Nelle pagine di Spartà la grande umanità di Zamberletti

In “La luna sulle ali” (Pietro Macchione Editore, pp. 218, € 20), incisivo ritratto di Giuseppe Zamberletti (1933 – 2019), fondatore e patriarca della Protezione civile italiana, c’è tutta la fluente e godibile prosa di Gianni Spartà, 40 anni di giornalismo spesi nella redazione dello storico quotidiano varesino “La Prealpina”.

La vicenda umana e politica di Zamberletti, eletto sei volte alla Camera ed una al Senato nelle file della Democrazia cristiana, ministro e sottosegretario in diversi governi, è ricostruita con una miriade di notizie dettagliate e talune inedite, grazie anche all’apporto di Lorenzo Alessandrini, che del Politico varesino fu stretto collaboratore per tanti anni alla Protezione civile.

Il titolo del libro è un omaggio – e non poteva essere diversamente – ad una delle considerazioni che il biografato faceva su sé stesso in soliloqui notturni: «Quando facevo le prime trasferte a Roma volavo di notte su aerei postali. Mi affascinava il riflesso della luna sulle ali dell’aereo. Pensavo che la mia carriera in politica cominciava sotto il segno della bellezza».

A mano a mano che il lettore si avventura nelle pagine del libro non può non lasciarsi afferrare dall’umanità, prima ancora che dalla tempra politica, di Zamberletti.

Nessun esponente di governo, negli anni della cosiddetta Prima Repubblica, s’è calato fino in fondo, come Zamberletti, in tragedie come quelle dei terremoti del Friuli, dell’Irpinia, o della caduta dell’ Italicus, o della strage di Bologna, fino alla drammatica e straordinariamente umanitaria operazione di salvataggio di un migliaio di naufraghi nel mar della Cina con il fondamentale concorso della Marina militare italiana.

Nessun rappresentante delle Istituzioni ha dovuto convivere a lungo, come Zamberletti, con le durezze delle calamità naturali e, soprattutto, con le ancor più devastanti distruzioni sociali da esse provocate.

Opportunamente Spartà cita questa confessione del Fondatore della Protezione civile: «Non è bello diventare famosi per le disgrazie degli altri. Lo ricordavo a me stesso tutte le volte che mi intervistavano definendomi Mister Soccorso o Dittatore dei terremoti. O quando, visitando i centri più colpiti, gli abitanti non volevano saperne di trasferirsi. Hai voglia di controbattere: i pendolari ci sono in tutta Italia. Avevano ragione loro: profughi, sfollati, senza tetto».

Se oggi il nostro Paese può vantare una Protezione civile di alto livello, apprezzata (e in parte copiata) da altre nazioni come la Germania e la Francia, il merito è da attribuire alla concretezza e alla capacità di Giuseppe Zamberletti, che con encomiabile determinazione – e con l’appoggio dell’allora presidente Sandro Pertini – è riuscito a darle forma e organizzazione con una legge ad hoc, la numero 225 del 1992.

Grazie a questa norma, rimasta in gestazione ben 11 anni, la funzione tanto delicata di chi è preposto alla protezione civile è sottratta al rischio di competizioni con i vari ministeri perché è delegata a un dipartimento autonomo che agisce alle strette dipendenze della Presidenza del Consiglio. In cima rimangono i poteri di Roma, ma alla base, con il coinvolgimento preferenziale per i sindaci, agisce una robusta rete di sedi territoriali in modo da prevenire e informare sull’eventuale insorgere di problemi.

Per i lettori attempati “La luna sulle ali” sarà un’immersione nei passaggi cruciali degli ultimi cinquant’anni di storia patria alla luce di aneddoti e personali riflessioni di un importante personalità del mondo politico; per i più giovani un’occasione per conoscere e approfondire fatti, vagamente captati, che ancora oggi fanno sentire i loro effetti.

Alberto Comuzzi ©

Condividi:

Related posts

2 Thoughts to “Nelle pagine di Spartà la grande umanità di Zamberletti”

  1. […] (Tensostruttura, Via Luigi Sacco 5 ), G. Spartà e L. Alessandrini presentano il loro libro “La luna sulle ali“, dedicato alla figura di Giuseppe Zamberletti, il politico varesino fondatore della […]

  2. […] propiziata dalla presentazione del libro “La luna sulle ali” alla quale hanno preso parte gli autori, G. Spartà e L. Alessandrini, il sindaco Davide […]

Comments are closed.