e-pasquetta-con-il-sole-piogge-in-arrivo-nei-giorni-precedenti–240621

Condividi:
Leggi

Il clima presente e futuro dubbi, certezze, cause, rimedi: intervista al Col. Giuliacci

I cambiamenti climatici più profondi nel mondo e in Italia sono avvenuti nel corso degli anni 2000. Ma fino a 1-2 anni fa anni fa solo gli “addetti ai lavori” – Fisici dell’Atmosfera – si erano resi conto, sulla base delle elaborazioni statistiche, di quanto grandi e preoccupanti fossero tali mutamenti. Ma con gli eventi climatici estremi avvenuti negli ultimi 2-3 anni anche la gente comune ha percepito che le “stagioni non sono più quelle “. Quali sono le cause e le conseguenze?Le cause? Il forte aumento dell’Effetto Serra, il…

Condividi:
Leggi

La Storia della Meteorologia dai Greci ad oggi

Con le prime grandi civiltà orientali l’osservazione del cielo e degli astri diviene quasi un culto. E così non sfugge la stretta correlazione esistente tra la ricorrenza dei cicli celesti e le variazioni cicliche stagionali, tanto che negli astrologi dell’epoca matura la convinzione che le alterne vicende atmosferiche dipendano solo dal moto delle stelle e dei pianeti e, in particolar modo, dai cicli del Sole e della Luna. Tale interpretazione astrologica del tempo resisterà tenacemente per millenni fino al Rinascimento. La più antica testimonianza sui primi tentativi di prevedere il…

Condividi:
Leggi

MeteoGiuliacci aria polare in arrivo

Sulle regioni occupate dai grandi anticicloni permanenti o stagionali (Anticiclone delle Azzorre, Anticiclone africano, Anticiclone del Pacifico Anticiclone Russo) la circolazione è piuttosto debole e pertanto vaste porzioni di atmosfera restano quasi immobili sul posto per giorni o settimane, acquistando così le caratteristiche termo-igrometriche del suolo sottostante. Tipi di masse d’ariaTali enormi blocchi di atmosfera fisicamente omogenea sono denominati masse d’aria e vengono trasportate dai venti predominanti fino a qualche migliaio di km di distanza, senza per questo perdere alcune loro originarie caratteristiche. Tuttavia, le iniziali proprietà fisiche vengono diversamente…

Condividi:
Leggi

Tre sbalzi termici di dieci gradi entro 20 dicembre

L’inverno quest’anno è giunto puntale intorno al primo dicembre, data nella quale per convenzione è fissato l’inizio della stagione invernale. In effetti da quasi 3 settimane le temperature sono scese su valor invernali su tutto il Centronord, con nevicate sulle Alpi e qualche fiocco anche in pianura sul Piemonte occidentale. per saperne di più….https://www.meteogiuliacci.it/news/tre-sbalzi-termici-di-dieci-gradi-entro-20-dicembre-238622 didascalia: Fonte Immagine: meteogiuliacci

Condividi:
Leggi

MeteoGiuliacci Inverno 2022-2023 ecco quanta neve

Siamo oramai a fine ottobre, e i modelli climatici cominciano a proporre le prime proiezioni per l’inverno 2022-2023, con indicazioni su quanta neve arriverà. Si tratta chiaramente di proiezioni stagionali, che non possono regalare grandi certezze, ma analizzando le attuali anomalie atmosferiche e oceaniche, assieme alle tendenze circolatorie descritte dai supercomputer, qualche indicazione si può ottenere. Ecco allora quali sono gli scenari più probabili per l’inverno in arrivo…https://www.meteogiuliacci.it/news/meteo-tendenza-inverno-2022-2023-ecco-quanta-neve-237100 didascalia: Fonte Immagine: Depositphotos

Condividi:
Leggi

Col. Giuliacci “Una mela per chi ha fame”

“Una mela per chi ha fame” giunge alla sua decima edizione. Sabato 22 Ottobre, sarà presente in molte piazze della città di Milano e provincia. Collaborazione tra Lions Club International e al Consorzio mele Alto Adige ed insieme al meteorologo Col. Mario Giuliacci, saranno presenti nelle piazze per  aiutare con un gesto  chi è meno fortunato. A Milano i gazebo saranno presenti in piazza San Carlo, piazza Oberdan, piazza San Marco e via Spallanzani.

Condividi:
Leggi

MeteoGiuliacci primo freddo e primo attacco alla siccità

Caldo e siccità sono le “bestie nere” che hanno afflitto per mesi, oltre il limite della sopportazione. Ma all’orizzonte vi sono ottime notizi per entrambi gli venti estremi. Ma già l’11 settembre avevamo dato la notizia del crollo della temperatura tra il 16 e il 17 settembre sulle regioni centro settentrionali e tra il 17 e il 20 settembre anche su quelle meridionali. In particolare, al Centronord le massime scenderanno a valori tra 20 e 25 gradi, temperature che verranno percepite sicuramente come primo freddo. Addirittura, dal 20 settembre le temperature…

Condividi:
Leggi