Cantù contro Varese, Varese contro Cantù

 Il grande giorno del derby si avvicina: Cantù contro Varese, Varese contro Cantù. Più esattamente, viste le sponsorizzazioni, Acqua San Bernardo Cantù contro Openjob Metis Varese.

In mezzo una storia di circa 150 sfide che si sono risolte a fasi alterne con oltre ottanta vittorie per Varese e quasi una sessantina per Cantù. La magia si riproporrà domenica 31 Gennaio alle 16 al “PalaBancoDesio”. E non sarà naturalmente una sfida come le altre.

Non soltanto perché questa è una partita che ha scritto e continua a scrivere la storia del basket, ma anche perché le due compagini sono impegnate in una rincorsa verso una tranquilla salvezza.

L’attuale situazione di classifica dice infatti questo: Cantù punti otto penultimo posto, Varese punti sei fanalino di coda. E questo mette indubbiamente tristezza considerando che le due compagini hanno nella loro bacheca un’ampia serie di affermazioni nazionali e internazionali. 

Avanti Cantù: tre scudetti, due supercoppe, due coppe intercontinentali, altrettante Euroleghe, quattro Coppe delle Coppe, quattro Coppe Korac. Si accomodi Varese: 10 scudetti, 4 Coppe Italia, una Supercoppa Italiana, 3 Coppe intercontinentali, 5 Euroleghe e due Coppe delle Coppe. Insomma, numeri d’alta quota e vero blasone. Ma oggi è in palio la salvezza. Con Cantù accreditata di 1231 punti mandati a canestro e 1352 subiti e Varese di 1024 fatti e 1149 presi.

L’andata a Varese sorrise a Cantù con il punteggio di 90-80. Ultimo squillo di tromba di Cantù in questo campionato, il 26 dicembre scorso con la vittoria per 78-68 sul parquet della Unahotel Reggio Emilia, ultimo sigillo varesino il 22novembre contro la Dolomiti Trento per 77-74. Insomma, la vittoria manca da parecchio ad ambedue.

E Varese ha anche dovuto fare i conti con il Covid che, anche nella ripresa dell’attività agonistica dopo un mese di stop forzato contro Trieste di qualche sera fa, non le ha dato tregua obbligandola ad andare in formazione rimaneggiata al “PalaDomme” della città giuliana. Trasferta amara culminata con la sconfitta per 108-83 pur avendo gettato il cuore oltre l’ostacolo.

 Cantù si presenta all’appuntamento con un avvicendamento tecnico, ovvero la presenza in panchina di Piero Bucchi chiamato a sostituire l’esonerato Cesare Pancotto. Mai, per le due compagini, cercare di soffiarsi i punti è stato così determinante. Vada come vada, un’altra pagina di storia sarà comunque stata scritta tra due squadre che fanno onore non soltanto al mondo della pallacanestro, ma più in generale a quello dello sport italiano e non mancheranno mai di appassionare sempre tifosi e appassionati della palla a spicchi.

I Roster
ACQUA SAN BERNARDO CANTU’: Jaime Smith, Frank Gaines, Maarty Leunen, Jazz Johnson, Andrea Pecchia, Andrea La Torre, Gabriele Procida,  Jordan Bayehe, Kavell Bigby-Williams, Sha’Markus Kennedy, Biram Baparapè, Donte Thomas. Coach: Piero Bucchi.

OPENJOB METIS VARESE: Anthony Beane, Anthony Morse, Luis Scola,Giovanni De Nicolao, Ingus Jakovics, Michele Ruzzier, Artus Strautins, Niccolò De Vico, Giancarlo Ferrero, Toney Douglas, Nicolò Virginio, Matteo  Librizzi, Marco Van Velsen. Coach: Massimo Bulleri.

Arbitri
Saverio Lanzarini di Bologna, Denis Quarta di Torino e Valerio Grigioni di Roma.     

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts