Castellanza dedica un volume alle elezioni americane

 La scadenza elettorale è ormai imminente. Gli Stati Uniti sono chiamati a scegliere in queste ore se affidare il futuro quadriennio di presidenza all’uscente candidato dei repubblicani  Donald Trump o a quello dei democratici Joe Biden. Elezioni che, come è facile constatare, avranno ricadute non soltanto sull’assetto del paese ma anche sul piano internazionale e delle relazioni con gli altri paesi del globo.

Alla tematica più che mai attuale il gruppo “Area giovani” di Castellanza coordinato da Alessio Gasparoli ha deciso di dedicare un suggestivo volume dal titolo “Stati Uniti al bivio”.

Nella consapevolezza che la scelta del futuro inquilino della Casa Bianca non sarà soltanto una questione di persona ma anche di filosofia economica, sociale e culturale.

“L’idea di questo progetto – spiegano gli esponenti di Area Giovani- è nata durante il periodo di quarantena  forzata. In quei mesi, non potendo organizzare eventi in presenza, abbiamo pensato come poter proseguire l’attività culturale. Siamo rimasti in contatto attraverso chat e videochiamate con l’intento di trovare nuove modalità per continuare a perseguire la nostra mission”. 

Da qui hanno messo in comune gli sforzi per dare alle stampe questo volume particolarissimo che vuole esplorare la composita realtà statunitense e la tornata elettorale a cui è chiamata con l’ottica delle giovani generazioni. “Abbiamo pensato ai giovani come noi- aggiunge Gasparoli – ci auguriamo che leggere questo libro possa aiutarli a comprendere meglio questo momento cruciale e ad avere maggiore coscienza della situazione internazionale”.

Un discorso che procede sulla linea sposata da Area giovani fin dalla sua fondazione ovvero di “essere di sprone a pensare e ragionare con una mente attenta e aperta al mondo”. Il libro ha suscitato anche l’apprezzamento delle istituzioni. Secondo il sindaco di Castellanza Mirella Cerini, Area Giovani ha saputo fornire specialmente in questo periodo un supporto “collaborando con attività di volontariato e all’organizzazione di alcuni eventi di sensibilizzazione”.

In questo modo, ha aggiunto il primo cittadino di palazzo Brambilla, “è possibile trovare lo stimolo e l’energia per continuare a fare con modalità nuove e da riscoprire, giovani e cultura sono un connubio felice e quantomai necessario”. 

 Parole di grande soddisfazione sono state espresse anche dal sindaco di Busto Arsizio e presidente della Provincia di Varese Emanuele Antonelli: “seguo con interesse quest’associazione culturale sin dall’inizio del suo percorso  – ha spiegato – e ho sempre partecipato con entusiasmo alle sue numerose proposte culturali perché ritengo molto importante sostenere i giovani che hanno voglia di impegnarsi in politica e di acquisire maggiore consapevolezza del loro ruolo per il futuro della società”. Il primo capitolo del volume porta la firma degli esponenti dell’Area Giovani.

I successivi sono invece stati redatti da esperti in materia politica come Luca Gino Castellin, professore di storia delle dottrine politiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Vito De Luca, giornalista e dottore in ricerca  in “Linguaggi politici e comunicazione, storia, geografia e istituzioni”, Dario Laruffa, giornalista e corrispondente del Tg2 da New York nel 2017, Pietro Paganini, professore in Business administration alla Fox School della Temple University di Philadelphia, Marilisa Palumbo, giornalista del “Corriere della Sera” di cui è a capo della redazione esteri, Gianluca Pastori, docente di storia delle relazioni politiche tra Nord America ed Europa alla facoltà di Scienze Politiche della Cattolica di Milano  e Gaetano Quagliarello, senatore e ministro per le riforme costituzionali nel Governo di Enrico Letta nonché docente di storia dei partiti politici alla Luiss di Roma. 

Il lavoro intenso compiuto da Area Giovani è stato anche valutato assai favorevolmente da Paganini per il quale  gli esponenti del sodalizio “contribuiscono a promuovere il senso critico e a promuovere scelte consapevoli e quindi libere ai cittadini, un impegno che va non solo encomiato  ma anche promosso e sostenuto”.

Cristiano Comelli ©

Condividi:

Related posts