Gazzada Schianno contrasto traffico stupefacenti. Oltre 200 chili sequestrati dai Carabinieri

Nei giorni scorsi, nel piccolo comune di Gazzada Schianno (VA), i Carabinieri della Stazione di Azzate (VA), coadiuvati da quelli della Sezione Operativa – N.O.R. di Varese, durante servizio predisposto con finalità di prevenzione e contrasto al traffico di stupefacenti, hanno fermato e controllato un uomo, italiano di 43 anni, alla guida di un furgone Ford Transit con carrello rimorchio su cui era stato caricato un vecchio trattore.

Se all’apparenza il mezzo risultava del tutto in regola, in virtù dell’atteggiamento sospetto dell’uomo, veniva fatta intervenire l’unità cinofila del Gruppo della Guardia di Finanza di Malpensa, per approfondire il controllo; così agli uomini dell’Arma non è potuto sfuggire che proprio al centro del carrello e per tutta la sua lunghezza, circa sei metri, era stato creato un ingegnoso compartimento mimetizzato mediante l’applicazione di lastre in metallo rivettate alla scocca con lo scopo di occultare il reale carico: non il vetusto trattore soprastante, bensì 83 chilogrammi di marijuana contenuti in 75 confezioni in plastica, e 140 chilogrammi di hashish suddivisi in 240 panetti anch’essi racchiusi in 23 confezioni in plastica.

Le ricerche di sostanze illecite sono proseguite all’interno dell’abitazione dell’uomo, dove, in taverna, sono stati ritrovati ulteriori tre involucri contenenti complessivamente 123 grammi di marijuana.

Inoltre, i militari hanno perquisito altro immobile sito nel comune di Porto Ceresio (VA), rinvenendo 54 grammi di hashish, ben occultati all’interno di un mobile del soggiorno, ed un bilancino di precisione, verosimilmente utilizzato per la preparazione delle dosi da immettere sul mercato dello spaccio.

Per quest’ultimo ritrovamento, gli operanti hanno proceduto alla denuncia in stato di libertà di un italiano di 56 anni, residente presso l’abitazione, ritenuto responsabile della detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.
La droga, il bilancino ed i veicoli sono stati sottoposti a sequestro.

Le operazioni, condotte dai Carabinieri di Azzate sotto la coordinazione della Procura della Repubblica di Varese, si sono concluse in tarda notte con l’arresto del 43enne in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arrestato è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Varese, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria del capoluogo.

Condividi:

Related posts