Verbania sei arresti e 21 perquisizioi per frode fiscale

Stamane, mercoledì 15 Settembre, la Polizia di Stato di Verbania e i Finanzieri del Comando Provinciale di Verbania hanno eseguito 6 arresti, 21 perquisizioni in abitazioni private e presso sedi di società in Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna oltre che al sequestro di 2,5 milioni di Euro. L’Operazione, eseguita con l’ausilio degli omologhi Uffici e Reparti competenti per territorio, ha coinvolto le province di Milano, Monza Brianza, Novara, Mantova, Parma e Reggio Emilia. Le complesse indagini di polizia giudiziaria sono state dirette dalla dott.ssa Sveva De Liguoro – Sostituto Procuratore…

Condividi:
Leggi

La Festa del lavoro che non c’è

Il lavoro serve per produrre ricchezza, individuale o generale, ma se non c’è? Il lavoro non deve aiutarci a progredire, a diventare migliori? Qualsiasi attività intrapresa che promuova l’uomo non è già per sua natura dignitosa? Sono domande spontanee che dovremmo porci in questo periodo in cui viviamo attanagliati da una crisi sanitaria ed economica esplosa in tutto il mondo. Una crisi che avrà conseguenze sociali pesanti e che sta già provocando squilibri in molte persone. Molti oggi svolgono professioni che nessuno avrebbe immaginato mai di svolgere. Il mondo del lavoro…

Condividi:
Leggi

Busto Arsizio magazzino e stamperia del falso

La Guardia di Finanza di Busto Arsizio ha individuato un negozio con licenza di vendita al dettaglio e all’ingrosso in possesso di pezze di tessuto ed etichette con marchi delle più note griffe della moda contraffatti. Il materiale, pronto per il confezionamento, non era accompagnato dai previsti documenti che ne legittimavano la regolare provenienza e il legittimo possesso. I finanzieri bustocchi hanno perquisito i locali aziendali per sequestrate tutta la merce e ricostruire la filiera produttiva. Grazie all’incrocio di fatture e documenti contabili rinvenuti e alle banche dati in uso…

Condividi:
Leggi

Torino, Fiamme Gialle, operazione “Redivivus” evasi oltre 2,5 milioni

La Guardia di Finanza di Torino, coordinata dal Procuratore Aggiunto, Marco Gianoglio e diretta dal Pubblico Ministero, Francesca Traverso, della locale Procura della Repubblica, ha svolto, per due anni, una complessa attività investigativa, anche mediante intercettazioni telefoniche e telematiche, nei confronti di un nutrito sodalizio finalizzato alla sistematica evasione delle imposte perpetrata attraverso la costituzione di società fittizie che avevano l’unico scopo di emettere fatture per operazioni inesistenti, ottenerne il pagamento e retrocedere il denaro alle imprese beneficiarie della frode dietro la corresponsione del 5% dell’imponibile indicato nella fattura, affinché…

Condividi:
Leggi