Varese, Guidesi: investimenti, filiera e formazione per una vigorosa ripresa

La Camera di Commercio di Varese, ieri venerdì 8 Ottobre, è stata il palcoscenico di un incontro importante tra l’assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia Guido Guidesi e le associazioni di rappresentanza del territorio della provincia, presente anche il presidente della Camera di Commercio di Varese Fabio Lunghi che ha presieduto l’incontro, nel quale l’assessore regionale ha evidenziato alcuni problemi legati alla ripresa economica, dopo due anni di fermo a causa della pandemia da coronavirus.

Guidesi ha evidenziato che tra i principali ostacoli da superare c’è la scarsità di materie prime e l’aumento dei prezzi dell’energia che spinge le aziende a ridurre gli investimenti.

Inoltre, l’assessore ha ricordato  le varie linee adottate dalla  Regione Lombardia  messe in campo per aiutare le imprese a superare il periodo più buio del lock-down, ricordando lo strumento del  “Credito Adesso” che ha facilitato  le imprese ad ottenere credito, un’iniziativa messa in campo dalla Regione  per finanziare il fabbisogno di capitale circolante legato allo sviluppo commerciale delle aziende  che operano  in Lombardia, ad aumentare la competitività e per sostenere il lavoro.  Una linea che Guidesi  assicura verrà rafforzata.

L’assessore ha toccato il tema delle filiere, distrutte nei due anni di pandemia, un tema che ricorre spesso nelle sue visite nelle aziende e nei convegni ai quali partecipa. La globalizzazione su questo tema ha mostrato tutta la sua debolezza.

Un altro problema legato alla ripresa è la mancanza di comunicazione tra le imprese che ancora oggi non riescono a mettere insieme i tanti e diversi know-how che potrebbero creare ricchezza e produttività

L’assessore Guidesi nella sua visita a Varese tra i commercianti prima e poi alla Camera di Commercio ha voluto sottolineare che tra le attività produttive del territorio sia piccole e grandi c’è tanta voglia di ripartire ma purtroppo ancora tante cose da fare.

Per i commercianti pensare ad una diversa fiscalità e per le piccole e medie imprese del territorio affrontare la ricostruzione delle filiere, mantenere un alto livello di formazione professionale tra gli addetti e sviluppare una decisa collaborazione tra settore pubblico e privato.

Il compito della politica è individuare gli strumenti necessari alle attività imprenditoriali perché possano meglio competere sul mercato globale.

Donatella Salambat ©

Condividi:

Related posts