Pro-Patria sconfitto dal Padova

Dal possibile terzo risultato utile di fila a un’amara sconfitta. Alla Pro Patria la sfida del “Carlo Speroni” contro il quotato Padova risulta alla fine indigesta. La pattuglia di Luca Prina ha infatti dovuto cedere la posta piena con il punteggio di 2-1 dopo avere colpito per prima.  I biancoscudati hanno avuto il merito di crederci fino in fondo facendo valere la loro esperienza.

PRIMO TEMPO – Al 10′ Della Latta conclude fuori di un nulla. La replica della Pro Patria arriva al 16′ con l’ex Alessandria Nicco ma non è precisa. Al 24′ è Stanzani a impegnare Donnarumma. Il batti e ribatti prosegue al 28′ con un’occasione biancoscudata con Kirvan, il suo colpo di testa però si perde a fondocampo.  Al 34′ è Ronaldo a spedire a lato su punizione. Non riesce ad alzare in quota i biancoscudati neppure Ceravolo che, al 38′, impegna Caprile a terra con un diagonale. La Pro Patria, però, ha il colpo in canna e, se al 44′ Stanzani spara a salve colpendo la traversa, al 46′ Pierozzi fa invece bingo su sponda di Parker. E al riposo ci si va con la Pro Patria avanti.

SECONDO TEMPO –  Al 2′ Stanzani dà ancora lavoro a Donnarumma costringendolo a deviare in corner il suo calcio di punizione.  Al 15′ il Padova si rimette in carreggiata con un’incornata di Valentini e al 23′ rovescia il risultato a suo favore con una punizione di Monaco. E il Padova può alzare i calici contro una Pro Patria ingenua.

POSTGARA 
LUCA PRINA (ALLENATORE PRO PATRIA): “C’è amarezza, abbiamo preso un palo, avuto buone occasioni, ma questa è la strada giusta ma dobbiamo essere consapevoli del nostro valore. Succede sempre che vengono premiate le squadre forti, è una legge non scritta del mondo del calcio,  abbiamo tre giorni per smaltire questa forte arrabbiatura. Ogni partita ha la sua storia”.

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts