Castellanza una nuova via per la ristorazione scolastica

Nuovo gestore, nuove modalità di servizio. Tutto a partire dal primo luglio. Il comune di Castellanza imbocca un nuovo sentiero sul fronte della ristorazione scolastica e dell’erogazione dei pasti a domicilio destinati sia alle persone anziane o disabili a domicilio sia agli studenti dell’Istituto comprensivo. 

A gestire il servizio sarà la società Cir Food di Reggio Emilia. “L’amministrazione comunale – spiega il sindaco Mirella Cerini – ha indicato alcuni punti fermi che hanno ispirato il capitolato speciale d’appalto e l’attenzione è stata fissata in modo particolare sul rispetto ambientale sottolineando la necessità di ridurre gli sprechi alimentari e l’impatto ambientale”.

Niente più bottiglie di plastica,  a esempio, ma distribuzione dell’acqua usando direttamente l’acqua di rete “che verrà sottoposta-  prosegue il primo cittadino di palazzo Brambilla – a controlli periodici da parte della ditta e distribuita mediante erogatori microfiltranti collocati in ogni plesso”. 

L’amministrazione comunale intende continuare a spingere l’acceleratore anche per quanto concerne le iniziative di educazione alimentare  “a favore di alunni, insegnanti e genitori”.

L’obiettivo è di “garantire uno stile alimentare corretto a favore dei più piccoli  che coinvolge tutti coloro che, a vario titolo, si prendono cura dell’educazione delle nuove generazioni”. Si inquadrano in quest’ambito l’inserimento di “spuntini a base di frutta, yogurt, ortaggi crudi, miele a filiera corta, marmellate e cioccolata come merenda del mattino da offrire ai bambini delle scuole primarie”.

Un terzo fronte di novità riguarda l’introduzione di un portale web a cui si potrà accedere da smartphone, pc o tablet, dedicato al servizio di ristorazione. Attraverso questo servizio, spiega il comune, “le famiglie potranno iscrivere i figli  al servizio, richiedere diete speciali e o etico religiose, tenere monitorato il numero di pasti usufruiti e lo stato dei pagamenti, ottenere certificazioni ai fini delle detrazioni fiscali”.

Sempre sul portale potranno essere prenotati i pasti a domicilio. “Nel corso degli anni è sempre stata dedicata particolare attenzione al servizio mensa – conclude Cerini non dimenticando di ringraziare la società Compass che ha finora svolto il servizio – consapevoli dell’importanza di una corretta alimentazione e dell’educazione alimentare.

Le novità introdotte hanno l’obiettivo di rispondere in modo sempre più adeguato alle esigenze degli studenti, delle loro famiglie e degli insegnanti che hanno sempre manifestato un buon livello di soddisfazione dei servizi finora offerti”.

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts