Calcio, Castellanza sempre più forte

Non c’è il due senza il tre. Dopo avere fatto piangere Imperia e Vado sul proprio terreno ,ancora una volta la Castellanzese fa valere la legge del “Provasi” e sconfigge il Saluzzo per 2-0. La vittoria consente ai neroverdi di insediarsi da soli al terzo posto con 37 punti a meno sei dalla capolista Gozzano e meno tre dal Bra secondo.

La bella favola di una Castellanzese che, vale ricordarlo, solo tre stagioni fa si trovava in Eccellenza senza mai avere assaggiato la serie D nella sua storia prosegue. 

PRIMO TEMPO – Dopo soli trenta secondi di orologio la Castellanzese prende già il volo: cross di Mecca dalla fascia destra e Ghilardi, di testa, infila De Marino. Il Saluzzo, però, non si scompone e anzi prova ripetutamente a risalire la china. Al 6′ Masina si vede respingere un’incornata, due minuti dopo Indelicato devia in corner un tiro di Serra. Al 15′ la Castellanzese si rivede con un colpo di testa di Alushaj alto di poco. Al 23′ Saluzzo ancora in evidenza con una punizione di Serra che indelicato respinge. Al 27′ è Selpa a mandare alto di testa. 

SECONDO TEMPO – Avvio favorevole al Saluzzo, al 4′ Gonella conclude alto e, due minuti dopo, Panepinto si vede deviare in corner una punizione. Chessa potrebbe fare prendere il largo alla Castellanzese ma al 7′ conclude sull’esterno della rete.   Su opposto fronte Gonella calcia a lato dal limite un minuto dopo. La Castellanzese suggella il successo al 26′ con un’incornata di Concina sugli sviluppi di un calcio di punizione. Chessa fallisce il 3-0 prima al 35′ con un tiro respinto da De Marino, poi calciando alto al 36′. La Castellanzese beneficia di altre due occasoni con Gazzetta al 43′ e Corti al 47′ ma, in entrambi i casi, la mira non è invitata. 

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts