Da isola che non c’è a Taiwan

del Generale Giuseppe Morabito – Membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation. Nel 2002 Edoardo Bennato ha scritto una canzone ispirata alla favola di Peter Pan: “L’Isola che non c’è, dove il cantautore napoletano dice che “non può esistere una isola che non c’è”. Ovviamente questa è una metafora che rappresenta un “mondo che non c’è”. “Senza guerre, ne’ soldati, ne’ armi”. Un mondo che “non può esistere nella realtà”. Nella canzone, c’è un invito a cercare quest’isola che non c’è. Di cercarla anche se nessuno crede che esista, o…

Condividi:
Leggi

Le minacce di Pechino prove di supremazia economica

Giuseppe Morabito – Membro del Direttorio della NATO Defence College Foundation. In questa settimana, il Primo Ministro giapponese Yoshihide Suga ha lanciato un deciso avvertimento al Presidente della Cina Popolare XI. Il tutto nella semplice affermazione che il Giappone prenderà in considerazione qualsiasi attacco alla Repubblica di Cina, meglio nota come Taiwan, come “minaccia esistenziale”. Atteso questo, per capire gli equilibri nel Mare Indo-Cinese è necessario definire se sia imminente un attacco militare della Cina Popolare alla “fastidiosamente democratica” Taiwan e da cosa scaturisce il rinfocolarsi periodico del nazionalismo comunista cinese.…

Condividi:
Leggi

Taiwan, la democrazia è in pericolo?

Un recente articolo del Guardian ha riportato in evidenza la questione dell’isola di Taiwan definendola la “zona più pericolosa della terra”. La ragione principale è che Taiwan è, oggi, un’area geografica dove si configura chiaramente la rivalità tra Cina Popolare e America. Taiwan è un’isola di 24 milioni di persone con un governo democraticamente eletto , a 160 chilometri dalla costa cinese e i leader della Cina Popolare insistono da sempre nel ritenere che c’è solo una Cina, la loro, e che Taiwan ne è una parte “ribelle”. L’America, dopo…

Condividi:
Leggi

Taiwan, Interpol e la Cina. La storia delle relazioni non cambia anche in tempi di pandemia

Da moltissimi anni, cioè dalla separazione, di fatto, in due stati, i rapporti politici di Taiwan con la Cina restano quantomeno problematici in conseguenza della decisione del governo di Pechino di continuare a considerare l’isola come parte del suo territorio e non come un paese indipendente e democraticamente all’avanguardia. Una delle conseguenze di tale posizione sta nel fatto che la Cina ha ottenuto, nel tempo, l’esclusione quasi totale di Taiwan dalle organizzazioni e dai forum internazionali. Fa eccezione forse solo la NATO che, ad esempio, permette a funzionari taiwanesi di…

Condividi:
Leggi