Porto Ceresio minaccia vicino di casa con un tirapugni

Lunedì 1° Febbraio, i Carabinieri della Stazione di Porto Ceresio hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Varese un 53enne operaio del luogo, in quanto ritenuto responsabile dei reati di minaccia e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

In particolare i militari dell’Arma, in seguito ad una mirata attività d’indagine, hanno accertato che l’operaio, per futili motivi connessi a dissidi di natura privata, avrebbe minacciato un vicino di casa, brandendo un “tirapugni”, oggetto di divieto assoluto di porto in luogo pubblico, pur senza utilizzarlo.

Successiva perquisizione locale effettuata dai Carabinieri all’interno del domicilio del 53enne, ha consentito di rinvenire un tirapugni in metallo, quattro coltelli a serramanico e un bastone in legno, il tutto posto sotto sequestro penale dai militari intervenuti.

Condividi:

Related posts