La biblioteca rilancia la reading challenge

Dopo il successo delle prime due edizioni, sabato 18 settembre prenderà il via la terza edizione della Reading Challenge, sfida di lettura proposta dai bibliotecari della Biblioteca G.B. Roggia. Obiettivo della sfida leggere 10 libri in 3 mesi, secondo le categorie proposte, procedendo anche non in ordine. Questa terza edizione si concluderà il 18 dicembre e sarà aperta anche ai lettori più giovani. Si potrà partecipare infatti a partire dai 15 anni di età. I libri dovranno essere presi in prestito in Biblioteca. Ogni partecipante riceverà una scheda d’iscrizione personale…

Condividi:
Leggi

La via della seta e la pandemia. Qualcosa passa da Dubai?

La pandemia proveniente dalla Cina Popolare, “tecnicamente CV 19”, ha reso il 2020 uno degli anni più negativi per l’industria energetica, influenzando mercati e conseguentemente i prezzi anche dei materiali nevralgici per il commercio globale. La NATO Defence College Foundation e, in particolar modo Fabio Indeo hanno studiato con attenzione tale fenomeno e definito i contorni geopolitici della problematica. Il principale aspetto che salta subito all’ occhio è l’emergere sorprendentemente rapido degli Stati Uniti come principale produttore mondiale di petrolio e gas, le prospettive non certo positive per i paesi…

Condividi:
Leggi

A Busto Arsizio riaprono le sale studio della biblioteca comunale

Da lunedì 3 Maggio la Biblioteca comunale riprenderà gli orari consueti (la chiusura al sabato, disposta da precedenti DPCM non è più in vigore) con un’importante novità: saranno riaperte le sale studio. “Anche in questa occasione la nostra biblioteca civica si fa trovare pronta all’estensione dei servizi possibile grazie all’entrata della Lombardia in zona gialla – commenta la vicesindaco e assessore a Identità e Cultura Manuela Maffioli -. La biblioteca è un luogo a disposizione di tutti, un’agorà culturale che vorremmo sempre ‘abitata’ ed è stato doloroso doverne impedire l’accesso…

Condividi:
Leggi

Parrucchieri ed estetisti aperti giornate festive Aprile e Maggio

Con il passaggio della Lombardia in zona arancione, da lunedì 12 Aprile parrucchieri ed estetisti hanno riaperto le attività dopo lunghe settimane di chiusura. Per permettere loro di recuperare, almeno in parte, il fatturato perduto nei giorni di lockdown, l’Amministrazione ha disposto che nei mesi di Aprile e maggio potranno lavorare in via straordinaria anche la domenica e nelle giornate festive. Oggi, su proposta della vicesindaco e assessore allo Sviluppo del territorio Manuela Maffioli, anche in seguito a una richiesta di Confartigianato, il sindaco Emanuele Antonelli ha firmato un’ordinanza che…

Condividi:
Leggi

Varese: la crisi colpisce anche i consumi essenziali

Per la prima volta dall’inizio della pandemia la spesa alimentare crolla del 5,5% con i cittadini costretti a tagliare anche sul cibo. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti divulgata in occasione della diffusione dei dati Istat sul commercio al dettaglio nei primi mesi del 2021. “Si tratta – afferma il presidente Coldiretti Varese Fernando Fiori – di una brusca inversione di tendenza dopo che l’alimentare era risultato il settore che aveva resistito meglio alla crisi con un aumento della vendite al dettaglio determinato anche dal maggior tempo trascorso a casa dagli italiani in lockdown. Ora,…

Condividi:
Leggi

Marte e Oltre, alla conquista umana dello spazio

Insomma tra cinque anni si potrà andare su Marte sul razzo spaziale Starhip, un viaggio comodo e sicuro che comunque durerà sei mesi. Ci vorranno  però 1.000 Starship e 20 anni per costruire la prima città sostenibile su Marte. Ma perché proprio Marte? Ebbene Marte ha una atmosfera seppure molto tenue e  ed ha una minore ma decente radiazione solare  nonostante una distanza media di 75 milioni di km dalla terra e a 225 milioni di km dal sole. E’ insomma  il pianeta abitabile più vicino alla Terra perché  ha  condizioni astronomiche e…

Condividi:
Leggi

Salumi, scaduta la proroga l’etichetta di origine è finalmente in vigore

 Entra finalmente in vigore l’obbligo di indicare in etichetta l’indicazione di provenienza su salami, mortadella e prodotti dell’arte norcina per sostenere il vero Made in Italy e smascherare l’inganno della carne straniera spacciata per italiana. “Con il 31 gennaio è scaduta la proroga di due mesi concessa dal Ministero dello Sviluppo economico per la piena applicazione del Decreto interministeriale sulle Disposizioni per “l’indicazione obbligatoria del luogo di provenienza nell’etichetta delle carni suine trasformate”. Una buona notizia per produttori e consumatori, che tutela e valorizza la produzione made in Italy” sottolinea Fernando Fiori,…

Condividi:
Leggi