Gorla Minore una panchina rossa e una targa per dire no alla violenza contro le donne

Tanta emozione, ma soprattutto un pensiero unificante: mai più violenza su alcuna donna. Anche Gorla Minore ha voluto dare il suo contributo concreto durante la giornata internazionale dedicata alla eliminazione della violenza sulle donne.

Lo ha fatto con due segni tangibili: l’installazione di una panchina rossa all’interno del parco di VIlla Durini e una targa a fianco che riporta una frase di William Shakespeare scritta dalla geniale penna di Stratford upon Avon nel sedicesimo secolo:. “per tutte le violenze consumate su di lei – ha scritto l’autore del “Macbeth” e dell'”Otello” – per tutte le umiliazioni che ha subito, per il suo corpo che avete sfruttato, per la sua intelligenza che avete calpestato, per l’ignoranza in cui l’avete lasciata, per la libertà che le avete negato, per le ali che le avete tagliato, per tutto questo in piedi, signori, davanti a una donna”.

Frase che conduce dritta a un concetto preciso: ogni violenza fatta a una donna è fatta a un mondo poliedrico e composto di mille sfumature d’amore e di sensibilità.  “Lo scritto risale al sedicesimo secolo – ha ricordato il sindaco Vittorio Landoni – e ciò che deve farci riflettere è che già allora il problema della violenza sulla donna era reale, spesso nascosto, ma inevitabilmente veniva fatto proprio dagli animi più nobili che non esitavano a esplicitarlo affinchè si instillasse nelle coscienze la giusta consapevolezza a riguardo”. 

Il sindaco ha invitato a soffermarsi, ogni volta che si attraverserà il parco, davanti alla panchina osservandola “con lo sguardo attento della nostra coscienza”. 

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts