Città di Varese rimane al palo con l’Arconatese

 Il bel gioco c’è stato, la voglia di portarla a casa pure. Alla fine, però, il Città di Varese è rimasto al palo cedendo nel turno preliminare di Coppa Italia all’Arconatese per 6-7 dopo i rigori. I biancorossi hanno comunque dato segnali di buona vitalità in vista dell’avvio del campionato che li vedrà impegnati contro la Lavagnese in terra ligure domenica 19 settembre. 

PRIMO TEMPO –  Al 5′ l’Arconatese comincia a prendere il largo con Parravicini servito da Lillo. Tra il decimo e il quarto d’ora, poi, gli ospiti potrebbero raddoppiare ma nè un’incornata di Parravicini nè un rasoterra di Longo si infilano nella porta biancorossa. Al 22′ Pastore ha una buona combinazione con Gazo ma è anticipato dal portiere ospite al momento di concludere. Il pareggio del Cdv è però nell’aria e giunge al 34′ con un rigore trasformato da Di Renzo e concesso per un fallo da lui stesso subito da parte di Spada.  Al 37′ il Cdv potrebbe persino sovvertire l’esito della contesa ma un’incornata di Pastore termina alta. 

SECONDO TEMPO – Al 2′ i biancorossi fanno lo sgambetto agli avversari grazie a Mamah che riceve da Foschiani e sigla il 2-1. Al 5′ potrebbe essere 3-1 ma D’Orazio sbaglia. Al 15′ , invece, l’Arconatese affonda ancora la lama con Parravicini di testa su assist di Vecchiarelli.  Al 31′ il Cdv prova a rimettere la freccia con Pastore ma senza esiti apprezabili. I tempi regolamentari si concludono in parità e si va così alla lotteria dei rigori dove il Cdv va a bersaglio con Parpinel, Mapelli, Minaj, Ebagua ma sbaglia con Pastore. L’Arconatese, invece, centra tutti e cinque i bersagli con Romeo, Siani, Rondanini, Marcone e Santonocito e si guadagna l’accesso al primo turno di “Coppa Italia”.

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts