Marnate quale sarà il futuro del centro polifunzionale San Sebastiano?

La gestione era in capo alla cooperativa “Rembrandt” ed è scaduta il 31 Dicembre  scorso. Adesso che ne sarà del futuro del centro polifunzionale San Sebastiano? Il consigliere Roberto Pozzoli ne ha fatto l’oggetto di un’interrogazione rivolta alla giunta del sindaco Maria Elisabetta Galli.

Il succo del suo discorso è chiaro: dal momento che questo centro svolgeva un’ampia gamma di attività di ricaduta sociale rilevante come l’offerta di uno spazio ricreativo per gli anziani, uno sportello informativo per le esigenze di chi deve accudire disabili e malati di Alzheimer, il dovervi rinunciare costituirebbe una privazione grave.

“La mancata attività di questo centro polifunzionale – ha sottolineato- priva di un sostegno molto importante i soggetti più fragili, sappiamo che ci sono dei bandi andati deserti, come intende affrontare il problema quest’amministrazione?”.

Qualche scenario al riguardo lo hanno delineato le parole dell’assessore Gemma Donati: “Nella prima gara – ha spiegato come sorta di ricognizione storica dell’evolversi della vicenda- si sono mantenuti  gli stessi parametri fissati per l’assegnazione della gestione nel 2015 agendo sulla messa a disposizione degli immobili senza canone d’affitto e con il discorso della coprogettazione, la seconda gara ha lasciato invariati i parametri ma ha modificato l’aspetto della manutenzione straordinaria e questo forse ha scoraggiato qualche operatore”.

La cooperativa Rembrandt, dal canto suo, non ha ritenuto di dover rinnovare il suo interesse nella gestione del centro per via , ha spiegato Donati, “di una sua valutazione legata al costo dell’affitto delle utenze”.

La giunta è ora orientata a individuare un nuovo gestore per  consentire la ripartenza a un centro divenuto quartiere generale della soddisfazione e interpretazione di diverse esigenze sociali intrecciando l’aspetto aggregativo con quello formativo e sanitario. E intanto chi frequentava i locali del centro per le sue diverse esigenze attende trepidante con qualche fiammella di speranza nel potervi ricontare quanto prima. 

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts