Storia di un infortunio per promuovere la sicurezza sul lavoro

ATS Insubria in occasione della “Settimana Europea della Salute e Sicurezza sul Lavoro” ha organizzato l’evento Storie di Infortunio – Reading e presentazione di un evento infortunistico, che si è svolto nella Sala ULI di Via Pessina presso la sede di Como di ATS.

“Sono oltre 400 le persone che hanno seguito l’incontro proposto con un format che, partendo da un infortunio realmente accaduto sul territorio di ATS Insubria, ci ha consentito di sensibilizzare gli ascoltatori, con una modalità davvero coinvolgente, per sottolineare l’importanza della cultura della prevenzione contro gli infortuni sul lavoro – spiegano dalla Direzione di ATS Insubria – abbiamo esteso l’invito alle scuole, ai cittadini lavoratori, ai medici competenti, alle aziende e a tutti i membri dell’Organismo territoriale di Coordinamento ex art.7 D.L.gs.81/08: riteniamo un ottimo segnale il fatto che più di 20 classi di scuole distribuite sul territorio di Varese e Como abbiano aderito all’evento che da una narrazione ha preso spunto per evidenziare il ruolo strategico della formazione per garantire la sicurezza sul lavoro”.

All’incontro, in collegamento, hanno partecipato il prof. Federico Ricci dell’Università degli Studi di Modena Reggio Emilia e la dott.ssa Luisella Gilardi di DORS – Centro regionale di Documentazione per la Promozione della Salute – Regione Piemonte, che da anni si occupa di raccogliere “Storie di Infortunio” e ha provveduto ad editare il racconto Com’è profondo il Buio del dott. Luigi Pardi Referente delle Indagini di Polizia Giudiziaria di ATS Insubria, autore del testo protagonista del reading e dei successivi approfondimenti.

L’evento è stato aperto dall’indirizzo di saluto del dott. Paolo Bulgheroni, Direttore del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria di ATS Insubria. Sono inoltre intervenuti la dr.ssa Cristina Peverelli Responsabile della Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro sempre dell’Agenzia e il dott. Gabriele Zeppa conla dott.ssa Fulvia Richiardi per Confindustria Varese, che hanno illustratoil ruolo dei Break formativi come buona pratica.

Il reading e la moderazione dell’evento sono state curate dalla dott.ssa Anna Botter giornalista di ATS Insubria.

Condividi:

Related posts