Legnano e Varese è un derby che profuma di storia

Mercoledì 17 Febbraio alle 14.30, sta per andare in scena la sua 70a edizione. Anche se, a voler considerare la nuova denominazione “Città di Varese”, sarebbe il  derby di battesimo.

Ma il campanile è campanile e si pronuncia Legnano contro Varese. E viceversa. La situazione di classifica di entrambe le compagini non è proprio rosea, I lilla sono reduci da tre sconfitte nelle ultime quattro gare di cui l’ultima, nel derby contro l’Arconatese per 0-2, ha fatto particolarmente male. La classifica dice ora quattordicesimo posto con 25 punti. Il Città di Varese deve ancora camminare per raggiungere il porto della salvezza ma il passo che ha intrapreso ultimamente lo fà ben sperare.   

La doppia vittoria ottenuta con Derthona e Sestri Levante, quest’ultima servita finalmente per sbloccare il tabù della mancanza di affermazioni  stagionali al “Franco Ossola”,  ha certificato per la pattuglia di Ezio Rossi un allontanamento dalle acque agitate dell’ultimo posto in classifica per andare in mare più aperto e lasciarsi alle spalle il trio Vado- Borgosesia- Fossanese.

Una terza vittoria di fila che sarebbe la quinta stagionale consentirebbe quindi ai biancorossi di mettere ulteriore benzina nel serbatoio della tranquillità. E di dare alla città di Varese la trentaseiesima vittoria nel derby lillabiancorosso. Il resto della statistica parla di quindici vittorie del Legnano e 19 pareggi. A suonare la carica è, come di consueto, il tecnico Ezio Rossi che della sfida avverte tutto il fascino e l’intensità: “Sarà una partita tra due società storiche che hanno militato ad alti livelli – spiega – e uscire con un risultato positivo farebbe tanto piacere di altre partite. Il Legnano è la squadra più forte di quelle che abbiamo incontrato nelle ultime giornate. L’anno scorso sono andati a un passo dalla vittoria nel campionato e quest’anno hanno costruito la squadra per fare bene.

Da metà campo in su hanno una rosa con giocatori importanti come Di Lernia in mezzo, Cocuzza e Gasparri che davanti hanno fatto venti gol in due”. Insomma, il messaggio per i suoi ragazzi è chiaro: vietato prendere il Legnano sottogamba. Città di Varese con un’ampia serie di defezioni ovvero Giugno, Scampini, Beak, Repossi e Sow. 

Il Legnano dovrà invece fare a meno degli squalificati Brusa e Luoni. “Adesso – riprende Rossi – abbiamo un ciclo di quattro partite difficili, le ultime due vittorie, le ultime due vittorie arrivate senza subire gol  ci hanno portato in quartultima posizione ma per uscire da là  sotto servirà continuare a fare risultati per molto ed essere consapevoli che la strada è in salita”.  

Il finale è un ringraziamento per i tifosi che, sia pure non presenti al “Franco Ossola” per le restrizioni dovute al Covid, contro il Sestri Levante hanno comunque fatto sentire tutto il loro calore e sostegno fuori dai cancelli dello stadio di via Bolchini.

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts