Europei 2024: la Spagna travolge la Georgia

SuperSpagna, ancora una volta. Gli iberici travolgono la Georgia con un secco 4-1 con una grande prova d’autorità e approdano ai quarti di finale della competizione. Quarta vittoria in altrettante gare per la formazione di Luis De La Fuente. La Georgia archivia comunque la sua prima esperienza europea a testa alta. La quarta sfida degli ottavi oppone la stellare Spagna,unica nazionale ad avere conquistato il punteggio pieno nel primo turno con nove punti frutto di tre vittorie su altrettanti incontri compreso quello con l’Italia, e la sorprendente Georgia.

La nazionale di Willy Sagnol, al suo esordio agli Europei, ha stupito tutti qualificandosi agli ottavi tra le migliori terze. I precedenti sono sette e annoverano sei affermazioni iberiche e una georgiana. La Spagna è schierata da Luis De La Fuente con il 4-3-3 ovvero Unai Simon tra i pali, difesa a quattro con Carvajal e Cucurella laterali e Le Normand e Laporte centrali, centrocampo con Pedri e Fabien Ruiz esterni e Rodri centrali, attacco con il tridente formato da Lamine Yamal, Morata e Williams.La Georgia risponde con il 5-3-2 ovvero Mamardashvili tra i pali, difesa a cinque con Kakabadze e il calciatore della Cremonese Lochoshvili a cingere Gvelesiani, Kashia e Dvali, centrocampo con Chakvetadze, Kiteishvili e Kochorashvili e attacco con Mikautadze e il fuoriclasse del Napoli Kvaratskhelia. Dirige il francese Francois Letexier.

PRIMO TEMPO – Al 5′ vi è la prima offensiva spagnola e prima della gara, Yamal serve dalla destra Pedri che, con la punta del piede, impegna Mamardashvili. Avvio migliore della squadra di De La Fuente. All’11’, sugli sviluppi di un corner, Carvajal da distanza ravvicinata impegna Mamardashvili. Nei minuti d’avvio gli iberici schiacciano la nazionale di Sagnol nella sua metacampo. Al 12′ un tiro dal limite di Nico Williams è deviato in corner. Monologo iberico in avvio. Al 16′, sugli sviluppi di un corner, Laporte mette a lato di testa. Al 18′, al primo affondo, la Georgia passa in vantaggio, su cross dalla destra di Kakabadze, Le Normand, per anticipare Kvaratskhelia, devia la sfera nella propria porta. Georgia clamorosamente in vantaggio dopo che la Spagna aveva dominato la gara assediando il sette avversario. La Spagna cerca di reagire con Fabien Ruiz che, al 22′, impegna Mamardashvili con un tiro centrale. Al 27′ Pedri conclude a lato dal limite, Spagna con molte occasioni ma pochissima precisione. Al 29′ Laporte, dal limite, spara altissimo. Al 35′ l’offensiva iberica prosegue con Cucurella che impegna dal limite con un diagonale Mamardashvili in una deviazione. Al 38′ Nico Williams impegna Mamardashvili con un altro diagonale. E’ il preludio del pareggio iberico che giunge un minuto dopo con un diagonale di Rodri ,sempre su assist di Nico Williams. E’ il gol del meritato 1-1 della squadra di La Fuente che aveva prodotto un diluvio di occasioni. Inizialmente vi è un check del var per un presunto fastidio dato da Morata a Mamardashvili ma la rete è poi confermata. La Georgia deve spendere il primo cambio per l’infortunio di Kiteishvili, sostituito da Altunashvili. Il primo tempo termina in parità ma con una predominanza netta degli iberici.

SECONDO TEMPO – Al 4′ Kvaratskhelia tenta la soluzione accademia con un tiro da centrocampo vedendo Unai Simon fuori dalla porta ma calciando fuori misura. Al 6′ la Spagna passa in vantaggio, cross di Jamal, irrompe Fabien Ruiz di testa e la sfera termina alle spalle di Mamardashvili. Spagna in vantaggio con merito. All’11’ Morata tenta la via del 3-1 ma il suo diagonale termina fuori misura. Al 18′ la Spagna sfiora nuovamente l’allungo, Jamal non sa però approfittare di un errore di Kochorasvhili. Al 21′ , sugli sviluppi di un corner, la palla rimbalza su Le Normand e termina sul fondo, un’altra occasione mancata per la Spagna di allungare. Al 23′ Tsitashvili, entrato da poco, prova con un diagonale a sorprendere Unai Simon ma calcia ampiamente a lato. Al 29′ scambio Jamal- Dani Olmo, il primo tira e Gvelesiani fa autogol, il guardalinee alza però la bandierina decretando una posizione di fuorigioco. Al 30′ l’allungo iberico si materializza con Nico Williams che, lanciato dalle retrovie, si invola in contropiede, scarta un difensore georgiano e mette in rete con un diagonale. Al 32′ Dani Olmo potrebbe siglare il poker su azione di contropiede e passaggio di Nico Williams ma conclude debolmente su Mamardashvili. Al 38′ Dani Olmo sigla il poker controllando bene la sfera su assist di Oyarzabal e lasciando immobile Mamardashvili con il suo tiro dal limite. Al 45′ Dani Olmo tenta il 5-1 ma conclude centralmente. La Spagna accede così ai quarti di finale dove incontrerà la Germania.

TABELLINO

SPAGNA- GEORGIA 4-1

SPAGNA: Unai Simon, Carvajal (35’st Merino), Le Normand, Laporte, Cucurella (21’st Grimaldo), Pedri (8’st Dani Olmo), Rodri (35’st Ruben Navas), Fabian Ruiz, Lamine Yamal, Morata (20’st Oyarzabal), Williams. All.Luis De La Fuente.

GEORGIA: Mamardashvili, Kakabadze, Gvelesiani (34’st Kverkveskiri), Kashia, Dvali, Lochoshvili (19’st Tsitaishvili), Chakvetadze (19’st Davitashvili), Kiteishvili (41’pt Altunashvili), Kochorashvili, Mikautadze (34’st Zivzivadze), Kvaratskhelia. All.Willy Sagnol.

Arbitro: Francois Letexier (Francia)
Marcatori: p.t: 18′ Le Normand (S) (Aut), 39′ Rodri (S). S.t: 6′ Fabian Ruiz (S), 30′ Williams (S), 38′ Dani Olmo (S).

Condividi:

Related posts