Fortitudo Lavoro più vs la Openjob Metis Varese 85 a 76

Da una Bologna all’altra un’altra giornata tinta di amarezza. Dopo avere perso sul pitturato amico contro la Fortitudo Lavoro più, la Openjob Metis Varese resta a secco anche contro l’altra compagine felsinea, la quotata Segafredo Zanetti Virtus Bologna.

I biancorossi hanno capitolato al termine dei quaranta minuti di ostilità per 85-76 e permangono desolatamente all’ultimo posto in graduatoria. Avanti nel primo quarto per 21-19, il roster di coach Massimo Bulleri ha subito poi il ritorno dei padroni di casa senza più riacciuffarli ma anzi vedendoli allontanarsi progressivamente. Sulla vittoria di Bologna hanno inciso soprattutto le impronte realizzative di Adams, Weems e Belinelli, a nulla è valso per Varese il buon quoziente di Douglas. 

PRIMO QUARTO – Varese parte meglio  con due intuizioni dall’arco di Strautins e Scola, replica felsinea con Weems con lo stesso bottino da tre ma Scola rialza in quota i bosini sull’8-3. Weems sfodera un’altra tripla ma Egbunu, che si rivelerà alla fine autore di una discreta prestazione, affonda di nuovo la lama per Varese con una schiacciata. Gamble riavvicina la Segafredo ma Douglas ed Egbunu, che sembrano i due maggiormente prolifici in zona realizzativa, mantengono Varese avanti per  15-9. Una tripla di Markovic e Alibegovic fanno andare Bologna con il fiato sul collo degli ospiti, timeout bosino chiamato da Bulleri. Ferrero rimanda avanti Varese ma Alibegovic porta Bologna all’immediato riscatto. Due triple per parte, una di Beane e l’altra di Alibegovic conducono in porto il primo quarto con Varese avanti per 21-19. 
SECONDO QUARTO  –  Adams comincia con un gioco da tre punti e Bologna parte nel migliore dei modi mettendo la freccia di sorpasso, Teodosic con due liberi e Adams con una schiacciata proiettano i felsinei in quota sul più cinque. Un canestro di Adams ribadisce il concetto e Bulleri chiama il timeout. Strautins riavvicina Varese ma Ricci replica immediatamente , Egbunu tenta di rimettere Varese in scia ma Adams, con una tripla, fa alzare di nuovo in quota i felsinei a più nove. Un tiro libero e un canestro di Egbunu risollevano Varese, Tessitori e Hunter fanno alzare la voce alla Segafredo portandola all’intervallo lungo avanti per 39-29. 
TERZO QUARTO – La Segafredo mette le ali e si porta sul più quattordici: 51-37. Gamble e Belinelli la alzano ancora maggiormente in quota, lo stesso Belinelli apre una voragine tra Bologna e Varese infilando il canestro del più venti. Bulleri chiama un nuovo timeout per riordinare le idee, Varese sembra ormai in balia degli avversari che, dopo il primo quarto terminato sotto, sono ritornati in cattedra. Beane mette due canestri per risollevare i bosini, Belinelli, però, dalla linea della carità ne mette due su due e Bologna chiude il penultimo quarto avanti per 68-48.
ULTIMO QUARTO – Una tripla di Ferrero e un tiro libero di Morse provano a tenere accesa la fiammella della speranza di Varese, Alibegovic prima e Adams poi con un reverse, però, rimettono Bologna in fuga. Alibegovic affonda ancora la lama a metà quarto ed è il 76-60. Una tripla di Adams rimette in quota la Segafredo, Douglas ed Egbunu tentano di ricucire ma Adams ridetta legge con la tripla del più diciotto. Scola ne mette a segno altri tre, Weems risponde dalla parte opposta. Ma la Segafredo amministra e si aggiudica alla fine la contesa per 85-76.
TABELLINO 
SEGAFREDO ZANETTI VIRTUS BOLOGNA: Adams 21, Weems 14, Belinelli 13, Alibegovic 11, Gamble 9, Teodosic 4, Hunter 4, Markovic 3, Ricci 3, Tessitori 2, Abass 1, n.e: Pajola. Coach: Goran Bjedov. 
OPEN JOB METIS VARESE: Douglas 19, Egbunu 13, Scola 12, Strautins 9, Ferrero 7, Beane 7, Morse 3, Ruzzier 3, De Vico 3, De Nicolao. N.e: Virginio. Coach: Massimo Bulleri.       
ARBITRI 
Bartoli, Borgo e Valzani.

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts