Incendi boschivi termina rischio alto su territori regionale

La Direzione generale Territorio e Protezione civile, in accordo con l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Lombardia, ha istituito, a partire da  giovedì 29 Aprile, la chiusura dello stato di alto rischio di incendio boschivo su tutto il territorio regionale, disposto, dal 22 Marzo, con il divieto assoluto di accensione di fuoco all’aperto nei boschi.

Al 29 Aprile ammonta a 155 il numero complessivo di incendi registrati dalla Sala Operativa regionale, per un totale di 1.647 volontari dell’Antincendio boschivo, 85 Carabinieri Forestali e 730 unità dei Vigili del Fuoco impegnati, oltre a 54 elicotteri regionali e 11 mezzi nazionali intervenuti.

“I numeri registrati dal Centro Monitoraggio Rischi di Regione sono rassicuranti – ha spiegato l’assessore regionale alla Protezione civile, Pietro Foroni – a dimostrazione della grande capacità di intervento messa in campo dalle squadre di volontariato ed Enti Forestali durante il periodo di allerta”.

“La situazione registrata dagli ultimi giorni – ha aggiunto Foroni – è stata tale da non consentire un ritorno allo stato di alto rischio e anche le condizioni metereologiche sono apparse favorevoli; pertanto, il rischio di sviluppo di nuovi incendi risulta essere particolarmente basso”.

Per l’assessore Foroni “l’obiettivo di tutti gli Enti impegnati nella salvaguardia delle aree boschive, è proseguire nelle attività di monitoraggio per prevenire ulteriori fenomeni di criticità e garantire massima operatività per la difesa del territorio e dei nostri boschi”.

Proprio per dare modo agli Enti Forestali di continuare a perfezionare l’impegno sin qui dimostrato, “Regione Lombardia – ha ricordato l’assessore – ha stanziato ad aprile ulteriori risorse economiche. Per il 2021 pari 1.635.000 euro a favore di Comunità Montane, Province e Parchi”.

“Colgo l’occasione – ha concluso Foroni – per porgere un sentito ringraziamento a tutti i volontari, Vigili del Fuoco e Carabinieri Forestali per la sinergia e l’ottimo lavoro svolto”.

Condividi:

Related posts