Castellanzese esce con 2-2 dall'”Amedeo Damiano” di Saluzzo

Prima sotto, poi in parità e in vantaggio, infine costretta, in pieno recupero, alla divisione della posta. La Castellanzese esce con un 2-2 dall'”Amedeo Damiano” di Saluzzo contro la squadra locale al termine di una sfida versione montagne russe.

Quando i neroverdi sembravano ormai averla in pugno, infatti, in pieno recupero hanno subito un pareggio che sa di beffa. La squadra del tecnico Achille Mazzoleni , comunque, resta al secondo posto con il Pont Donnaz e alle spalle del Gozzano capolista. 

PRIMO TEMPO – I neroverdi ci provano già al 5′, Mecca serve Colombo in profondità ma il passaggio è troppo lungo e si perde sul fondo. Al 7′ vi è una punizione di Chessa per la testa di Negri che impegna De Marino. Al 9′ lo stesso Negri spedisce altissimo. Un minuto dopo il Saluzzo abbozza la reazione con Soumaoro che impegna Indelicato. Non meglio va a Caldarola che, dal limite, mette sul fondo al 13′. Il Saluzzo sembra avere rialzato la testa e lo conferma al minuto 15 quando si porta in vantaggio con Carrer che, pescato in contropiede da Caldarola, controlla la sfera e fa secco il portiere neroverde. Al 17′ Clerici sfiora il raddoppio calciando alto. La Castellanzese prova a spezzare il momento favorevole ai cuneensi con Chessa che al 2′ però  calcia sul fondo dal limite. Al 36′, però, i neroverdi pareggiano con un’incornata di Colombo al termine di un’azione convulsa. Al 44′ lo stesso Colombo potrebbe far mettere la freccia agli ospiti ma De Marino devia in fallo laterale il suo calcio piazzato. 


SECONDO TEMPO –  Al 13′ la Castellanzese tenta con Corti ma De Marino esce bene in anticipo. Lo stesso Corti, però, non fallisce un minuto dopo entrando imperiosamente in area e fulminando il portiere di casa con un diagonale per il 2-1 neroverde. Al 18′ ancora Corti al volo impegna il portiere saluzzese. La Castellanzese sembra intenzionata a chiuderla ma la mira è la grande assente;  al 19′ Mecca calcia alto su assist di Negri, al 21′ Fusi, su punizione, si vede respingere la sfera da De Marino, al 25′ Perego conclude alto. Al 30′ il Saluzzo parrebbe beneficiare di un rigore per un fallo su Gonella, inizialmente il direttore di gara lo concede ma poi, consultandosi con il guardalinee cambia orientamento e fa proseguire. Al 47′ lo stesso Gonella calcia alto su punizione. Quando la vittoria neroverde sembra già scritta ecco il pareggio del Saluzzo in pieno recupero con un’incornata di Mancuso ben pescato da Bedino con un cross dalla destra. 

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts