Castellanza uno striscione per i volontari scesi in campo contro il Covid

Ognuno ha fatto la sua parte. Con la consapevolezza dell’emergenza del momento in una mano e il desiderio di dare il proprio contributo nell’altra. Ai molti volontari che si sono spesi in tempo ed energie per dare conforto, materiale e psicologico, ai loro concittadini prostrati dal Covid ma impegnati anche in tempi normali a tendere la mano verso il loro prossimo il comune di Castellanza ha voluto dedicare un ringraziamento attraverso uno striscione di dimensioni consistenti.

“In un mondo che va sempre di fretta – spiega l’assessore ai servizi sociali e vicesindaco della giunta di Mirella Cerini Cristina Borroni – la gratitudine non è di moda, ma è un valore fondamentale, un bene essenziale per se stessi e gli altri , dire grazie significa riconoscere e quindi accettare il fatto che si ha bisogno l’uno dell’altro, concetto che è alla base del vivere sociale”. Borroni prosegue evidenziando le ampie ricadute positive che questo atteggiamento di apertura finisce per generare all’interno della comunità. In particolare, aggiunge, questo tipo di slancio solidale apre a “una visione più ottimistica delle cose e ci aiuta ad andare avanti soprattutto nelle situazioni difficili come quella che stiamo vivendo che richiedono di mettere in campo maggiore attenzione verso ciò che succede di positivo ogni giorno”. 

Lo striscione di otto metri volto a tributare i ringraziamenti all’ampia famiglia dei volontari e affisso sulla cancellata del palazzo comunale è, per Cerini, espressione della volontà dell’amministrazione comunale  di “ringraziare di cuore tutti i volontari che si sono resi disponibili a vario titolo e per le diverse necessità e hanno dimostrato a tutti noi che è possibile costruire una convivenza basata sulla cura e l’attenzione verso l’altro, e verso la propria comunità cittadina”.

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts