Busto Arsizio esplosioni pericolose a Capodanno. Un denunciato

Non erano passati che un paio di minuti dallo scoccare del nuovo anno quando veniva segnalata alla Sala Radio del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio la presenza in questa piazza Vittorio Emanuele II di un gruppo di ragazzi che si divertivano non solo a fare esplodere petardi ma anche a sparare vari colpi con una pistola.

La Volante del Commissariato, immediatamente giunta sul posto, aveva assistito al fuggi fuggi dei giovani ma era comunque riuscita a fermarli.

Questi negavano l’uso di qualsivoglia arma e anche i controlli sul posto non permettevano di rinvenire alcuna pistola, malgrado la conferma, da parte dei passanti, di aver assistito all’uso dell’arma da parte di un giovane, del quale veniva descritto l’abbigliamento in modo tanto dettagliato da permettere ai poliziotti di rintracciarlo nelle vicinanze.

Il giorno seguente gli investigatori del Commissariato di Busto Arsizio hanno preso visione dei filmati delle telecamere presenti in zona constatando che in effetti un giovane si era avvicinato a un gruppo di coetanei tenendo in mano quella che chiaramente appariva un’arma da fuoco, con la quale aveva esploso dei colpi in aria e che aveva passato ad altri allontanandosi poco prima dell’arrivo della Polizia.

Grazie al controllo dei ragazzi da parte degli agenti della Volante e alle video riprese è stato possibile identificare senza ombra di dubbio il giovane, un ventenne italiano residente in città, che aveva esploso i colpi con un’arma rivelatasi in seguito una scacciacani. Si trattava dello stesso giovane fermato poco dopo gli spari nelle vicinanze della piazza, in un primo momento rilasciato perché non più in possesso dell’arma. 

Questo non è però stato sufficiente ad evitargli di essere denunciato alla Procura della Repubblica per il reato di esplosioni pericolose.

Condividi:

Related posts