Città di Varese trionfa sul Fossano

Questa volta, oltre alla buona prestazione, è arrivata la posta piena. Per il Città di Varese che è uscito dal “Pochissimo” di Fossano con un netto 4-0 a favore contro la Fossanese è una giornata da incorniciare per più aspetti.

Non soltanto per la vittoria ma anche perchè riesce finalmente, dopo quattro giri a vuoto con Sestri Levante, Pont Donnaz, Imperia  e Caronnese a togliere lo zero dalla classifica racimolando i primi tre punti e perchè batte un colpo forte anche in fase realizzativa. Eroe della gara è Herve Otelè autore di una pregevole doppietta.

Meritato il successo dei biancorossi che, nonostante le diverse assenze, hanno sfoderato una buona prova d’autorità contro una Fossanese viva solo a sprazzi e mai davvero temibile.

I biancorossi cominciano a rivelare i loro intenti bellicosi al 4′ con un tiro di Lillo stoppato da un difensore di casa. Al 10′ lo stesso Lillo, molto propositivo fin dall’avvio, conclude a lato. All’11’  il Città di Varese vede premiata la sua pressione dal meritato vantaggio, su corner di Guitto Otelè sbuca di testa e trafigge Merlano. Il Città di Varese prende coraggio e al 21′ Capelli manca di un nulla in raddoppio mettendo a lato il suo diagonale.

Al 24′ si vede un lampo di Fossanese, Galvagno sbuca bene su cross dalla sinistra ma di testa conclude sul fondo. Passa un solo minuto e il Città di Varese affonda di nuovo la lama, Otelè dal limite lascia partire un gran tiro su cui Merlano non ha scampo.

La partita, dopo il raddoppio biancorosso, spegne un po’ la lampadina dell’intensità per vederla riaccendersi al 38′ quando la compagine di Sassarini scaglia il terzo fendente; Lillo si invola in area cuneense ed è fermato senza tanti complimenti da Scotto, per il direttore di gara è rigore. All’esecuzione sembra andare Lillo ma cede l’onore a Balla che sta per diventare padre e vuole riservare a compagna e nascitura una dedica speciale.

Un’intenzione che realizza siglando il 3-0 spiazzando completamente Merlano dagli undici metri. Il primo tempo si chiude senza storia con un Città di Varese in meritatissimo vantaggio.

Nella ripresa la Fossanese prova ad alzare il ritmo per risalire la china; al 7′ Giraudo ci prova di testa su punizione di Roman ma Lassi è attento, poco dopo è Coulibaly a chiudere a lato. Al 23′ Scotto, su cross di Romani, di testa non impensierisce Lassi.

Tanta volontà ma pressione sterile da parte dei padroni di casa. Al 28′ Romani , dal limite, mette fuori misura. Al 29′ il Città di Varese potrebbe siglare il poker ma Balla, da distanza ravvicinata, conclude centralmente su Merlano. Nel finale Sassarini dà spazio all’esperto Fall tirando fuori dalla mischia un ottimo ma stanco Balla. E Fall premia la fiducia del suo tecnico nel modo migliore siglando al 49′ il poker su azione di contropiede.

E il Città di Varese, in vista del prossimo impegno contro la Folgore Caratese, si può regalare il primo, meritato sorriso stagionale. 

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts