Porto Ceresio evade dagli arresti domiciliari. Arrestato un 31 italiano

È successo, mercoledì 18 maggio, a Porto Ceresio (VA), quando i militari della Locale Stazione Carabinieri, nell’ambito di un predisposto servizio finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un uomo, 31enne italiano, disoccupato, pregiudicato, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso il proprio domicilio, poiché a seguito di un controllo presso l’abitazione, hanno rinvenuto complessivamente un chilo e mezzo di sostanza stupefacente, del tipo Marijuana e Hashish, divisa in 31 involucri di cellophane e due panetti, oltre che vario materiale specifico per il confezionamento delle dosi destinate alla vendita. Il tutto è stato sequestrato in attesa di ulteriori accertamenti sulla sostanza.

L’uomo, invece, è stato immediatamente arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, una volta espletate le formalità di rito, tradotto presso la casa circondariale di Varese. Sottoposto a direttissima in data 20 maggio 2022, il Giudice, oltre a convalidare l’arresto, ha applicato all’uomo la misura della custodia cautelare in carcere.

Condividi:

Related posts