Marnate cercasi occupazione per l’ex casello di Prospiano

L’edificio ha un duplice valore: storico e sociale. L’ex casello di Prospiano al confine tra Gorla Minore e Marnate rappresenta infatti, da un lato, un robusto frammento di storia su cui si può leggere l’epoca aurea della ferrovia della ValMorea che nasceva a Castellanza e di lì passava e dall’altro un quartier generale per le realtà associative.

Fino allo scorso primo Agosto, infatti, vi svolgeva la sua attività l’associazione dei genitori “La casa di Alice”.

Quest’ultima, però, ha attuato il recesso dalla subconcessione che il comune le aveva fatto, di conseguenza l’immobile è tornato a disposizione del comune stesso che non intende lasciarlo abbandonato a terra di nessuno e consegnarlo al degrado. Per questo ha deciso di indire una manifestazione di interesse “al fine – si legge nella determinazione licenziata dall’ufficio servizi socio- assistenziali – di individuare associazioni senza scopo di lucro disponibili a sottoscrivere uno specifico contratto di sub concessione per la gestione del Casello ex fermata di Prospiano” .

Dal 17 Gennaio 2005, il comune è detentore di un contratto di concessione stipulato con l’ente Ferrovie Nord Milano Esercizio spa che gli consente di poter disporre dell’utilizzo del casello ferroviario.

E auspicio dell’amministrazione del sindaco Maria Elisabetta Galli è  che questo edificio possa continuare ad avere la valenza sociale esercitata finora. 

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts