Trentino, lupo un progetto sperimentale

Il Trentino è pronto ad accogliere il progetto di sperimentazione relativo alla gestione del lupo, il cui comportamento in alcuni casi si configura come un problema di sicurezza pubblica.

“Da tempo la Provincia è all’opera per individuare le soluzioni migliori per la gestione dei grandi carnivori. Tanto che siamo arrivati anche ad un’apertura del ministro Roberto Cingolani per un progetto sperimentale dedicato al lupo” sono state le parole del presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, intervenuto stamani nel corso del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal Commissario del Governo, prefetto Gianfranco Bernabei e alla quale hanno preso parte anche il sindaco di Folgaria Michael Rech, il dirigente generale del Dipartimento protezione civile, foreste e fauna Raffaele De Col, i vertici delle Forze di polizia territoriali, i rappresentanti del Corpo forestale del Trentino e di Ispra.

La riunione è stata convocata in seguito all’episodio di sabato pomeriggio sugli Altipiani cimbri, dove un cane è stato predato da un branco di lupi, alla presenza del padrone che ha assistito alla scena a poche decine di metri di distanza. Secondo quanto è stato accertato, sul territorio provinciale sono presenti oltre 20 branchi di lupo: uno di questi si sposta tra la Vigolana, Folgaria e il Vicentino.

Condividi:

Related posts