Nascere in mascherina

Francesca Molina medico e psicoterapeuta nel libro “Nascere in mascherina” edizioni San Paolo, è una guida per spingere le persone a ripartire dopo due anni vissuti difficilmente per colpa della pandemia da Covid 19 dalla cosa più preziosa della società l”’infanzia, aiutando i genitori a far fronte a nuove incertezze e timori che la pandemia ha portato con sé”. In un periodo caratterizzato dalla crisi sanitaria, economica e sociale è tempo per quei bambini che hanno vissuto e stanno vivendo ancora oggi momenti di disagio pensare a nuove occasioni che…

Condividi:
Leggi

Varese: vertice in prefettura sul tema disagio giovanile

Venerdì 2 dicembre, si terrà presso la Sala Consiliare della provincia di Varese una riunione per affrontare varie tematiche connesse al disagio giovanile. All’incontro, presieduto dal Prefetto Salvatore Pasquariello, parteciperanno rappresentanti della Provincia di Varese e degli Uffici di Piano presso i Comuni della provincia, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico territoriale e i rappresentanti dell’Università dell’Insubria, dell’Università Liuc, dell’ATS Insubria, dell’ASST Sette laghi di Varese e dell’ASST Valle Olona di Busto Arsizio, del centro di formazione Enaip della sede di Varese, degli Uffici per la pastorale giovanile della zona di Varese…

Condividi:
Leggi

Lavoro, povertà, disagio le emergenze affrontate dalla Caritas

Già presenti nella fase prepandemica, sono state acuite dall’emergenza virus. E hanno sempre nomi precisi: lavoro precario, povertà educativa, indigenza delle famiglie, disagio psicosociale delle giovani generazioni. Emergenze che la Caritas Italiana ha fronteggiato mettendo in moto un’organizzazione assistenziale di grandi numeri fatta di 6780 servizi portati avanti da oltre 93 mila volontari a suon di progetti e iniziative. A distanza di un anno dall’approvazione del Decreto Legge della cosiddetta “Fase due” da parte del Consiglio dei Ministri, la Caritas ha voluto compiere una ricognizione della situazione per verificare se…

Condividi:
Leggi

A Marnate un progetto per gli adolescenti

La finalità del progetto è precisa. E per Marnate lo è anche il modo di dargli adeguata attuazione. L’amministrazione comunale del sindaco Maria Elisabetta Galli ha deciso di appoggiare la cooperativa “La Banda” nel percorso di accesso al progetto “Adolescenti dei venti venti”. Il fine congiunto è quello di dichiarare guerra alle situazioni di disagio giovanile derivanti da una carenza sul fronte educativo. E uno dei soggetti che, a livello locale, si occupano di questa problematica è proprio “La Banda”. Da qui l’intenzione del comune di darle man forte. “La…

Condividi:
Leggi