Varese basket sconfitto dal Brindisi

Brindisi al secondo posto, Varese al penultimo. L’atto finale della stagione regolare tra pugliesi e biancorossi sorride decisamente ai primi sospinti da un Thompson in forma smagliante. Varese ci ha provato soprattutto con Ruzzier e Douglas ma alla fine il divario di classifica si è avvertito. I pugliesi di coach Frank Vitucci si preparano ora alla disputa dei playout.

PRIMO QUARTO – Tre sconfitte di fila l’una, uno stop con Trieste l’altra. Brindisi e Varese si giocano in terra pugliese la riscossa. La prima per assestarsi per il discorso playoff, la seconda per raggiungere il porto della tranquillità. Varese comincia a ruggire con Ruzzier ma Brindisi mette a segno dieci punti di fila. Varese sembra frastornata ma a scuoterla un po’ di pensa De Vico: 10-5. Brindisi, però, ha i colpi in canna e li spara fino a raggiungere un’autostrada di vantaggio sugli ospiti di 22-7 con il duo delle meraviglie Perkins- Harrison. Beane prova a rialzare Varese con una tripla ma i pugliesi colpiscono ancora con un Harrison molto in vena e con Bell. Beane e De Nicolao riavvicinano lievemente i bosini ma Brindisi chiude il primo quarto avanti per 30-16.

SECONDO QUARTO – Harrison alza ulteriormente in quota Brindisi, Morse risponde ma la forbice permane ampia. Due triple di Douglas e Scola riavvicinano di poco Varese ma Bostic e Visconti tracciano diciassette incollature tra il loro roster e quello di coach Massimo Bulleri: 49-32. Scola appare in buono stato di forma e i cinque punti di fila messi a referto lo dimostrano. Brindisi però con Perkins mantiene di ampie proporzioni il suo vantaggio all’intervallo lungo per 61-45.

TERZO QUARTO – Thompson e Gaspardo colpiscono intervallati da Egbunu, Gaspardo si produce in una saetta da tre punti e Scola risponde. Ruzzier si produce in un gioco da tre punti ma Brindisi ritraccia il fossato con Bell che fissa il parziale del penultimo quarto sull’81-68.

ULTIMO QUARTO – Morse prova a riportare in scia Varese ma Brindisi allunga nuovamente a più sedici. Coach Bulleri chiama il timeout ma ormai i pugliesi sono lanciati verso una squillante vittoria per 108-84 che vale il riscatto dopo tre sconfitte di fila ma, soprattutto, il secondo posto con quaranta punti alle spalle dell’Olimpia Milano a quota 44.

TABELLINO

HAPPY CASA BRINDISI: Thompson 21, Harrison 17, Gaspardo 14, Bell 14, Bostic 13, Willis 10, Udom 8, Perkins 8, Visconti 3, Cattapan, Guido, Zanelli. Coach: Francesco Vitucci.

Tiri liberi: 13 su 23, rimbalzi 36 (Willis 11), assist 25 (Bostic 9).

OPENJOB METIS VARESE: Scola 16, Ruzzier 14, Douglas 14, De Vico 12, Morse 8, De Nicolao 6, Beane 5, Strautins 5, Egbunu 4, Ferrero. Coach: Massimo Bulleri.

Tiri liberi: 12 su 18, rimbalzi 33 (Douglas 7), assist 12 (Douglas 4).

ARBITRI

Alessandro Vicino di Argelato (BO), Martino Galasso di Siena e Marco Vita di Ancona.

DICHIARAZIONI POSTGARA

MASSIMO BULLERI (COACH OPENJOB METIS VARESE): “Una partita dove le loro motivazioni hanno fatto la differenza. Abbiamo combattuto solo nel secondo e terzo quarto ma due periodi non bastano contro la seconda in classifica. Una squadra motivatissima dal dover confermare il loro posto in classifica, una posizione ampiamente meritata. Dispiace finir così ma ci tengo a far presente che, durante questa stagione, ci siamo risollevati da una posizione non facile e siamo orgogliosi di questi ragazzi che hanno compiuto un’impresa”.

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts