Hashish dalla Riviera Romagnola nel doppiofondo di un Suv

Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Varese, nell’ambito di servizi finalizzati a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha effettuato, nella provincia di Varese e di Forlì-Cesena, due interventi che hanno portato all’arresto di due soggetti ed al sequestro di oltre 66 kg di sostanza stupefacente (65 kg di hashish ed 1 kg di marijuana) nonché di denaro contante per 24 mila euro e di un’autovettura.
Le attività di polizia hanno interessato due giovani italiani che risultavano titolari di imprese produttrici di marijuana legale con sedi a Cantù (CO) e Sogliano al Rubicone (FC).

L’ipotesi emersa dai preliminari accertamenti era che attraverso la schermatura di tali attività i due giovani imprenditori cercassero di celare la natura illecita dei loro affari, ossia un canale parallelo di vendita di sostanza stupefacente illegale.

Per procedere al riscontro è stato sottoposto a fermo ed ispezione il mezzo condotto da un soggetto residente a Cassano Magnago (VA) di rientro dal viaggio effettuato in Romagna e nel corso del quale si riteneva si fosse approvvigionato di droga.

Dalle attività di perquisizione sono stati individuati, abilmente occultati in un doppiofondo dell’auto – azionabile elettronicamente – n. 115 panetti di hashish (per oltre 24 Kg) e denaro contante per 24 mila euro. I controlli hanno interessato anche l’abitazione del fermato ed hanno permesso di rinvenire e sequestrare un ulteriore kilogrammo di marijuana.

Inoltre, su disposizione del Magistrato della Procura della Repubblica di Busto Arsizio e con la collaborazione del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Forlì, le perquisizioni sono state estese anche presso la sede della ditta di Sogliano al Rubicone (FC) da dove si riteneva provenisse il carico di droga bloccato in provincia di Varese. Al termine delle attività di polizia, in Romagna sono stati sequestrati ulteriori 40 kg di hashish.

Entrambi i soggetti trovati in possesso dell’illecita sostanza sono stati tratti in arresto e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Condividi:

Related posts