Truffe ad anziani reato vile anche via sms per vaccino Covid

“Truffe agli anziani anche via sms. Purtroppo non c’è mai fine alla vigliaccheria dei truffatori. Dopo le truffe sui tamponi e le sanificazioni a domicilio, adesso arriva anche quella dell’sms con il finto appuntamento per il vaccino. Vergognoso”. Commenta così l’assessore regionale alla Sicurezza, Polizia locale e Immigrazione, Riccardo De Corato, il raggiro segnalato da Ats Pavia ai danni di persone anziane contattate via sms per un appuntamento di somministrazione del vaccino anti-Covid.

“Fortunatamente – continua l’assessore – questa truffa, come evidenzia Ats, è stata già bloccata. Tuttavia, questo ennesimo stratagemma che fa leva sulla paura delle persone per derubarle ci spinge ancora di più a tenere alta l’attenzione e a continuare a mettere in campo misure per contrastare questo genere di reati”.

“Lo scorso anno – ricorda l’assessore De Corato – Regione Lombardia ha stanziato, per il biennio 2020-2021, 600.000 euro destinati agli Enti locali per la realizzazione di progetti ed iniziative finalizzate ad aumentare la conoscenza di questi pericoli e a prevenirli. Proprio giovedì 11 marzo parteciperò a Corbetta (Milano), che ha beneficiato dei fondi regionali, a una conferenza sul delicato tema delle truffe agli anziani”.

“Inoltre, a fine mese, riprenderanno gli spot televisivi di Regione Lombardia andati già in onda nel 2020 – conclude l’assessore De Corato – con i quali si invitano i cittadini, in particolar modo i più anziani, a non aprire la porta agli sconosciuti. Nonchè a segnalare ogni situazione sospetta alle Forze dell’ordine. Come gli sms delle truffe agli anziani”.

Condividi:

Related posts