Gorla Maggiore, sindaco Zappamiglio inserisce le consulte

Per discutere delle varie problematiche che caratterizzano il funzionamento amministrativo e più in generale della vita del paese dispone già delle commissioni consiliari.

Adesso l’amministrazione comunale di Gorla Maggiore ha deciso di introdurre un ulteriore strumento di partecipazione dotandosi delle consulte. Che, spiega il sindaco Pietro Zappamiglio, “consentiranno di aprire la partecipazione ai cittadini e a persone esperte di determinati temi su questioni di particolare rilevanza per la vita del nostro comune”.

A differenza delle commissioni che, composte da consiglieri comunali, hanno una valenza prettamente politica, le consulte, ha puntualizzato il primo cittadino gorlese, saranno anche aperti al mondo dei professionisti e degli esperti di varie tematiche. Per istituirle, la giunta Zappamiglio ha effettuato un doppio passaggio prima contemplandone la possibilità di costituirsi modificando l’articolo 41 dello Statuto Comunale e poi ponendo le basi per il Regolamento volto a disciplinarle.

“Le commissioni – ha spiegato l’assessore Silvio Landonio – saranno composte da un numero variabile da 7 a 13 membri e la partecipazione a esse sarà in forma gratuita”. Zappamiglio, dal canto suo, ha chiosato aggiungendo che “saranno elette in modo proporzionale alla composizione delle rappresentanze politiche in consiglio e con membri indicati dai capigruppo consiliari, cui è data la facoltà di designare le persone competenti e con più profonda conoscenza del nostro territorio”.

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts