Maltrattamento animali proroga fino a Ottobre per prevenzione e contrasto

La Giunta di Regione Lombardia, su proposta della vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti, ha prorogato al 31 Ottobre la conclusione della attività legate al progetto di ‘Prevenzione e contrasto del maltrattamento degli animali anno 2020-2021′, originariamente fissata per il 30 Aprile 2020.

Il programma, basato su un protocollo d’intesa tra direzione generale Welfare e Prefettura di Milano, aveva stanziato 115.513 euro ai corpi di Polizia municipale, dei Comuni aderenti, per potenziare le attività di prevenzione e di contrasto al maltrattamento degli animali.

“La misura – spiega la direzione Welfare di Regione Lombardia – è stata approfondita alla luce delle misure adottate con lo stato di emergenza Covid-19 che hanno limitato la realizzazione delle attività. Ora, col graduale normalizzarsi della situazione, che ci auguriamo tutti e per il quale stiamo lavorando duramente, verrà valutata in tutta la sua portata”.

Il progetto include, come ambiti d’intervento, un’intensificazione dei controlli di verifica: dell’identificazione e della registrazione dei cani sulle aree pubbliche, per garantire la loro rintracciabilità; delle modalità di gestione dei cani nelle aree pubbliche per la tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani e la verifica del rispetto delle ordinanze emesse dalle Ats a seguito di episodi di morsicatura per la gestione di cani valutati a elevato rischio; dei segni di mutilazioni sugli animali come taglio orecchie/coda, in violazione dell’articolo 10 della Convenzione europea di Strasburgo per la protezione degli animali da compagnia, ratificata in Italia dalla Legge 201/2010; anagrafica, eventualmente anche sul campo, delle colonie feline registrate in Anagrafe animali d’affezione, in collaborazione con i dipartimenti Veterinari delle Ats, ai fine di aggiornare i dati disponibili, a maggior tutela delle colonie feline censite.

All’iniziativa hanno aderito le Amministrazioni comunali di Crema, Milano, Monza, Pavia, Treviglio e Varese.

Condividi:

Related posts