Città di Varese, Caronnese e Castellanzese finiscono con la bisaccia dei punti vuota

La bisaccia dei punti è rimasta completamente vuota. Nella terza giornata di campionato appena finita in archivio Città di Varese, Caronnese e Castellanzese sono uscite tutte e tre con il muso lungo, ma vediamo nei dettagli come è andata ricordando che scenderanno subito in campo di nuovo per il turno infrasettimanale di mercoledì 6 ottobre. 

Città di Varese  

 Primo stop stagionale dei biancorossi al “Silvio Piola” di Novara per i biancorossi che hanno subito la rete beffa del sorpasso in pieno recupero. In una sfida sempre profumata di storia, il Novara si è imposto per 2-1 centrando il primo successo stagionale e imponendo ai biancorossi una sconfitta dopo le vittorie con Lavagnese e Fossano.  Al 3′ della prima frazione il Cdv prova a pungere con Minaj ma Raspa para, al 15′ i piemontesi rispondono con un palo di Vuthaj. Al 27′ Gonzalez fa tremare la porta varesina colpendo la traversa su calcio di punizione. Al 31′ il Cdv prova ad affondare con Foschiani che impegna Raspa dal limite. Il Novara si rende pericoloso prima della fine della frazione in altre due occasioni con Di Masi, prima al 37′ con una conclusione alta, poi al 43′ con Priori però attento. Nella ripresa si decidono le sorti della contesa. Al 33′ il Cdv passa in vantaggio con Premoli, bravo a sfruttare un cross di Piraccini e a infilare Raspa di testa. Al 35′ il Novara si riporta subito in carreggiata con Vuthaj che, servito da Gonzalez, pareggia con un tiro potente. Al 50′, quando il pareggio sembra già scolpito nella pietra, il Novara la fa sua con Di Masi che, su lancio di Gonzalez, si sbarazza della marcatura di Foschiani e segna. 

Caronnese  

L’appuntamento con la prima vittoria è ancora rimandato. La Caronnese esce dal suo comunale con il muso lungo dopo avere subito una sconfitta per 2-0 dal coriaceo Derthona. I piemontesi, bisognosi di lasciarsi alle spalle il cappaò interno contro il Chieri, hanno prevalso con merito rivelandosi squadra più tonica di quella rossoblù. Al 31’ Rocco prova ad avviare l’offensiva dei locali ma il suo cross di spegne sul fondo. Al 38’ Gueye Serigne potrebbe far mettere la freccia agli ospiti ma , su lancio di Filip, conclude malamente. Al 12’ della ripresa il Derthona volge la situazione a suo favore: Coghetto commette fallo su Diallo ed è rigore, dal dischetto quest’ultimo non fallisce ribadendo in rete una respinta di Ansaldi che aveva respinto la sua precedente conclusione. Al 16’ Saccà pone un’altra tacca tra Derthona e Caronnese raddoppiando sugli sviluppi di un lungo lancio. Gli ospiti potrebbero largheggiare ma al 30’ Nnanga colpisce il palo e al 43’ Filip non invita la mira sul suo tiro.

 Castellanzese          

Niente da fare. Lontano dal campo amico, la Castellanzese di mister Andrea Ardito continua a viaggiare a fari spenti. Dopo avere masticato amaro con la matricola Leon nel turno d’esordio, infatti, i neroverdi pagano dazio anche sul terreno dei veneti del Sona soccombendo per 0-2. Padroni di casa avanti al 26’ della prima frazione con Pavan, abile a sfruttare un invito dalla fascia sinistra e a infilare Cincilla. La Castellanzese subisce la manovra offensiva della formazione veronese e non riesce a risalire la china. All’11’ della ripresa i padroni di casa chiudono i conti con un’incornata di Barellini sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla sinistra. Il Sona, con la seconda vittoria stagionale e seconda interna dopo quella con il Crema, conferma la sua capacità di fare valere il fattore campo.

Le tre varesine ritorneranno in campo mercoledì 6 ottobre alle 15. Il Città di Varese ospita il Gozzano al “Franco Ossola”, la Castellanzese la Virtus Ciserano Bergamo al “Provasi”. Caronnese in terra ligure dove sarà ospite dei savonesi del Vado. 

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts