Pro Patria batte juventus under 23

 Dopo due giornate di nuvole, ecco il primo raggio di sole. La Pro Patria di Luca Prina toglie lo zero dalla casellina dei punti in classifica liquidando di misura al “Carlo Speroni” la temibile Juventus under 23. 

La posta piena passa anche in modo determinante per le mani del portiere Caprile capace di parare un rigore dopo meno di un quarto d’ora di gioco e di lasciare quindi i tigrotti in piena corsa per la vittoria poi arrivata.

PRIMO TEMPO –  Al 9′ la Pro Patria ci prova con Pierozzi ma il tiro è alto. Al 12′ Caprile commette fallo su Sekulov ed è rigore per i bianconeri. Dagli undici metri, però,  Akè sciupa tutto con Caprile che si supera deviando in corner la sua esecuzione. Al 18′ la Pro Patria  sfiora il bingo con un colpo di testa di Stanzani sul palo. Il decollo è però soltanto rimandato e giunge al minuto 28 quando Bertoni, in mischia e sugli sviluppi di un corner, supera Israel.

SECONDO TEMPO –  i ritmi si abbassano un po’ ma un po’ di polpa emerge ugualmente. Al 5′ Zuelli, dal limite, impegna Caprile in una deviazione in corner. Al 20′ è Soulè a costringere alla deviazione in angolo il portiere biancoceleste. Al 31′ Pierozzi cerca il raddoppio ma Israel è attento. Vittoria che fa classifica ma riempie soprattutto la bisaccia del morale.

LUCA PRINA (ALLENATORE PRO PATRIA): “I ragazzi sono stai perfetti, quello che dal punto di vista tattico avevamo preparato, soprattutto l’attenzione e l’atteggiamento e la voglia di dimostrare che non eravamo quelli delle due partite precedenti, poi la molla è scattat con il rigore. Siamo portati bene, abbiamo fatto bene, quindi penso che la squadra oggi contro chiunque avrebbe fatto quella grande prestazione E’ bello rivedere la gente allo stadio, questa è una piazza che merita”.

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts