Olgiate Olona ricorda Lino Faccincani

 Imprenditore, benefattore, insomma una persona che ti si stampa nel cuore e non ti lascia più. Il sindaco Giovanni Montano ha parole di profonda tristezza nel rendere omaggio a Lino Faccincani, scomparso di recente e autore di una favola, “Il Chicco d’Oro”, con cui ha raccontato la sua vita e che è divenuta il suo segno di riconoscimento. 

Nel mese di Maggio del  2017 la giunta gli aveva conferito il “Cardo d’oro”proprio per i suoi meriti sociali e imprenditoriali.

“Nato in una famiglia povera della campagna mantovana- sottolinea nella sua lettera il primo cittadino olgiatese – ospite quattro anni dell Casa dei bambini dell’opera di prevenzione antitubercolare infantile ubicata a Olgiate Olona in villa Greppi – Gonzaga, divenuto con molti sacrifici imprenditore di successo, capace di condividere fortuna e benessere acquisiti, non ha dimenticato la comunità olgiatese e ha generosamente contribuito a migliorare la qualità dei servizi per l’infanzia del paese”.

Alla sua figura, per altro, era stato dedicato anche un volume dal titolo “Onestamente ricco, l’incredibile vita di Lino Faccincani” scritto a quattro mani da Enrica Ferrazzi ed Elena Raffo. In esso Faccincani ha inteso immortalare un concetto che adesso si può considerare come il suo testamento verso le giovani generazioni: “sempre credere in se stessi, e continuare a farlo senza scoraggiarsi per le difficoltà che si incontreranno sulla strada, perchè ce ne saranno, poco importa da dove si parta, l’importante è che l’agire sia onesto per poter guardare indietro senza vergognarsi”. 

Montano ricorda, di Faccincani, la figura di “benefattore e persona illuminata , ideatore di un programma filantropico tra i più mirabili e illustri della storia nazionale”.

E, nel rendere omaggio ai familiari, ricorda “con stima e ammirazione l’esempio inestimabile di una persona di indiscussa moralità, capace di stimolare in ognuno la forza di volontà, la tenacia, l’impegno senza mai arrendersi”.  Con la sua perdita, ha concluso Montano, Olgiate perde “un uomo vero”.

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts