Due sconfitte e una vittoria la giornata del calcio varesino

Il bilancio della giornata di campionato disputatasi domenica 23 maggio, per le varesine della quarta serie, si chiude in agrodolce. A regalarsi sorrisi è stato il solo Città di Varese che, sconfiggendo il Borgosesia per 2-0 al “Franco Ossola”, ha quasi messo in cassaforte la salvezza. Freno a mano tirato, invece, per Caronnese e Castellanzese che hanno dovuto cedere l’intera posta, rispettivamente, a Gozzano e Sestri Levante.

CITTA’ DI VARESE
I biancorossi hanno avuto ragione del fanalino di coda Borgosesia al termine di una partita molto ben interpretata. E ora, con i loro  35 punti che valgono il sedicesimo posto e considerando l’abolizione dei playout decisa dalla Federazione, hanno nel mirino la salvezza tranquilla.

PRIMO TEMPO
Al 5′ la squadra di Ezio Rossi ci prova con Balla che però si vede respingere la sfera dal portiere ospite Galli. Al 9′ i sesiani ci provano con Bramante ma Siaulys è attento. Al 16′ arriva il vantaggio biancorosso con un rigore trasformato da Balla e concesso per un fallo da lui stesso subito da parte di Galli.  Al 31′ il  Borgosesia sciupa l’occasione del possibile pareggio con Rivi che , al volo, manda a lato.

SECONDO TEMPO
Al 18′ il Borgosesia prova a pungere con Bramante che manca però ancora una volta l’occasione del pareggio.  Al 32′ i biancorossi mettono in cassaforte la vittoria per merito di Otelè che, lanciato in contropiede da Balla, supera Galli. Al 41′ lo stesso Otelè potrebbe allargare il suo bottino e quello dei varesini ma sciupa una ghiotta occasione.

CARONNESE

Cappaò dei rossoblù sul campo amico contro la capolista Gozzano che prevale al  comunale di corso della Vittoria per 1-0. La squadra di Roberto Gatti è ora ottava con cinquanta punti e rischia di vedersi scivolare tra le dita la zona playoff. Il Gozzano, invece, conserva il primato con 65 punti. Il primo appuntamento con la vittoria, per il nuovo presidente Umberto Gambaro subentrato in settimana a Giuseppe Pirola, è quindi rimandato.

PRIMO TEMPO
All’8′ l’ex di turno Piraccini spedisce alto facendo subito ruggire i torinesi. Al 17′ la Caronnese risponde ma con un debole rasoterra di Vernocchi che non fa un  graffio al portiere ospite Vagge. Non meglio va a Banfi che al 21′ non riesce a superare il portiere piemontese.

SECONDO TEMPO
Tempo un minuto e un rasoterra di Vono porta avanti il Gozzano con Marietta che nulla può. Al 28′ Becerri prova a riportare i rossoblù in carreggiata ma non riesce nell’intento. Al 38′ Pavan, sugli sviluppi di un corner di Vono, manca il raddoppio.

CASTELLANZESE

Dopo due turni di fila che sembravano averla fatta rinascere, la Castellanzese scivola malamente in terra ligure.

Dallo stadio “Sivori”, tempio del Sestri Levante, i neroverdi sono usciti con un secco 0-4 subendo costantemente l’iniziativa dei liguri.  Ritornano i fantasmi delle sconfitte con Bra (0-4) e Borgosesia (3-7).

La squadra di Achille Mazzoleni resta così al terzo posto con sessantadue punti raggiunta dal Bra e a meno tre dal Gozzano capolista e meno due dal Pont Donnaz secondo.

Con quest’ultimo Chessa e compagni incroceranno le lame domenica 6 giugno al “Provasi” in una sfida decisiva per le sorti della stagione.Il Sestri Levante si è assicurato l’intera posta con due reti per tempo. Nella prima frazione Marquez ha sbloccato il risultato al 13′ su assist di Cirrincione, poi Scarlino ha raddoppiato al 38′ con un diagonale. Nella ripresa ad allargare la famiglia delle reti sestresi ci hanno pensato Marianelli al 33′ con un tiro al volo e Marquez al 38′ con un’incornata.

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts