Castellanzese centra obiettivo contro il Gozzano

Vittoria e aggancio. La Castellanzese di mister Achille Mazzoleni non fallisce la sfida delle sfide ovvero quella contro la capolista Gozzano e la agguanta in testa alla graduatoria. E ora il sogno serie C, per i neroverdi, non è più un tabù. Mario Chessa e compagni hanno strapazzato i torinesi con un eloquente 6-3 dando dimostrazione di grande solidità e maturità.

Eroe della sfida è appunto  Chessa, autore di una tripletta che lo ha portato a ventuno reti stagionali sempre più in vetta alla classifica marcatori del girone.

PRIMO TEMPO –  I neroverdi dimostrano subito di fare sul serio e di voler sgambettare la capolista, al 14’ Chessa, in semirovesciata, imbeccato da Colombo, realizza  il gol del vantaggio. Passano soltanto quattro minuti ed è sempre lui a fare prendere il largo ai suoi con una conclusione in tuffo. Il Gozzano, però, non si scompone affatto e al 26’ accorcia le distanze con Piraccini che sfrutta una corta ribattuta infilando Indelicato. Al 36’, però, la Castellanzese riallunga grazie a Ghilardi che, su corta respinta di Vagge, si avventa sulla sfera e lo infila. Il punteggio a favore dei neroverdi assume proporzioni ancora più ampie al 43’ quando Colombo , da distanza ravvicinata, realizza il 4-1. A qualche tifoso neroverde sembra di accarezzare un sogno.

SECONDO TEMPO –  Il Gozzano, però, ha ancora colpi in canna da sparare e non sventola la bandiera della rassegnazione. Al 10’ si riporta sotto con un destro di Allegretti e al 17’ porta a una sola rete di ritardo il suo passivo con una pregevole punizione di Carta.  La Castellanzese ha il merito di riprenderla in mano oltretutto anche con un uomo in meno per l’espulsione di Ornaghi per doppia ammonizione e l’infortunio di Zazzi. Al 34’ Colombo raccoglie una respinta e insacca la rete del 5-3, Chessa, in contropiede, al 50’, completa l’opera colorando la sua giornata di gloria.

ACHILLE MAZZOLENI (TECNICO CASTELLANZESE): “Ovviamente siamo felicissimi ma dobbiamo stare attenti a tenere i piedi ben piantati per terra, ci attende adesso una trasferta delicata il primo aprile contro la Lavagnese, speriamo davvero in un recupero il prima possibile di Zazzi, stiamo attendendo   la risonanza per vedere in che cosa consista il suo infortunio”.

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts