Openjob Metis Varese vince amichevole Fribourg Olympic Basket

 Una buona prova, servita sia ad aggiustare i meccanismi in vista della stagione ufficiale sia a infondere la giusta carica motivazionale. La Openjob Metis Varese è uscita vittoriosa per 90-67 dall’incontro disputato al suo ritiro di Gressoney Saint Jean contro il Fribourg Olympic Basket, storica società del basket svizzero vincitrice di ben diciannove campionati nella sua storia.

A brillare sono state soprattutto le stelle di Kell, che ha fatto segnare a referto ben venti punti, e Gentile, fermatosi poco più in basso a quota diciotto. Ai rossocrociati non è stata sufficiente la vena realizzativa del duo Jurkowitz – Miljanic, quattordici e dodici punti rispettivamente. 

PRIMO QUARTO –  Varese fa la voce grossa sospinta soprattutto dalla vena realizzativa del confermatissimo Egbunu e si porta avanti con il punteggio di 14-9.

SECONDO QUARTO – Gentile e l’ex Chieti Sorokas riescono a comandare le operazioni cecchinando come sanno, Kell fa il resto, Friburgo cerca di contenere lo svantaggio ma l’intervallo lungo dice 43-23 per i biancorossi. 

TERZO QUARTO – Friburgo cerca di mettere in moto l’operazione riavvicinamento ma il duo Gentile-Kell ingrana la marcia veloce e mantiene la compagine di coach Adriano Vertemati sul 68-50 a favore. 

ULTIMO QUARTO – Ferrero guida la squadra fino ad archiviare una vittoria convincente nella prima uscita stagionale con il punteggio di 90-67.

TABELLINO 
OPENJOB METIS VARESE: Kell 20, Gentile 18, Sorokas 10, Egbunu 10 Ferrero 9, De Nicolao 8, Caruso 6. Virginio 4, Wilson 3, Amato 2, Librizzi, Jones. Coach: Adriano Vertemati. 

FRIBURGO OLYMPIC BASKET: Jurkowitz 14, Miljanic 12, Mbala 9, Cotture 9, Jankovic 7, Mitchell 6, Gravet 4, Diggs 3, Solca 3, Tomic, Memishi. Coach: Petar Aleksic. 

ADRIANO VERTEMATI (COACH OPENJOB METIS VARESE): “Entrambe le squadre sono all’inizio, loro erano una squadra molto fisica, prendiamo atto di avere giocato con una squadra con molte caratteristiche. Abbiamo provato a dimostrare una certa identità, un po’ ci siamo riusciti, gli spunti raccolti sono interessanti ma in questo momento nulla di più, ci interessano quelli al di là del punteggio, eravamo un po’ stanchi e in alcuni casi non brillanti ma prendiamoci questi spunti”. 

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts